• pubblicato il 01-02-2016

Ford C-Max: guida all'acquisto

Tutto quello che c'è da sapere sulla monovolume statunitense: prezzi, motori, pregi e difetti

La seconda generazione della Ford C-Max - nata nel 2010 e sottoposta ad un restyling nel 2015 - è la monovolume straniera più amata dagli italiani. Disponibile in due varianti (“normale” a cinque posti e 7 - l’unica del suo segmento dotata delle pratiche porte posteriori scorrevoli - con tre file di sedili), punta tutto sulla praticità.

Qualche esempio? I sedili posteriori sono removibili e il pacchetto Titanium Tech Pack (1.000 euro, non disponibile sull’allestimento “base” Plus) comprende - tra le altre cose - il sistema Hands-free liftgate, che consente di aprire e chiudere il bagagliaio con un semplice movimento del piede sotto il paraurti posteriore.

In questa guida all’acquisto dedicata alla Ford C-Max vi mostreremo nel dettaglio tutte le versioni presenti in listino: prezzi, motori, accessori, prestazioni, pregi, difetti e chi più ne ha più ne metta.

Ford C-Max: guida all’acquisto

La Ford C-Max è una monovolume spaziosa ma non troppo ingombrante: la versione a cinque posti è lunga solo 4,38 metri e quella a sette posti si accontenta di 4,52 metri.

Le finiture sono però poco curate (i materiali della plancia e gli assemblaggi interni ed esterni presentano qualche imperfezione) e il tetto discendente toglie qualche centimetro di spazio per la testa di chi si accomoda dietro.

Gli allestimenti della Ford C-Max

Gli allestimenti della Ford C-Max sono tre: Plus, Titanium e Titanium X.

La versione d’accesso Plus, conveniente ma non molto dotata, offre i cerchi in acciaio da 16”, il climatizzatore manuale, la consolle centrale con 2 portabicchieri e la presa 12V, i paraurti, le maniglie esterne e la calotta dei retrovisori in tinta, il poggiatesta posteriore centrale, i retrovisori elettrici in tinta con indicatore di direzione, la seconda chiave con telecomando, il sedile del conducente con supporto lombare e regolazione manuale dell’altezza e della profondità, i sedili posteriori abbattibili 60/40, le sospensioni posteriori multilink con Control Blade, i tappetini anteriori in velluto e il volante e il pomello del cambio in pelle.

Senza dimenticare l’ABS, l’Active Grille Shutter (chiusura automatica griglia del radiatore, non disponibile sulle versioni a GPL e su quelle automatiche), gli airbag frontali, laterali e a tendina anteriori e posteriori, gli alzacristalli elettrici anteriori, gli attacchi Isofix, l’autoradio CD/MP3 con schermo 3,5”, 6 altoparlanti e comandi radio al volante, la chiusura centralizzata con comando a distanza, il computer di bordo, i controlli di stabilità e trazione, l’Easy Fuel (sistema di rifornimento senza tappo), l’EBA (assistenza alla frenata d’emergenza), l’Ecomode (modalità di guida eco-sostenibile), l’EPAS (servosterzo elettrico progressivo), l’Hill Start Assist (assistenza alla partenza in salita), il kit riparazione pneumatici, la MyKey (chiave personalizzabile), il piantone dello sterzo collassabile, lo Start&Stop (non sul GPL) e il TPMS (monitoraggio pressione pneumatici).

La Ford C-Max Titanium - versione da noi consigliata - conserva un prezzo molto interessante (1.750 euro più della Plus a parità di motore) ma può vantare una dotazione decisamente più ricca: alzacristalli elettrici posteriori (di serie anche sulla Plus a sette posti), cerchi in lega da 16”, climatizzatore automatico bizona, consolle centrale Premium Upgrade con bracciolo scorrevole, 2 portabicchieri coperti, presa 12V e porta CD, cruise control con limitatore di velocità, luci ambiente LED, luci diurne LED anteriori, pulsante di accensione Power Start, retrovisori elettrici in tinta riscaldati con indicatore di direzione, sedili anteriori sportivi, tappetini posteriori in velluto e Titaniumness (soglie battitacco cromate e inserti cromati interni ed esterni).

La versione più lussuosa Titanium X (non disponibile per la variante a sette posti) - caratterizzata (come sempre quando si parla di auto Ford) da un prezzo non troppo elevato - prevede un sovrapprezzo di 2.250 euro rispetto alla Titanium a parità di propulsore. La dotazione di serie di questo allestimento comprende i cerchi in lega da 17”, i fari bixeno, il sedile del guidatore regolabile elettricamente, i sedili anteriori riscaldabili, i sedili con rivestimento in pelle parziale, il SYNC 2 con touchscreen 8” e il Visibility Pack (fari automatici, sensore pioggia, specchietto retrovisore interno fotocromatico).

Ford C-Max: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della Ford C-Max. La gamma motori della monovolume statunitense è composta da otto unità: tre EcoBoost a benzina (1.0 da 100 e 125 CV e 1.5 da 150 CV), un 1.6 a GPL da 120 CV e quattro turbodiesel TDCi (1.5 da 95 e 120 CV e 2.0 da 150 e 170 CV).

Ford C-Max 1.0 EcoBoost 100 CV (20.000 euro)

La Ford C-Max 1.0 Ecoboost 100 CV (disponibile esclusivamente a cinque posti nell’allestimento “base” Plus) non è molto scattante (“0-100” in 12,6 secondi) per via del peso elevato. In compenso il propulsore sovralimentato a tre cilindri dell’Ovale Blu è molto elastico e offre una buona spinta già sotto i 2.000 giri.

Ford C-Max 1.0 EcoBoost 125 CV (da 22.750 euro)

La Ford C-Max 1.0 EcoBoost 125 CV (prezzi fino a 25.000 euro) è secondo noi la versione da acquistare (specialmente in configurazione a sette posti, ancora più versatile). Divertente nelle curve (il pianale, eccellente, è lo stesso della Focus), monta un propulsore dalla cilindrata contenuta (che consente di risparmiare sull’assicurazione RC Auto) ricco di cavalli, poco assetato (19,6 km/l dichiarati per la versione a cinque posti) e con una buona risposta anche gli alti regimi che fa passare la voglia di optare per un’alternativa a gasolio. Le note negative riguardano la carenza di brio (12,3 secondi sullo “0-100” per la 7) e di coppia (170 Nm non sono molti).

Ford C-Max 1.5 EcoBoost (26.000 euro)

La Ford C-Max 1.5 EcoBoost - disponibile esclusivamente in configurazione a cinque posti e nell’allestimento Titanium X - beve parecchio (16,4 km/l dichiarati) e potrebbe essere più elastica ai bassi regimi.

Ford C-Max 1.6 GPL (da 21.000 euro)

La Ford C-Max 1.6 GPL (prezzi fino a 22.750 euro) non è disponibile a sette posti. Il motore aspirato ha una cilindrata elevata, è povero di coppia (159 Nm) ed è fiacco ai bassi regimi ma in compenso consuma poco (12,7 km/l). Buona la capacità reale del serbatoio: 38 litri.

Ford C-Max 1.5 TDCi 95 CV (da 22.000 euro)

La Ford C-Max 1.5 TDCi 95 CV (prezzi fino a 23.750 euro) non è disponibile a sette posti ed è una variante adatta a chi vuole risparmiare il più possibile dal benzinaio.

Ford C-Max 1.5 TDCi 120 CV (da 23.000 euro)

La Ford C-Max 1.5 TDCi 120 CV (prezzi fino a 28.750 euro) è, a nostro avviso, la versione più adatta a chi non può rinunciare ad un motore a gasolio. È gradevole da guidare come le altre versioni e ospita sotto il cofano un propulsore turbodiesel ricco di cavalli e di coppia (270 Nm) molto pronto sotto i 2.000 giri.

Ford C-Max 2.0 TDCi 150 CV (da 25.750 euro)

La Ford C-Max 2.0 TDCi 150 CV (prezzi fino a 29.750 euro) punta tutto sulle prestazioni (“0-100” in 9,5 per la variante a cinque posti, 370 Nm di coppia, tanti CV) e sulla silenziosità di marcia. Il propulsore, però, ha una cilindrata elevata (buone notizie per la vostra assicurazione), beve parecchio (20,0 km/l dichiarati per la sette posti automatica) e ha un’erogazione poco convincente (si sveglia tardi, oltre i 2.000 giri, e si addormenta presto).

Ford C-Max 2.0 TDCi 170 CV (30.750 euro)

La Ford C-Max 2.0 TDCi 170 CV, disponibile solo a cinque posti, automatica e nell’allestimento Titanium X, conserva gli stessi pregi e difetti della variante da 150 CV. Tanta potenza, tanta coppia (400 Nm), grande comfort acustico e consumo elevato (20,8 km/l dichiarati) per via della massa notevole.

Ford C-Max: gli optional

La dotazione di serie della Ford C-Max Plus andrebbe a nostro avviso arricchita con tre optional fondamentali: il City Pack (500 euro, sensori di parcheggio posteriori, retrovisori ripiegabili elettricamente e alzacristalli elettrici posteriori), il Plus Pack (500 euro, cerchi design da 16”, consolle centrale Premium con bracciolo con presa 12V e porta CD, fendinebbia e tappetini in velluto posteriori) e la vernice metallizzata (700 euro).

La tinta metallizzata andrebbe acquistata anche sulla Titanium -  insieme ai sensori di parcheggio posteriori (250 euro) e  al SYNC 2 con Touch Navigation (1.000 euro) - e sulla Titanium X. Su quest’ultimo allestimento ci vorrebbero i sensori, la tinta metallizzata e il SYNC 2 con Premium Sony Touch Navigation.

Ford C-Max: guida all'acquisto

L'opinione dei lettori