• pubblicato il 15-07-2014

Citoren C4 Cactus 1.2 e-THP 120 CV: le prime impressioni di guida

Design funzionale, soluzioni innovative e alcuni richiami dal passato: la nuova Citroen C4 Cactus è un'auto originale, ma anche molto pratica. Del genere less is more

IN BREVE
     
Comfort
Non delude le aspettative: ammortizzatori morbidi, sedili ampi che offrono una seduta confortevole e poco rumore nell’abitacolo.
     
Costi
È possibile distinguersi senza spendere troppo: i prezzi partono da 14.950 euro per la versione 1.4 a benzina da 75 CV
     
Piacere di guida
Col 3 cilindri da 110 CV non manca il brio e il comportamento su strada, pur essendo una crossover, ci è parso buono. Corsa del cambio lunga.
     
Ambiente
Peso ridotto e motore efficiente: consumo medio dichiarato di 4,6 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 107 g/km.

In Citroen l'hanno presentata come una vettura del segmento C.

Il pianale è quello della C3 anche se rispetto a quest'ultima è notevolmente più lunga: sfiora i 4,16 metri contro i 3,94 della C3, ma è più corta di 17 cm rispetto alla C4.

La Citroen C4 Cactus è una crossover con un'altezza da terra simile a quella di una berlina (1,48 metri) ed è disponibile solo con la trazione anteriore.

Il design è completamente diverso da quelle che sono le tendenze di oggi: no all'aggressività, sì all'originalità.

L'elemento più caratterizzante? Gli Airbump, morbidi fascioni paracolpi in poliuretano con aria all'interno che proteggono la carrozzeria e danno personalità alla vettura.

Funzionalità

Cosa conta davvero? Questo è il concetto in base al quale è stata pensata la Citroen C4 Cactus, un'auto che bada al sodo, in grado di essere pratica e allo stesso tempo fuori dagli schemi.

Gli Airbump della Cactus sono di forte impatto visivo e sono anche utili per proteggere la carrozzeria, soprattutto dagli urti di chi, parcheggiando vicino, apre la portiera sbattendola contro l’auto accanto.

Anche il tetto panoramico della C4 crossover - a elevata protezione termica (offerto in opzione a partire dall'allestimento intermedio) - non solo inonda l’abitacolo di luce, ma contribuisce alla riduzione del peso vettura.

E nel complesso ci riesce: rispetto alla C4, la nuova Citroen C4 Cactus pesa ben 200 kg in meno.

La strumentazione dellaCactus, costituita da un display, non ha l'indicatore della temperatura dell’acqua - e fin qui nulla di strano, la tendenza è questa - e neppure il contagiri, che non sarà indispensabile ma per qualcuno potrebbe essere utile.

Il bagagliaio non è dei più comodi a causa di una soglia d’accesso alta e soprattutto il divano posteriore non è frazionato: per trasportare oggetti ingombranti è meglio viaggiare in due.

La C4 Cactus, però, recupera con grandi tasche nelle portiere, sia anteriori sia posteriori, e con un cassetto portaoggetti molto capiente ottenuto grazie al posizionamento dell'airbag lato passeggero nel padiglione.

Comfort

L'affezionato cliente Citroen rimarrebbe soddisfatto dalla C4 Cactus: come tradizione del Marchio le sospensioni sono morbide e filtrano l'abitacolo dalle irregolarità del manto stradale.

L'abitacolo è discretamente è spazioso: la lunghezza è inferiore mentre il passo, di 2,60 metri, è lo stesso della C4.

Comodi i sedili (quelli anteriori sono uniti fra loro nella variante con cambio automatico), e non manca neppure lo spazio in altezza per chi siede dietro.

Il piccolo 1.2 3 cilindri sovralimentato è silenzioso e vibra solo quando si affonda il gas ai regimi più bassi.

Piacere di guida

Dobbiamo precisare che le strade olandesi non sono quelle ideali per testare l’handling di un'auto: troppi rettilinei e, ovviamente, poche curve, perlo più molto brevi.

Da quello che abbiamo potuto verificare, la Citroen C4 Cactus ha un comportamento su strada simile a quello di una berlina compatta sicura, senza pretese sportive.

Lo sterzo è piacevole, e il 1.2 da 110 CV è elastico e brillante restando poco invadente in termini di rumore e vibrazioni, queste ultime presenti solo in certe situazioni.

Sicurezza

Abbiamo provato a provocare la vettura sterzando bruscamente, oltretutto con asfalto bagnato, e la stabilità ci è parsa buona.

In termini di sicurezza attiva, in base all'allestimento, la Citroen C4 Cactus è dotata dei sistemi ESP, Hill assist, cornering light e Park Assist.

In più c'è il servizio Citoren eTouch che comprende un sistema di chiamata d’emergenza e di assistenza localizzata in grado di localizzare la vettura. Questi servizi sono completamente gratuiti e sono disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Economia

Un vero peccato che nella versione d’ingresso della C4 Cactus, offerta a meno di 15.000 euro, manchi l'aria condizionata.

Perché la dotazione di serie non è affatto risicata: ci sono il display da 7” da cui controllare le funzioni dell’auto, l'impianto audio con comandi al volante e il cruise control.

Di serie anche gli Airbump, a patto che vengano scelti nel colore nero, altrimenti, con un sovrapprezzo di 200 euro, sono disponibili anche nelle tinte sabbia, grigio e cioccolato.

Bassi i consumi dichiarati: la percorrenza nell’uso misto è di oltre 21,7 km/l.

SCHEDA TECNICA
  • Lunghezza
    4,16 metri
  • Larghezza
    1,73 metri
  • Altezza
    1,49 metri
  • Passo
    2,60 metri
  • Bagagliaio
    348/1170 litri
  • Capacità serbatoio
    50 litri
IDENTIKIT
Citoren C4 Cactus 1.2 e-THP 120 CV: le prime impressioni di guida

L'opinione dei lettori