• pubblicato il 30-10-2015

Volkswagen up!: guida all'acquisto

Tutto quello che c'è da sapere sulla citycar tedesca: prezzi, motori, pregi e difetti

La Volkswagen up!, gemella di Seat Mii e Skoda Citigo, è una delle citycar più interessanti in commercio: si distingue dalle sorelle per alcuni dettagli estetici (i vetri laterali posteriori della versione a tre porte, ad esempio, sono più piccoli ma hanno un design più originale) e per il prezzo leggermente più alto.

In questa guida all’acquisto dedicata alla “baby” di Wolfsburg vi mostreremo nel dettaglio tutte le versioni presenti in listino (compresa l’elettrica e-up!): prezzi, motori, accessori, prestazioni, pregi, difetti e chi più ne ha più ne metta.

Volkswagen up!: guida all’acquisto

Lo stile razionale unito ad un efficace sfruttamento degli spazi ha reso la Volkswagen up! una delle più versatili citycar in circolazione: in poco più di tre metri e mezzo di lunghezza i tecnici tedeschi sono riusciti a ricavare un abitacolo molto ampio e un bagagliaio piuttosto capiente con tutti e quattro i posti occupati (251 litri).

Le finiture sono curate (la plancia è realizzata con plastiche rigide - come la stragrande maggioranza delle concorrenti - ma di buona qualità e ben assemblate), anche se sulla variante a cinque porte i finestrini posteriori con apertura a compasso sono un po’ “cheap”, e la sicurezza è garantita dalle cinque stelle ottenute nei crash test Euro NCAP.

Gli allestimenti della Volkswagen up!

Gli allestimenti della Volkswagen up! sono cinque - take, move, club, high e cross - ma i primi quattro non sono molto ricchi se paragonati a quanto offerto dalla concorrenza.

La versione “entry level” take - consigliata a chi vuole risparmiare il più possibile e non disponibile con il motore 1.0 da 75 CV - è conveniente e comprende alzacristalli elettrici anteriori, attacchi Isofix, cerchi in acciaio da 14”, chiusura centralizzata con telecomando, ESP e sistema di navigazione e infotainment portatile integrato maps+more con Bluetooth. La move costa 1.050 euro in più a parità di motorizzazione e aggunge alla dotazione i cerchi in lega da 15”, il climatizzatore manuale, il dash pad sulla plancia in colore nero perla, il Drive Pack (cruise control, display multifunzione e sensori di parcheggio posteriori), i fendinebbia, le maniglie e gli specchietti retrovisori in tinta con la carrozzeria e gli specchietti esterni regolabili e riscaldabili elettricamente.

Le Volkswagen up! club e high sono piuttosto costose: la prima (700 euro più della move a parità di motore) può vantare l’autoradio CD MP3 Aux-In, il cielo nero, il dash pad a colori, i fendinebbia, le finiture laterali cromate o grigio scuro, i listelli battitacco con logo up!, la pelle usata per volante e pomelli del cambio e del freno a mano, il rivestimento sedili in stoffa “Tartan” e gli specchietti retrovisori argento mentre la seconda (non disponibile con il propulsore 1.0 da 60 CV) costa tra i 500 e i 600 euro più della club e risponde con l’assetto sportivo, i cerchi in lega da 16”, il Sound Pack, gli specchietti retrovisori cromati, i vetri posteriori oscurati e il volante e il pomello del cambio in ecopelle.

La versione cross (1.250 euro più della high) strizza l’occhio al mondo delle SUV: disponibile solo a cinque porte ed esclusivamente con il motore 1.0 a benzina da 75 CV, si distingue dalle “cugine” per l’assetto rialzato di 1,5 cm (che contribuisce a penalizzare i consumi di carburante), per il colore argento usato per i mancorrenti sul tetto e per le calotte degli specchietti retrovisori e per il Safety Pack (sistema di frenata di emergenza City e airbag passeggero disattivabile).

Volkswagen up!: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della Volkswagen up!. La gamma motori della citycar tedesca è composta da tre unità 1.0 a tre cilindri: due a benzina da 60 e 75 CV e una eco a metano da 68 CV.

Volkswagen up! 1.0 60 CV (da 11.150 euro)

La Volkswagen up! 1.0 60 CV (prezzi fino a 14.200 euro) ospita sotto il cofano un motore non molto potente e tutt’altro che brioso (14,4 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h) ma piuttosto pronto ai bassi regimi. A nostro avviso è l’unità più adatta per chi vuole acquistare la “baby” teutonica.

Volkswagen up! 1.0 75 CV (da 12.750 euro)

La Volkswagen up! 1.0 75 CV (prezzi fino a 16.500 euro) monta un propulsore silenzioso, ricco di cavalli e vivace (“0-100” in 13,2 secondi). La spinta migliore rispetto al 60 CV si nota soprattutto agli alti regimi.

Volkswagen up! 1.0 eco (da 13.750 euro)

La Volkswagen up! 1.0 eco a metano (prezzi fino a 16.600 euro) da 68 CV monta due serbatoi di gas posizionati nel sottoscocca con una capienza complessiva di 11 kg (un valore di tutto rispetto) e un serbatoio di riserva da 10 litri di benzina. Alla guida non si avverte in alcun modo l’incremento di peso dovuto alla presenza delle bombole, anzi: è davvero difficile trovare un’auto a gas naturale più agile di lei.

Volkswagen up!: gli optional

La dotazione di serie della Volkswagen up! take andrebbe arricchita, a nostro avviso, con tre optional fondamentali: il climatizzatore manuale (605 euro), il Safety Pack (240 euro: airbag passeggero disattivabile e frenata di emergenza City) e la vernice metallizzata (480 euro). Questi ultimi due accessori andrebbero acquistati anche su move, club e high (a cui aggiungeremmo lo “sfizioso” tetto apribile: 870 euro). La vernice metallizzata va aggiunta anche sulla cross.

Volkswagen e-up!: guida all’acquisto

La Volkswagen e-up!, variante elettrica della up!, è disponibile esclusivamente a cinque porte e si differenzia esteticamente dalle versioni normali della citycar di Wolfsburg per le originali luci diurne a LED, per l’assenza del contagiri, per i sedili grigio chiaro con doppie cuciture blu a contrasto e per gli inserti in pelle sul volante, sulla leva del cambio e su quella del freno a mano.

L’allestimento della Volkswagen e-up!

La dotazione di serie della Volkswagen e-up! comprende il cavo per ricarica Mode 2/3, i cerchi in lega da 15”, il climatizzatore automatico, il Drive Pack, il parabrezza riscaldabile, la presa di ricarica Fast Charge Combo CA/CC, il Safety Pack, i sedili anteriori riscaldabili, il sistema di navigazione e infotainment portatile integrato maps+more con servizi Car-Net “e-Remore” per 36 mesi e Bluetooth, il Sound Pack, i vetri posteriori oscurati e il volante e il pomello del cambio in ecopelle.

Volkswagen e-up!: il motore

La Volkswagen e-up! monta un motore elettrico da 82 CV e 210 Nm di coppia alimentato da batterie agli ioni di litio con una capacità di 18,7 kWh. Gli accumulatori possono essere ricaricati collegando il veicolo ad una qualsiasi presa di corrente a 230V con una potenza di 2,3 kW (8-10 ore, tempo che può ridursi a 6-8 ore nel caso in cui si utilizzi una wallbox domestica da 3,6 kW).

Il sistema di ricarica combinato CCS (Combined Charging System) sfrutta la corrente continua e quella alternata e con la modalità rapida bastano 30 minuti per recuperare l’80% dell’energia. L’autonomia dichiarata è di 160 km e sono previste tre modalità di guida: Normal, Eco (potenza limitata a 68 CV e velocità di 115 km/h) e Eco+ (54 CV, 90 km/h di velocità e niente climatizzatore).

Volkswagen e-up!: gli optional

La dotazione di serie della Volkswagen e-up! andrebbe integrata a nostro avviso con due optional: il tetto apribile (870 euro) e la vernice metallizzata (480 euro).

Volkswagen up!: guida all'acquisto

L'opinione dei lettori