Primo contatto

Fiat Freemont: finalmente non teme il fango

Gli spot televisivi ce la fanno vedere in azione su un percorso innevato.

Così nel nostro test drive abbiamo voluto mettere alla prova su autentiche placche di ghiaccio le qualità della nuova Fiat Freemont dotata di motore Multijet di seconda generazione da 170 CV, di cambio automatico e di trazione integrale AWD (all-wheel drive, come la chiamano gli americani).

Nel giugno 2011, quando fu lanciata la crossover della Casa italiana, avevamo auspicato qualche cavallo in più e un cambio automatico per rendere più facile la guida.

Ebbene, ora la soluzione c’è, pure dotata di trazione integrale “on demand” che, quando l’aderenza diventa scarsa (come sperimentato nel nostro caso), grazie a una centralina provvede a trasferire una parte di coppia motrice (fino al 45%) alle ruote posteriori.

Il trasferimento avviene in modalità elettronica con un sistema che “dialoga” con l’ESP e con il controllo di trazione.

In termini pratici, chi è alla guida non deve fare nulla.

Confermati i 7 posti a bordo e pure la buona finitura degli interni.

Il prezzo rimane interessante e competitivo rispetto ai principali concorrenti.

Scheda Tecnica
N. cilindri/cilindrata 4/1.956 cc
Potenza 125 kW/170 CV a 4.000 giri
Coppia 350 Nm a 1.750 giri
Cambio automatico a 6 rapporti
Trazione integrale
Velocità max 184 km/h
Acc. 0-100 km/h 11,1 secondi
Consumo misto 13,6 km/l
Emissioni CO2 194 g/km
Dimensioni 4,89/1,88/1,69 m
Bagagliaio 136/1.461 litri
Bollo 354,75 euro