Nissan Qashqai Tre quarti anteriore
  • pubblicato il 17-01-2012

Nissan Qashqai, iniezione di tecnologia: un nuovo motore e 4 telecamere

di Paolo Gavazzi

Un turbodiesel da 1.600 cc scattante ed ecologico. E occhi magici per controllare ovunque la strada.

IN BREVE
     
Comfort
Il nuovo motore non è troppo rumoroso e le vibrazioni sono contenute.
     
Costi
Consuma il 24% in meno rispetto al 2.0 dCi. I prezzi variano da 23.250 a 29.630 euro.
     
Piacere di guida
Il nuovo 1.6 dCi sa essere parco, ma anche divertente: la sua risposta è ottima, persino grintosa.
     
Ambiente
Da 155 a 119 grammi di CO2 è decisamente un bel passo avanti per il diesel Nissan.

Ufficiale: Nissan vuole diventare il primo marchio asiatico in Europa. E ha già annunciato un programma di profondo cambiamento: 15 innovazioni l’anno e gamma totalmente rinnovata entro il 2016.

Ovvio che non vadano trascurati i modelli attuali, per confermarne le doti vincenti, come Qashqai.

Che sia un grande successo lo dicono i numeri: in meno di cinque anni le vendite europee hanno superato il milione di unità.

Ma quello che fa ancora più piacere agli uomini Nissan è che l’80% dei nuovi clienti si sono avvicinati al marchio per la prima volta. Una cifra molto confortante.

La prima novità è concreta, un motore destinato a recitare un ruolo da protagonista. È il nuovo 1.6 dCi (già montato su alcuni modelli Renault) che rientra nella strategia Nissan Pure Drive, riassunta in modo sintetico nella formula: più piacere di guida, meno CO2. Del resto il 1.6 diesel si presenta con una scheda tecnica sorprendente.

Tecnicamente è un “motore quadro” (80 mm di alesaggio per 79,5 di corsa), il che consente la presenza di valvole dalle dimensioni generose.

Di conseguenza, la gestione termica risulta più efficace e garantisce maggior potenza con consumi minori. Il nuovo diesel è motivo di vanto per i tecnici Renault-Nissan per lo start&stop, il ricircolo dei gas di scarico e per i 30 brevetti che lo riguardano.

Un motore che alla prova si rivela davvero divertente. Pronto, sin quasi rabbioso se non si dosa il gas con parsimonia. Il suo unico limite è che ha un arco di utilizzo non molto ampio e a 5.000 giri ha dato tutto.

Del resto, la Qashqai è una vettura da guidare senza eccessi, così da apprezzarne la vivacità, il comfort e la silenziosità. Le sue doti rimangono intatte, dalla sicurezza alla tenuta, all’ottima guidabilità complessiva.

Ma le novità non sono finite. Sta per arrivare una versione bifuel (benzina-gpl). E poi, atteso per la primavera, ma già mostrato, c’è il nuovo Monitor Around View (AVM): un optional da circa 500 euro ben spesi.

Si tratta di due telecamere nei retrovisori esterni, una nella calandra e una nel portellone posteriore, che sorvegliano la vettura e offrono un controllo a 360 gradi tramite un monitor (come si può vedere nelle immagini della gallery).

E c’è persino la miracolosa visuale dall’alto che oggi compare solo su vetture più nobili (la VW Touareg, per esempio). Davvero molto comodo per parcheggiare in tutta sicurezza.

SCHEDA TECNICA
  • N. cilindri/cilindrata
    4/1.598 cc
  • Potenza
    96 kW/130 CV
  • Coppia
    320 Nm a 1.750 giri
  • Cambio
    manuale a 6 marce
  • Trazione
    anteriore
  • Velocità max
    190 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    10,3 secondi
  • Consumo misto
    22,2 km/l
  • Emissioni CO2
    119 g/km
  • Dimensioni
    4,33/1,78/1,61 m
  • Bagagliaio
    410/1.515 dm3
  • Bollo
    247,68 euro
IDENTIKIT
Nissan Qashqai, iniezione di tecnologia: un nuovo motore e 4 telecamere

L'opinione dei lettori