• pubblicato il 03-07-2011

Bmw serie 6 Cabrio: morbidezza scattante

di Andrea Rapelli

Morbidezza scattante

IN BREVE
     
Comfort
Tra isolamento acustico della capote e sospensioni non c’è nulla di cui lamentarsi.
     
Costi
Il prezzo base è alto e c’è ancora qualche optional di troppo a pagamento.
     
Piacere di guida
Rimane una BMW anche sul misto, ma il peso, nelle curve strette, complica un po’ le cose.
     
Ambiente
L’EfficientDynamics fa miracoli: emissioni contenute e consumi dichiarati da berlina.

Sono lontani i tempi in cui l’auto era solo puro piacere. Oggi la scelta si basa su molteplici esigenze, che mirano principalmente alla praticità piuttosto che ad appagare i sensi. Per questo, ogni tanto, fa piacere prendere in considerazione modelli che fanno ancora sognare: la 6 cabrio è uno di questi. Ricordate il controverso taglio della coda della serie precedente? Dimenticatevelo. Per la carrozzeria, il centro stile, capitanato da Adrian Van Hooydonk, ha lavorato seguendo ultimi stilemi BMW ispirandosi, dicono a Monaco, all’acqua che scorre. All’interno i miglioramenti continuano con la massiccia e altissima plancia, che volendo può essere interamente rivestita in pelle (1.800 euro) e che racchiude il nuovo schermo da 10,2 pollici del navigatore, ispirato ai televisori flat-screen. Completamente inediti sono anche i sedili, capaci di accogliere fino a 4 passeggeri. Tenete però presente che, se volete salire sulle poltrone posteriori con la capote chiusa, qualche contorsione sarà necessaria. Ovviamente, il massimo del piacere di guida di questa BMW si ricava viaggiando in due, magari in dolce compagnia.

C’è troppo sole e il vento le scompiglia la messa in piega? Nessun problema. Abbassando il piccolo lunotto, all’interno avrete una brezza perfetta, senza vortici. Se, invece, volete gustare appieno il tramonto, basterà scendere sotto i 40 km/h e, premendo un tasto, potrete aprire completamente l’auto. Se vi piace andare a capote aperta anche alle alte velocità, tenete però presente che al di sopra degli 80 km/h è consigliabile utilizzare il frangivento (380 euro), altrimenti i vortici d’aria diventano piuttosto fastidiosi. Per la nostra prova abbiamo scelto il più piccolo dei motori disponibili, il 3 litri che, grazie a turbo, iniezione diretta e sistema Valvetronic, offre comunque 320 CV, una potenza più che sufficiente per muoversi con disinvoltura e, quasi, in modo sportivo.

Comunque, questa grossa cabrio ha bisogno di spazi ampi per esprimersi al meglio. A causa delle dimensioni, certo, ma pure per il peso (1.915 kg) non proprio da libellula. Sui percorsi misti sfocia, infatti, in un placido sottosterzo non appena si forza il ritmo, anche scegliendo la modalità Sport del Driving Dynamic Control (di serie), che setta specificamente sterzo, risposta dell’acceleratore e rigidità delle sospensioni. Il rimedio è l’Integral Active Steering (le quattro ruote sterzanti, optional a 2.000 euro), col quale lo sterzo diventa rapidissimo e la maneggevolezza migliora, anche se il peso continua, purtroppo, a rovinare il gioco. Meglio, quindi, godersi la nuova 6 cabrio a passeggio, con l’intrinseca consapevolezza che a ogni minima pressione sul pedale del gas di questa convertibile corrisponderà uno scatto vellutato, ma corposo, pronto a tirarvi fuori dai pasticci in un lampo. Naturalmente, non manca il consueto coro di angeli custodi elettronici: controllo cambio corsia, segnalatore sorpasso pericoloso, telecamere che vedono anche al buio, fari allo xeno intelligenti. Il tutto, però, a pagamento, per un totale che s’aggira sui 4.200 euro.

SCHEDA TECNICA
  • N. cilindri/cilindrata
    6/2.979 cc
  • Potenza
    235 kW/320 CV
  • Coppia
    450 Nm a 1.300 giri/min
  • Cambio
    automatico a 8 rapporti
  • Trazione
    posteriore
  • Velocità max
    250 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    5,7 secondi
  • Consumo misto
    12,7 km/l
  • Emissioni CO2
    185 g/km
  • Dimensioni
    4,89/1,89/1,37 m
  • Bagagliaio
    300/350 litri
  • Bollo
    780,45 euro
IDENTIKIT
Bmw serie 6 Cabrio: morbidezza scattante

L'opinione dei lettori