• pubblicato il 25-11-2016

Volkswagen Polo: guida all'acquisto

Tutto quello che c'è da sapere sulla piccola tedesca: prezzi, motori, pregi e difetti

La Volkswagen Polo - arrivata alla quinta generazione - è una piccola molto apprezzata dal pubblico e dalla critica (nel 2010 si è aggiudicata il prestigioso riconoscimento di Auto dell’Anno) che ha saputo oltretutto farsi valere nel motorsport. Negli ultimi quattro anni la “segmento B” di Wolfsburg ha infatti vinto ben otto Mondiali rally WRC (quattro Piloti con Sébastien Ogier e quattro Costruttori).

In questa guida all’acquisto vi mostreremo nel dettaglio tutte le versioni presenti in listino: prezzi, motori, accessori, prestazioni, pregi, difetti e chi più ne ha più ne metta.

Volkswagen Polo: guida all’acquisto

La quinta serie della Volkswagen Polo è disponibile a tre porte (come quella che ha dominato nei rally) o a cinque porte e può vantare un design realizzato dal nostro Walter de Silva. Realizzata sullo stesso pianale delle “cugine” Audi A1, Seat Ibiza e Skoda Fabia, presenta finiture estremamente curate e dimensioni esterne non troppo ingombranti (meno di quattro metri di lunghezza) che consentono di parcheggiarla senza problemi.

Una piccola teutonica che accusa il peso degli anni - è nata nel 2009 ed è stata sottoposta ad un restyling nel 2014 - solo alla voce “versatilità”: i passeggeri posteriori hanno pochi centimetri a disposizione delle gambe e delle spalle e il bagagliaio potrebbe essere più capiente.

Gli allestimenti della Volkswagen Polo

Gli allestimenti della Volkswagen Polo - tutti avari di accessori, a dire il vero - sono cinque: Trendline, Comfortline, Highline, Cross e GTI. La versione “base” offre il sistema Anti Collisione Multipla, il sistema di rilevazione della stanchezza “Fatigue Detection”, la radio “Composition Touch” con display touchscreen da 5”, lettore MP3, SD Card, AUX-IN e 4 altoparlanti, il climatizzatore manuale, la chiusura centralizzata con comando a distanza e specchietti retrovisori esterni regolabili e riscaldabili elettricamente, il display multifunzione, i cerchi in acciaio da 14” e la spia controllo pressione pneumatici.

La variante Comfortline (quella che ci sentiamo di consigliare) costa 950 euro più della Trendline a parità di motore e aggiunge la radio “Composition Colour” con display touchscreen a colori da 5”, lettore CD/MP3, SD card, AUX-IN e 8 altoparlanti, il sedile posteriore abbattibile 40/60, i cerchi in acciaio da 15”, gli interni dedicati, le finiture cromate e il sedile conducente regolabile in altezza. La Highline (1.400 euro più della Comfortline a parità di propulsore) risponde con: radio “Composition Media” con display touchscreen da 6,5”, porta USB, lettore CD/MP3, SD card, AUX-IN, Bluetooth e 6 altoparlanti, cerchi in lega da 16” “Portago” bruniti, fari fendinebbia, volante, pomello, leva del cambio in pelle, bracciolo centrale anteriore, display multifunzione “Plus” e portaoggetti sotto i sedili anteriori.

La Volkswagen Polo Cross prevede un sovrapprezzo di 550 euro rispetto alla Highline a parità di motore e si distingue dalle varianti “normali” per un look che strizza l’occhio al mondo delle SUV: assetto rialzato di 1,5 cm, cerchi in lega esclusivi da 17”, protezioni laterali e frontali, mancorrenti cromati sul tetto, radio “Composition Colour” con display touchscreen a colori da 5”, lettore CD/MP3, SD card, AUX-IN e 8 altoparlanti, fari fendinebbia, volante in pelle traforata e cuciture a contrasto, sedili esclusivi con caratterizzazione “Cross” e cassetti portaoggetti sotto i sedili anteriori, display multifunzione e specchietti retrovisori esterni cromati.

La sportiva (nonché cara) GTI punta sul look aggressivo: cerchi in lega “Parabolica” da 17”, radio “Composition Media” con display touchscreen a colori da 6,5”, porta USB, lettore CD/MP3, SD card, AUX-IN, Bluetooth e 8 altoparlanti, volante sportivo a 3 razze, in pelle con cuciture rosse e decorazioni in alluminio, rivestimenti dei sedili “Clark” a quadretti con cuciture rosse, cielo, maniglie di appiglio, aletta parasole e rivestimento del montante tetto neri, griglia del radiatore nera con finiture rosse e cromate con logo GTI, fari fendinebbia, sedili sportivi anteriori, battitacco personalizzato, gruppo ottico posteriore rosso scuro e doppio terminale di scarico cromato.

Volkswagen Polo: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della Volkswagen Polo. La gamma motori della piccola tedesca è composta da sette unità: cinque a benzina (1.0 da 60, 75 e 110 CV, 1.2 da 90 CV e 1.8 da 190 CV) e due 1.4 turbodiesel TDI da 75 e 90 CV.

Volkswagen Polo 1.0 60 CV (da 12.850 euro)

La Volkswagen Polo 1.0 60 CV (prezzi fino a 13.500 euro) non è un mostro di potenza e questo spiega lo “0-100” non particolarmente esaltante (15,5 secondi). Ottima, in compenso, la prontezza ai bassi regimi.

Volkswagen Polo 1.0 75 CV (15.350 euro)

La Volkswagen Polo 1.0 75 CV (disponibile esclusivamente a cinque porte nell’allestimento Comfortline) offre 15 CV in più della versione “base” ma per ottenerli bisogna tirare le marce. Carente di coppia ma poco assetata di carburante (19,6 km/l dichiarati), ospita sotto il cofano un propulsore dalla cilindrata contenuta utile per chi vuole risparmiare sull’assicurazione RC Auto. I cilindri sono solo tre (come sulla variante da 60 CV) ma l’abitacolo ottimamente insonorizzato regala una grande sensazione di comfort.

Volkswagen Polo 1.2 TSI (da 15.600 euro)

La Volkswagen Polo 1.2 TSI (prezzi fino a 19.700 euro) è, a nostro avviso, la versione da acquistare della piccola di Wolfsburg. Nelle curve non è molto agile ma il silenziosissimo motore turbo da 90 CV regala prestazioni vivaci (10,8 secondi sullo “0-100”) e una risposta eccezionale ai bassi regimi.

Volkswagen Polo 1.0 TSI (18.900 euro)

La Volkswagen Polo 1.0 TSI - disponibile solo a cinque porte nell’allestimento Highline - è adatta a chi non si accontenta delle prestazioni offerte dalla 1.2 TSI. 110 CV di potenza e meno di 10 secondi (9,3 per la precisione) per scattare da 0 a 100 chilometri orari.

Volkswagen Polo 1.8 (da 22.350 euro)

La Volkswagen Polo 1.8 (prezzi fino a 24.500 euro) - meglio nota con la sigla GTI - è una piccola sportiva caratterizzata da un motore elastico (ma penalizzato da una cilindrata elevata che aumenta i costi assicurativi) e da un comfort ineguagliabile nel segmento. Va detto, però, che molte concorrenti sono più divertenti e reattive nel misto stretto.

Volkswagen Polo 1.4 TDI 75 CV (da 15.700 euro)

La Volkswagen Polo 1.4 TDI 75 CV (prezzi fino a 17.500 euro) monta un motore vivace (12,9 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h) e pronto ai bassi regimi. L’ottimo lavoro di insonorizzazione dell’abitacolo attenua il rumore proveniente dai tre cilindri.

Volkswagen Polo 1.4 TDI 90 CV (da 18.000 euro)

La Volkswagen Polo 1.4 TDI 90 CV (prezzi fino a 21.450 euro) è, secondo noi, la versione diesel da acquistare. Silenziosa (più come abitacolo che come sound proveniente dal motore) ed elastica come la variante da 75 CV, offre 15 CV e (soprattutto) 20 Nm di coppia in più. Valori che non incidono più di tanto sullo spunto ma che regalano una maggiore sensazione di reattività. Più orientata al comfort che al piacere di guida (come tutte le Polo, del resto), non è una campionessa di consumi: la versione Cross DSG, per via del peso elevato e del cambio automatico, dichiara percorrenze pari a 27,0 km/l dichiarati.

Volkswagen Polo: gli optional

La dotazione di serie della Volkswagen Polo andrebbe arricchita con la vernice metallizzata (560 euro). Sulla Trendline aggiungeremmo il Design Pack (850 euro, cerchi in lega da 15”, vetri posteriori e lunotto oscurati e fendinebbia) mentre sulla Comfortline il Comfort Pack (540 euro, fendinebbia, sensori di parcheggio e cruise control).

Sulla Highline e sulla Cross ci vorrebbero il navigatore (770 euro) e il Tech&Sound Pack (300 euro, 500 euro per la Cross, radio “Composition Media”, Bluetooth, porta USB, App-Connect, fendinebbia, sensori di parcheggio e cruise control). Sulla GTI, oltre al navigatore, acquisteremmo il Comfort Pack (405 euro, sensori di parcheggio e cruise control).

Volkswagen Polo: guida all'acquisto

L'opinione dei lettori