Renault Kangoo Tre quarti anteriore
  • pubblicato il 18-07-2013

Renault Kangoo: sempre meno furgoncino

di Stefano Cossetti

Sempre meno furgoncino

IN BREVE
     
Comfort
Buono il filtraggio delle sospensioni, invece il motore ai bassi regimi si fa sentire.
     
Costi
Il prezzo di listino è già piuttosto alto. Inoltre, molti utili accessori vanno pagati a parte.
     
Piacere di guida
Su strada è quasi sorprendente per le capacità dinamiche e per la quasi assenza di rollio.
     
Ambiente
Motore aggiornato e dispositivo stop&start assicurano basse emissioni.

La madre di famiglia, con un figlio e libera professionista, la identifica come uno strumento dalla doppia identità: lavoro e tempo libero, con uno sguardo al look che non guasta mai.

Invece, il manager, pur apprezzandone lo spirito, stenta nell’immaginarsi alla guida di questo veicolo.

Parole di entusiasmo, infine, dal fotografo professionista appassionato di montagna, che appena può molla tutto e va a scalare sulle Dolomiti.

Tre persone diverse e tre diverse considerazioni sulla Kangoo Extrem restyling, che abbiamo raccolto durante la prova.

Il nostro giudizio? Certamente abbiamo a che fare con un veicolo poliedrico e con non poche qualità e qualche difetto: il sedile della Kangoo non si regola in altezza e lo sterzo non ha la regolazione della profondità.

Però la vita a bordo sembra confortata dal miglioramento della qualità e da interessanti accessori, tra cui il sistema R-Link con schermo touch, per la verità poco facile da impostare durante la guida.

Sotto il cofano è alloggiato l’ormai noto 1.5 dCi da 90 CV dotato di stop&start e di altri dispositivi che aiutano a risparmiare gasolio: indicatore del cambio di marcia ed Eco-mode, che al termine di un viaggio vi dà una sorta di voto sul vostro stile di guida, più o meno ecorispettoso.

La Extrem ha cerchi da 15” in lega e ciò non peggiora il comfort, filtrato da un buon assetto e da una rigidità delle molle che evita il rollio.

Questo motore ha ottime doti di elasticità, al punto che siamo riusciti a riprendere velocità in quinta anche dalla soglia (quasi record) di 750 giri.

Il buon bilanciamento della frenata e lo sterzo prettamente automobilistico ci hanno fatto immaginare una gita fuori porta in famiglia gradevole, confortati dal look di questa Extrem, vivacizzata da vistosi adesivi che fanno parte degli optional.

Se aggiungete una nuova generazione di ESP (di serie) che dà più grip, il gioco è fatto.

Per finire, facciamo qualche altra considerazione sul look, che poi è la novità più evidente della Kangoo modello 2013.

Il nuovo muso, che è la modifica principale, ha dato una personalità più marcata a questo veicolo, che mantiene tutta la sua proverbiale funzionalità, dovuta all’interno ampio e versatile e al facile accesso, grazie alle porte scorrevoli.

SCHEDA TECNICA
  • N. cilindri/cilindrata
    4/1.461 cc
  • Potenza
    66 kW/90 CV a 4.000 g
  • Coppia
    200 Nm a 1.750 giri
  • Cambio
    manuale a 5 marce
  • Trazione
    anteriore
  • Velocità max
    160 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    13,3 secondi
  • Consumo misto
    21,6 km/litro
  • Emissioni CO2
    119 g/km
  • Dimensioni
    4,28/1,82/1,80 m
  • Bagagliaio
    660/2.600 dm3
  • Bollo
    170,28 euro
IDENTIKIT
Renault Kangoo: sempre meno furgoncino

L'opinione dei lettori