• pubblicato il 28-01-2014

Mercedes classe A: guida all'acquisto

di Marco Coletto

Tutto quello che c'è da sapere sulla compatta della Stella, ben rifinita ma non molto spaziosa

La Mercedes classe A è la compatta “premium” più amata dagli italiani.

La "segmento C" della Stella ha conquistato il pubblico grazie all’elevata qualità delle sue finiture e al suo design sportivo (che, però, ha penalizzato un po’ lo spazio a disposizione dei bagagli).

In questa guida all’acquisto vi mostreremo nel dettaglio tutte le versioni della Classe A presenti in listino: prezzi, motori, accessori, prestazioni, pregi, difetti e chi più ne ha più ne metta.

Mercedes classe A: guida all’acquisto

La Mercedes classe A è un’auto perfetta per un giovane - in possesso di un budget consistente per l’acquisto di un mezzo nuovo - che vuole avvicinarsi al mondo delle Case tedesche “premium”.

L’abitacolo - ottimamente rifinito - è realizzato con materiali di qualità ben assemblati e anche gli accoppiamenti dei pannelli della carrozzeria rasentano la perfezione.

La praticità non è il punto di forza della “segmento C” Mercedes: se è vero che i passeggeri posteriori hanno abbastanza centimetri a disposizione delle gambe è altrettanto vero che manca “aria” nella zona della testa e che il bagagliaio è uno dei meno capienti della categoria.

Gli allestimenti della Classe A

La dotazione di serie della Classe A, poi, va arricchita attingendo al listino degli optional.

Quella dell’allestimento “entry-level” Executive comprende - tra le altre cose - gli airbag frontali, laterali, a tendina e per le ginocchia, i cerchi in acciaio, il climatizzatore automatico, i dispositivi ATTENTION ASSIST (che protegge dai colpi di sonno) e COLLISION PREVENTION ASSIST (che segnala il mancato rispetto della distanza di sicurezza) e l’ESP.

Il pacchetto Sport (720 euro per le AUTOMATIC, 1.620 euro per la 180 e 1.420 euro per tutte le altre) aggiunge i cerchi in lega da 17” a cinque doppie razze, la mascherina cromata e il volante in pelle a tre razze.

Quello Premium (3.330 euro per le AUTOMATIC, 3.770 euro per le 200 e 3.930 per tutte le altre) risponde invece con i cerchi in lega da 18”, la radio con Bluetooth, i sedili sportivi con cuciture a contrasto rosse e gli specchietti ripiegabili elettricamente.

Mercedes Classe A: tutti i modelli a listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della Mercedes classe A. La gamma motori della compatta tedesca è composta da otto unità: quattro a benzina (1.6 da 122 e 156 CV e 2.0 da 211 e 360 CV) e quattro turbodiesel CDI (1.5 da 90 e 109 CV, 1.8 da 136 CV e 2.1 da 170 CV).

Mercedes A 180 (da 23.630 euro)

La Mercedes A 180 è il modello d’accesso alla gamma della vettura tedesca. Il motore 1.6 a benzina da 122 CV e 200 Nm di coppia è molto pronto ai bassi regimi, scattante (202 km/h di velocità massima e 9,2 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h) e parco nei consumi (18,2 km/l) nonostante il peso elevato.

Mercedes A 200 (da 27.870 euro)

La Mercedes A 200 è, a nostro avviso, la scelta migliore (a patto che non percorriate troppi chilometri per lavoro). Monta un motore 1.6 da 156 CV e 250 Nm di coppia che conserva gli stessi pregi dell’unità meno potente precedentemente analizzata  - elasticità, consumi identici - ma è in grado di offrire più brio (224 km/h di velocità massima e 8,4 secondi sullo “0-100”). Il tutto garantendo un livello elevato di comfort.

Mercedes A 250 (da 33.670 euro)

Con la Mercedes A 250 si sale di cilindrata - il motore è un 2.0 da 211 CV e 350 Nm di coppia abbinato ad un cambio automatico a sette rapporti - e aumenta decisamente la vivacità: 240 km/h di velocità massima e 6,6 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari. I consumi, però, crescono: 16,4 km/l.

Mercedes A 45 AMG (44.660 euro)

La Mercedes A 45 AMG non è una classe A come tutte le altre: innanzitutto ha la trazione integrale e poi monta un possente motore 2.0 da 360 CV e 450 Nm di coppia che garantisce prestazioni degne di una supercar: 250 km/h di velocità massima e uno “0-100” effettuato in 4,6 secondi. I consumi? 14,5 km/l.

Facile distinguerla dalle altre compatte della Stella: esteticamente spiccano i cerchi in lega da 18” a cinque doppie razze verniciati in grigio titanio e torniti con finitura a specchio e le cinture di sicurezza rosse mentre per quanto riguarda la dotazione di serie segnaliamo l’assetto ribassato di 15 mm e i fari bixeno.

Mercedes A 160 CDI (da 23.920 euro)

La Mercedes A 160 CDI è l’unica classe A guidabile anche dai neopatentati: merito del motore turbodiesel da 90 CV ricco di coppia (220 Nm), pronto ai bassi regimi e al tempo stesso amante della zona rossa del contagiri e poco assetato (26,3 km/l).

Le prestazioni, a dire il vero, non sono eccezionali (180 km/h e 13,8 secondi per passare da 0 a 100 km/h) e la cilindrata di 1,5 litri in un panorama automobilistico in cui molte rivali ottengono la stessa potenza con un 1.4 può essere svantaggiosa dal punto di vista assicurativo. I prezzi di listino, poi (23.920 euro per la Executive, 25.340 per la Sport - variante che ci sentiamo di consigliarvi - e 27.850 euro per la Premium), sono decisamente elevati.

Mercedes A 180 CDI (da 24.750 euro)

La Mercedes A 180 CDI è una scelta razionale: il motore 1.5 turbodiesel da 109 CV e 260 Nm di coppia ha una cilindrata contenuta e offre consumi (identici alla 160 CDI) bassissimi.

Il prezzo di 24.750 euro della versione “base” Executive è molto conveniente per il tipo di vettura, un po’ troppo alta invece (28.680 euro) la cifra necessaria per portarsi a casa la più lussuosa Premium.

Mercedes A 200 CDI (da 27.518 euro)

Uno dei pochi pregi della Mercedes A 200 CDI è, a nostro avviso, la cilindrata contenuta: il motore è infatti un 1.8 turbodiesel che però genera solo 136 CV e 300 Nm di coppia. Un po’ pochi se si considera che il peso della vettura sfiora i 1.500 kg. Le prestazioni (210 km/h di velocità massima e 9,3 secondi sullo “0-100) e i consumi (23,3 km/l) sono nella media del segmento.

Mercedes A 220 CDI (da 35.350 euro)

La versione a gasolio di punta della classe A - la Mercedes A 220 CDI - è disponibile solo con un cambio automatico a sette rapporti. Una trasmissione ben realizzata che consente di ottenere consumi più bassi della 200 CDI (23,8 km/l) pur potendo vantare ben 34 CV in più.

ll motore è un 2.1 turbodiesel da 170 CV che permette alla compatta della Stella di raggiungere i 220 km/h di velocità massima e di accelerare da 0 a 100 chilometri orari in 8,2 secondi.

Mercedes classe A: gli optional

La classe A è - come tutte le Mercedes - un’auto ampiamente personalizzabile. Alla voce “sicurezza”, ad esempio, è possibile aggiungere alla già ricca dotazione accessori come gli airbag laterali posteriori (448 euro) e il Blind Spot Assist (549 euro).

Tutti i clienti della “segmento C” di Stoccarda possono inoltre migliorare la loro guida partecipando ai corsi AMG Driving Academy: quello “Base” (1.342 euro, 1 giorno) serve ad avvicinarsi al mondo AMG, il “Neve” (2.400 euro, 2 giorni, con escursioni in motoslitta, passeggiate a cavallo e beauty farm) ad aumentare la padronanza della vettura sulle superfici a scarsa aderenza, l’”Avanzato” (2.684 euro, 1 giorno) ad acquisire maggiore confidenza nelle situazioni più impegnative e il “Pro” (4.514 euro, 2 giorni) a migliorare le proprie prestazuoni con l’aiuto di piloti professionisti e della telemetria.

Chi acquista una Mercedes A 45 AMG può, infine, migliorare ulteriormente le prestazioni della propria vettura: il pacchetto AMG Driver’s Package (2.318 euro), ad esempio, innalza la velocità massima a 270 km/h mentre l’impianto di scarico Performance AMG (610 euro) valorizza il sound.

Mercedes classe A: guida all'acquisto

L'opinione dei lettori