Toyota Yaris Hybrid - Profilo posteriore
  • pubblicato il 02-08-2012

Toyoya Yaris Hybrid: un taglio netto ai consumi

di Alessandro Marchetti Tricamo

Un taglio netto ai consumi

IN BREVE
     
Comfort
Spazio per cinque, buon assorbimento delle sospensioni e niente fruscii. Peccato per il CVT.
     
Costi
Il prezzo è lo stesso della diesel: 17.500 euro per un’auto del segmento B sono forse troppi.
     
Piacere di guida
Maneggevole, buona accelerazione e sterzo preciso. Il CVT non è sempre rapido.
     
Ambiente
I consumi sono ridotti e le emissioni di CO2 sono le più basse della categoria.

L’obiettivo era di quelli difficili: portare a bordo di una compatta citycar due motori, un pacco batterie, un’unità di potenza e riuscire a vendere l’auto a un prezzo accessibile.

Sfida apparentemente impossibile.

Ma non per Toyota. E non per la nuova Yaris Hybrid.

Il principio di base è il downsizing: stesso sistema full hybrid adottato su Auris, con motore a benzina più piccolo (un 1.500 da 74 CV al posto del 1.800 da 99 CV), elettrico più compatto e leggero (45 kW invece di 60), pacco batterie con un numero di celle al nichel-idruri metallici inferiore (120 contro 168), differenziale più corto e leggero.

Inoltre, una lunga lista di interventi che ha interessato circa il 70% del sistema ibrido di Auris.

Il funzionamento invece  rimane lo stesso: l’auto parte con il solo motore elettrico, ricarica le batterie in decelerazione e frenata e i due motori funzionano insieme ogni qualvolta si spinge in maniera decisa sull’acceleratore.

Si schiaccia il pulsante, si accende la spia verde ready e la Yaris ibrida è pronta a partire nel silenzio più assoluto, spinta dal solo motore elettrico a zero emissioni (la massima autonomia in elettrico è di 2 km).

Superata la soglia dei 50 km/h, però, finisce la quiete: è sufficiente spingere con l’acceleratore e la rumorosità entra in modo deciso nell’abitacolo.

Colpa della trasmissione CVT, perché il cambio a variazione continua mantiene costante il numero dei giri del motore a benzina prima di dare la giusta risposta alle esigenze del guidatore.

Più confortevole e preciso sarebbe il manuale a 6 marce adottato sulla Yaris a benzina, anche se, come spiega Hirofumi Yamamoto, l’ingegnere capo della Yaris Hybrid: « il CVT consente di ottenere livelli di efficienza imbattibili».

Le parole del tecnico giapponese trovano riscontro durante la nostra prova su strada, con consumi rilevati di circa 24,2 km con un litro.

Seppure in condizioni di traffico fluido, il risultato è più che buono per un’auto a benzina con 100 CV.

Così come sono ridotte le emissioni dichiarate di CO2: solo 79 grammi per km. Nessuna concorrente riesce a far meglio. Ci sarà da abituarsi al CVT, magari con uno stile di guida più rilassato, accelerazioni più fluide e meno brusche, ma il vantaggio in termini di risparmio di carburante non è poco.

Il motore elettrico, poi, interviene spesso a dare una mano al benzina: secondo Toyota, copre oltre il 60% del viaggio.

In realtà, almeno durante il nostro test, la sensazione è che ciò avvenga meno di frequente.

L’assetto è piuttosto morbido anche se, rispetto alle versioni tradizionali, il leggero abbassamento del baricentro, dovuto alle batterie, sembra conferire maggiore agilità e reattività.

Come nelle altre Yaris, è apprezzabile soprattutto la maneggevolezza, con inversioni di marcia e manovre in spazi molto ridotti.

Positivo è anche il giudizio sul comfort (rumorosità del CVT a parte): le sospensioni, ritarate per il peso aggiuntivo delle batterie, assorbono ogni asperità del terreno.

Dossi compresi.

L’elevato contenuto di elettronica, infine, rende la Yaris Hybrid sicura in tutte le situazioni.

SCHEDA TECNICA
  • N. cilindri/cilindrata
    4/1.497 cc
  • Potenza
    74 kW/100 CV
  • Coppia
    111 Nm (benz.) 169 Nm (el.)
  • Cambio
    automatico CVT
  • Trazione
    anteriore
  • Velocità max
    165 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    11,8 secondi
  • Consumo misto
    28,6 km/l
  • Emissioni CO2
    79 g/km
  • Dimensioni
    3,90/1,69/1,51 m
  • Bagagliaio
    286 dm3
  • Bollo
    190,92 euro
IDENTIKIT
Toyoya Yaris Hybrid: un taglio netto ai consumi

L'opinione dei lettori