• pubblicato il 21-05-2012

Subaru XV: tra berlina e SUV ecco la terza via giapponese

di Paolo Gavazzi

Tra berlina e SUV ecco la terza via giapponese: una crossover ospitale senza essere estrema

IN BREVE
L’ultima proposta Subaru è un perfetto esempio di crossover.Che si fa amare per la sua ospitalità.E per un concentrato di doti non estreme, ma rassicuranti.Dal motore al comportamento. In città e fuori.

È uno dei più puri esempi di vettura crossover: qualcosa oltre una semplice berlina, senza essere una SUV.

Quest’ultima è più massiccia, più alta e meno politicamente corretta, di questi tempi.

In Subaru hanno scelto di proporre dunque una via di mezzo.

Pregi e difetti da crossover

Un’auto dalla linea gradevole, da berlina, ma un po’ più alta da terra, 22 cm per l’esattezza.

I giapponesi la chiamano crossover urbana: un’idea differente, dall’utilizzo multiforme, che, innanzitutto, si dimostra bella comoda nell’accesso a bordo.

Non solo: al volante si apprezza la posizione di guida che garantisce una buona padronanza della strada.

Solo al posteriore la visibilità non è eccellente, per... colpa della linea stessa della vettura, dalla coda molto inclinata.

Qualità, finiture e comfort a bordo

Quanto agli interni, chi conosce le Subaru sa che ha a che fare con vetture estremamente robuste.

Magari non esattamente frivole, ma di una concretezza esemplare.

È il caso delle finiture della XV.

Che anche in marcia non lasciano troppo spazio agli scricchiolii.

Non suscita dubbi, invece, la volumetria dell’abitacolo.

Bello ampio, è generoso nel dispensare spazio a ognuno dei cinque occupanti, per la testa come per le gambe.

Sempre in tema di ospitalità, c’è poco da ridire anche sulla dotazione della vettura: l’esemplare della prova è nella versione Trend (quasi al top della gamma) e, navigatore a parte, tutto il resto è di serie.

Qualità alla guida

Vettura multiforme, si diceva all’inizio: non va infatti dimenticato che stiamo parlando di una Subaru, da decenni sinonimo di trazione integrale.

Che è un altro dei punti di forza della nuova XV, che può passare dalle strade cittadine agli sterrati meno estremi senza difficoltà.

L’aspetto più gradevole è comunque il suo equilibrio.

Si guida bene e non manifesta brutte reazioni neppure quando ci si vuole divertire un po’ con il gas.

Un equilibrio che consiste principalmente in uno sterzo corposo e sufficientemente preciso, un assetto non troppo morbido per un sottosterzo contenuto e una frenata onesta.

SCHEDA TECNICA
  • Velocità max
    187 km/h
  • Acc 0-100 km/h
    10,5 sec
  • Cons urb/extra/mix
    11,4/16,9/14,5 km/l
  • Autonomia
    870 km
  • Emissione CO2
    160 g/km
  • Bollo
    296,70 euro
  • Costi chilometrici ACI
    n.d. (10.000 km)
  • n.d. (20.000 km)
  • n.d. (30.000 km)
IDENTIKIT
Subaru XV: tra berlina e SUV ecco la terza via giapponese

L'opinione dei lettori