Primo contatto

Dacia Logan MCV: dopo il risparmio ecco un po’ di stile

Dopo il risparmio ecco un po’ di stile

di Valerio Boni -
Comfort
Insonorizzazione efficace e un assetto morbido quanto basta per essere accogliente.
Costi
Continuano a essere il punto di forza, come su tutte le Dacia. Si può comprare una MCV con 8.900 euro, e i consumi sono sempre contenuti.
Piacere di guida
È un’auto a misura di famiglia, senza concessioni allo sport.
Ambiente
Con i motori diesel, le emissioni di CO2 sono sotto la soglia dei 100 g/km.

Il cocktail Dacia non cambia: essenzialità e semplicità costruttiva al giusto prezzo. La Casa che ha saputo sfruttare meglio di tutte la formula low-cost ha da poco avviato un rinnovamento stilistico, per offrire veicoli di forme gradevoli oltre che economici.

La Dacia Logan MCV è il modello che più recentemente è stato allineato al nuovo corso. Ha perso la possibilità di disporre di sette posti, ma acquisito linee più sinuose ed equilibrate, che si ispirano alla nuova Sandero. E ha portato in dote anche una plancia più gradevole da vedere e toccare, che può integrare anche lo schermo del sistema infotainment Media Nav.

Il rinnovamento non ha tuttavia stravolto il listino, visto che la versione che proponiamo in questo test, al top di gamma, è offerta a 12.050 euro. Ma non bisogna dimenticare che la soglia di accesso (la 1.2 a benzina in allestimento minimalista, privo di chiusura e vetri elettrici) è a quota 8.900 euro. La Logan MCV (Multi Convivial Vehicle) è chiaramente pensata per la famiglia, come testimoniato da diversi dettagli pratici, a cominciare da una capacità di carico da record: 573 litri, che possono salire fino a 1.518.

Motori e prestazioni

L’offerta prevede cinque motorizzazioni, che comprendono le versioni alimentate a GPL e quelle spinte dal nuovo quattro cilindri TCe a benzina. Si prevede comunque che il preferito dagli italiani continuerà a essere il dCi Renault da 90 CV, già venduto nel mondo in oltre 10 milioni di unità. Questo motore ha il pregio di essere silenzioso (grazie anche alla buona insonorizzazione della MCV, migliorata rispetto alla serie precedente) e dotato di una buona elasticità.

In accelerazione e in ripresa offre il meglio di sé già sotto i 2.000 giri e spinge bene fino a oltre 4.000. Se ci si mantiene in questa zona, si percorrono agevolmente tra i 20 e i 22 km/l, soprattutto se si sfrutta la funzione Eco, che vi consiglia nell’uso del cambio a cinque marce. L’assetto della Dacia Logan MCV è tipicamente turistico, con sospensioni morbide, che ripropongono su questa auto rumena il tipico comfort alla francese.

Facile da guidare e dotata di una sicurezza mai penalizzata dalle scelte low-cost, è la tipica auto che mantiene ciò che promette: tanta praticità senza fronzoli, al giusto prezzo.

Scheda Tecnica
N. cilindri/cilindrata 4/1.461 cc
Potenza 66 kW/90 CV a 3.750 g
Coppia 220 Nm a 1.750 giri
Cambio manuale a 5 marce
Trazione anteriore
Velocità max 173 km/h
Acc. 0-100 km/h 12,1 secondi
Consumo misto 26,3 km/l
Emissioni CO2 99 g/km
Dimensioni 4,49/1,73/1,52 m
Bagagliaio 573/1.518 dm3
Bollo 170,28 euro
PanoramautoTV / Prove

Dacia Logan MCV 2013: la prova su strada

La station wagon di Dacia, una delle più amate del marchio in Italia, si rinnova: linee più moderne e filanti e nuovi contenuti tecnologici che però mantengono inalterato l'ottimo rapporto qualità prezzo della Logan MCV.

Foto

Dacia Logan MCV

La wagon low cost della Casa franco rumena.