• pubblicato il 03-07-2016

Audi a4 allroad quattro 2016, le prime impressioni di guida

di Francesco Irace

La nuova versione avventuriera della familiare tedesca arriva nelle concessionarie nelle varianti da 3.0 litri TDI. Dopo l'estate le 2.0 diesel e benzina

IN BREVE
     
Comfort
È un'auto per gli appassionati della montagna e dell'avventura, me è sempre estremamente confortevole
     
Costi
Si rischia di essere ripetitivi ma la storia è sempre la stessa: la qualità si paga
     
Piacere di guida
Si guida molto bene in strada, il motore diesel da 190 CV è brillante quanto basta. Ed è piacevole anche in off-road
     
Ambiente
Si è lavorato molto sulla riduzione del peso e su consumi ed emissioni

La gamma Audi A4 Avant si completa con il debutto sul mercato della seconda generazione della versione allroad quattro, che coniuga le caratteristiche di auto versatile e confortevole di fascia premium con quelle di vettura all-season capace di affrontare ogni tipo di terreno.

È già disponibile nelle concessionarie in abbinamento ai motori 3.0 TDI da 218 e 272 CV, rispettivamente a 51.800 e 53.900 euro, mentre dopo l'estate dovrebbero arrivare le 2.0 TDI da 163 e 190 CV e la 2.0 TFSI da 252 CV; il loro prezzo di partenza non è ancora noto ma dovrebbe essere di circa 46.000 euro. La versione da cui Audi si aspetta maggiore successo è la 2.0 diesel da 190 CV, oggetto della prova su strada.

Trazione integrale Ultra, sospensioni elettroniche e non solo

Audi A4 allroad quattro va a soddisfare la domanda del 20% dei clienti A4 Avant. Perché se è vero che è il design l'aspetto della familiare tedesca che più colpisce il pubblico è vero anche che un look da station-enduro non solo accentua la dinamicità de veicolo ma ne aumenta le destinazioni d'uso.

L'altezza da terra maggiorata (+34mm), i passaruota dedicati e i paracolpi inseriti nei paraurti fungono da biglietto da visita.

Se poi a questo ci aggiungiamo la nuova tecnologia Ultra (disponibile per ora solo sulla 2.0 TFSI da 252 CV) relativa alla trazione integrale, le sospensioni elettroniche, il drive select con modalità off-road e una maggiore efficienza in termini di prestazioni, consumi ed emissioni, ci troviamo di fronte a una vettura a cui risulta difficile chiedere di più; per la guida autonoma in realtà la tecnologia è già pronta, manca tutto il contorno (dalle infrastrutture alle normative).

Interni da prima classe

Dal punto di vista degli interni, la allroad quattro è pressoché identica alla sorella “normale”. La elevata qualità dei materiali e dei rivestimenti interni confermano uno standard molto alto a cui Audi ci ha già abituato.

Le rifiniture sono da prima della classe, cosi come la strumentazione, con la nuova interfaccia MMI per il sistema di infotainment.

Il comfort percepito è elevato e anche lo spazio a bordo riservato a pilota e passeggeri è piuttosto ampio, con il bagagliaio che ha una capacità di carico che va dai 505 ai 1.510 litri. Insomma, la A4 allroad quattro è un'auto spaziosa pur non avendo dimensioni eccessive: 475x184x149cm.

Il drive select e la modalità off-road

Su strada la versione diesel da 190 cv risulta perfetta in ogni situazione. C'è solo da selezionare la modalità di guida preferita dal drive select e l'elettronica suggerirà al motore, alle sospensioni e al cambio automatico S tronic il comportamento da assumere: comfort o efficiency sono perfetti per la guida in città e in autostrada, dynamic invece privilegia l'aspetto sportivo della vettura; mentre con auto si può lasciare all'auto il compito di intuire la modalità di guida e con individual è possibile programmare e personalizzare la propria “mappa”.

Non poteva infine mancare una modalità off-road, perfetta da utilizzare quando si decide di lasciarsi alle spalle l'asfalto per mettere le ruote laddove l'aderenza diventa precaria e le sospensioni hanno bisogno di lavorare tanto. 

TDI da 190 CV: prestazioni ed efficienza

Il motore TDI da 190 CV è silenzioso e brillante, lineare e allo stesso tempo sempre pronto. Non è da prestazioni da urlo (per quelle meglio optare per il benzina da 252 CV) ma rappresenta probabilmente il miglior compromesso tra potenza e consumi.

Su strada va benissimo in tutte le condizioni e può giovare della dieta dimagrante a cui è stata sottoposta la allroad: -90 kg. In off-road è altrettanto pronto e permette a chiunque di divertirsi e di “infangarsi” continuando a viaggiare in prima classe.

La trazione integrale del futuro

La trazione integrale Ultra debutta con la versione benzina TFSI da 272 CV della Audi A4 allroad quattro, ma sarà pian piano integrata su tutte le future auto della Casa tedesca.

È una trazione che, detto in parole semplici, ottimizza l'efficienza garantendo il massimo grip senza però far lavorare tutte e quattro le ruote motrici quando non ce n'è bisogno.

Il sistema lavora in modo predittivo: attraverso una vasta sensoristica è in grado di prevedere le varie necessità di guida e di adattare la trazione senza che il conducente possa avvertire alcunché.

SCHEDA TECNICA
  • Dimensioni
    475x184x149cm
  • Capacità bagagliaio
    da 505 a 1510 litri
  • Motore
    2.0 TDI da 190 CV e 400 Nm
  • Prestazioni
    220 km/h di vel. max e 7,8 sec da 0 a 100 km/h
  • Consumi
    ciclo misto 4,9l/100km
IDENTIKIT
Audi a4 allroad quattro 2016, le prime impressioni di guida

L'opinione dei lettori