Renault Clio Retro
  • pubblicato il 26-11-2012

Renault Clio: ora se la gioca con più stile

di Alessandro Ferrari

Ora se la gioca con più stile

IN BREVE
     
Comfort
I sedili sono comodi e le sospensioni sono rigide al punto giusto per assorbire e non disturbare.
     
Costi
Costa meno delle concorrenti dirette di pari potenza e ha una buona dotazione di accessori.
     
Piacere di guida
Comportamento brillante ma meno sportivo di quanto promette il look.
     
Ambiente
Stop e start sulla Energy, cilindrata bassa e turbo insieme danno ottimi risultati.

Una cosa è certa: l’intervento di Laurens van den Acker, l’olandese che ha sostituito Patrick Le Quement al vertice del Centro Stile Renault, è stato dirompente.

La nuova Clio ha una personalità molto forte, persino troppo con quel muso così pronunciato e quei giochi di superfici concave e convesse sulle fiancate, al punto che conviene scegliere con accortezza il colore e le finiture esterne.

Il giallo è davvero “un pugno nell’occhio”, meglio il rosso o il blu.

E meglio i pannelli di finitura grigi opachi e non neri lucidi, che troviamo poco adatti a un pubblico dai gusti pacati e in età più matura.

Non dimentichiamo che la Clio è uno di quei modelli definiti generalisti, che devono soddisfare le esigenze del maggior numero di clienti possibile.

Osservandola di lato, troviamo bello il profilo e originale il terzo piccolo finestrino, sostanzialmente inutile, ma carino da vedere.

L’impressione, rispetto alla poco fortunata versione attuale, è quella di un’auto moderna, con un look un po’ forzato per i motori disponibili al momento, ma che ben si sposerà con le versioni sportive che arriveranno a partire dal 2013, prima fra tutte la RS.

La sensazione di originalità e di modernità esasperata si ritrova anche all’interno, con la console centrale che sembra un grande iPad annegato nella plancia.

E proprio come nei tablet, il display centrale consente di accedere ai servizi di bordo, di collegare il telefono, di connettersi al navigatore e persino di cambiare la tonalità sonora all’interno dell’auto, interagendo con gli altoparlanti dell’impianto hi-fi.

L’entusiasmo si spegne un po’ esaminando il resto dell’abitacolo, dove lo spazio, specialmente nella zona posteriore, è ordinario per un’auto di questa fascia di mercato e dove i pannelli di plastica rigida (spesso un po’ troppo) dei rivestimenti danno un aspetto piuttosto economico all’insieme.

Per ridare tono occorre scegliere soluzioni colorate e pannelli speciali, peraltro disponibili in una varietà davvero notevole.

Tutto nuovo è anche il motore di 0,9 litri, un bel tre cilindri turbo da 90 CV che, per il momento, è l’unico benzina disponibile, in attesa della versione da 120 CV accoppiata al cambio automatico che andrà sulla GT, attesa per il prossimo anno.

Su strada, nonostante la cilindrata, questo motore ha un carattere piuttosto vivace e una rumorosità contenuta.

Il contralbero di equilibramento riesce a smorzare in modo efficace le vibrazioni e quindi la tipica rombosità di questo tipo di frazionatura emerge solo nelle riprese da bassa velocità.

Le prestazioni sono di buon livello sia in città che nelle strade extraurbane.

Un calo abbastanza repentino si avverte in salita, dove è meglio scalare di una o due marce per mantenere inalterato lo smalto della vettura francese.

La tenuta di strada, come di consueto nella Clio, non presta il fianco a critiche e anche il comfort è buono.

Le sospensioni normalmente hanno un buon grado di assorbimento, a parte qualche “colpo” quando le ruote incontrano irregolarità improvvise dell’asfalto.

SCHEDA TECNICA
  • N. cilindri/cilindrata
    3/899 cc
  • Potenza
    66 kW/90 CV a 5.000 g/m
  • Coppia
    135 Nm a 2.500 g/m
  • Cambio
    manuale a 5 marce
  • Trazione
    anteriore
  • Velocità max
    185 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    11,8 secondi
  • Consumo misto
    22,2 km/l
  • Emissioni CO2
    105 g/km
  • Dimensioni
    4,06/1,73/1,45 m
  • Bagagliaio
    300/1.146 dm3
  • Bollo
    170,28 euro
IDENTIKIT
Renault Clio: ora se la gioca con più stile

L'opinione dei lettori