Primo contatto

Al volante della nuova Ford Fiesta 2017

Qualità di guida migliorata, design moltiplicato e overdose di tecnologie per la piccola dell'Ovale Blu

di Junio Gulinelli -

Svelata in anteprima mondiale lo scorso novembre in occasione del GoFurther di Colonia, riapparsa per il debutto in società a marzo al Salone di Ginevra 2017, ora la nuova Ford Fiesta, la settima generazione, è pronta a sbarcare sul mercato. Quello della piccola di segmento B dell’Ovale Blu è uno dei nomi che hanno fatto la storia del mercato auto mondiale. Pochi altri marchi possono vantare, infatti, prodotti che per oltre 40 anni hanno saputo mantenere lo stesso nome e lo stesso successo come la Ford Fiesta. Le altre veterane si contano sulle dita di una mano: la Porsche 911, la Fiat Panda, la Volkswagen Golf, la Ford Mustang e la Land Rover Defender. Insomma vere e proprie istituzioni del settore. E anche in Italia si può dire che Fiesta rappresenta la storia di Ford. Basti pensare che attualmente vanta un parco circolante di 1.100.000 auto e nel 2016, dell’attuale versione (che tra l’altro con 9 anni di vita è quella più longeva della storia della gamma), ne sono stati venduti 300.000 pezzi. Il “progetto Fiesta”, come lo ha definito l’amministratore delegato di Ford Italia Fabrizio Faltoni alla presentazione internazionale di Valladolid (Spagna), si basa su tre pilastri: la qualità di guida, il design e le tecnologie. Ecco come la nuova Ford Fiesta 2017 è evoluta su questi tre versanti.

PanoramautoTV / News

Ford Fiesta 2017, il video ufficiale

La nuova compatta statunitense si fa in 4

Ford Fiesta 2017, il design si moltiplica

A livello estetico il salto generazionale della Ford Fiesta è più un’evoluzione che una rivoluzione. La vera novità è la differenziazione stilistica che arriva con la moltiplicazione in 4 versioni ognuna con il suo look differenziato: la Titanium, classica ed elegante; la ST-Line dall’animo sportivo che si ispira alla gamma Ford Performance; la Vignale che rappresenta la top di gamma della famiglia; la Active che strizza invece l’occhio al mondo delle crossover, ma che arriverà solo nei primi mesi del 2018. Sempre il prossimo anno, poi, sbarcherà sul mercato anche la versione più sportiva di tutte, la ST. Ad ogni modo ciò che accomuna le diverse declinazioni della nuova Ford Fiesta 2017 è un’evoluzione fluida del design. È una Fiesta più matura ed elegante. Il cofano dalle linee pulite si proietta verso la grigia anteriore, più ampia, e sui nuovi fari affilati e avvolgenti. I 7 cm in più di lunghezza e gli 1,3 cm di larghezza in più rispetto alla generazione attuale le danno una sensazione di maggiore stabilità mentre la linea di cintura che si raccorda ai fari e avvolge i cristalli le dà un’elegante continuità visiva. E infine, la forma dei fari posteriori a sviluppo orizzontale a “C” dà più carattere anche al posteriore di questa nuova Fiesta.

Salone di Ginevra 2017

Ford Fiesta ST 2017: ora con il 1.5 Ecoboost da 200 CV

La piccola dell'Ovale Blu in veste sportiva debutterà al Salone di Ginevra 2017

Gli interni: un salto di qualità

La nuova Fiesta 2017 ti accoglie al suo interno proprio come lo farebbe un’auto di segmento superiore. Tutto il lavoro di rinnovamento è stato orientato soprattutto all’ergonomia. Ad esempio sono stati quasi dimezzati i pulsanti e il protagonista della plancia è il nuovo touch screen capacitivo da 8 pollici sulla Titanium e sulla Vignale (da 6,5 pollici sulla Plus). Nel quadro strumenti si apprezza anche il comodo schermo TFT da 4,2 pollici che implementa le informazioni dei classici contagiri e tachimetro analogici. Comodo soprattutto per la navigazione. Per il resto l’architettura interna della Fiesta 2017 è stata ripensata e tutti gli elementi, sia fisici che virtuali, sono stati riposizionati utilizzando uno speciale software di tracciatura dello sguardo. Effettivamente la sensazione è che tutti i comandi siano al posto giusto quando li si va a cercare con la mano mentre si guida. I materiali utilizzati sono di buona qualità, con la plancia morbida al tatto, belle rifiniture in alluminio che alzano i livello di qualità percepita e plastiche ben assemblate sul tunnel centrale e sulle portiere. Insomma la Fiesta 2017 appare ben solida anche dentro. L’abitacolo è anche ben insonorizzato e si viaggia abbastanza silenziosamente anche in autostrada alle alte velocità. Quello che manca agli interni della Ford Festa è un po’ di spazio per i passeggeri posteriori: a partire da 1,80 m si tocca con la testa e si sta un po’ incurvati con la schiena. In questo caso meglio non cimentarsi in tragitti lunghi…

Ford Fiesta 2017 - Primo Contatto

Tecnologie: una Fiesta più connessa e sicura

Quello della tecnologia è un pilastro su cui la nuova Fiesta basa gran parte del suo rinnovamento.

Sicurezza

Partiamo dalla sicurezza. Poche altre utilitarie di questo segmento attualmente in circolazione vantano un arsenale di sicurezza attiva e passiva come quello di questa settimana generazione della Ford Fiesta.  La piattaforma si avvale di 2 telecamere, 3 radar e 12 sensori a ultrasuoni e può monitorare a 360 gradi l’area intorno all’auto e la strada che precede fino a 130 metri. Grazie a questa base tecnologica vanta tra il suo equipaggiamento il sistema di frenata automatica d’emergenza con assistenza pre-collisione e riconoscimento dei pedoni, il sistema di parcheggio semiautomatico, il riconoscimento della segnaletica stradale, i fari abbaglianti automatici, l’adaptive cruise control, il riconoscimento di veicoli nell’angolo cieco, l’indicatore della distanza di sicurezza, il monitoraggio dell’attenzione del guidatore e il monitoraggio e mantenimento della corsia di marcia. Nulla da invidiare, insomma, ai segmenti superiori.

Connettività

E in quanto a connettività tutto gira attorno al sistema SYNC-3 dotato delle funzioni pinch2swipe e gestibile attraverso i comandi vocali. Naturalmente è compatibile con i protocolli Apple CarPlay e AndroidAuto  e le app compatibili sono 10 tra cui Spotify, Glympse, Aupeo, MyBoxMan, HearMeOut e AccuWeather.

Impianto stereo Premium

Altra grande novità è l’impianto stereo B&O Play da 675 Watt di potenza di uscita. È dotato di dieci altoparlanti, tra cui un subwoofer posizionato nel portabagagli e una cassa per le medie frequenze installata sul pannello strumenti. Inoltre è dotato del sistema di sintonizzazione dinamica che rende il suono sempre pulito e udibile a prescindere dalle condizioni di guida o dalla posizione dei passeggeri. L’equalizzazione e il fixing sono gestiti dall’amplificatore DSP (Digital Signal Processing). In definitiva una qualità audio di livello Premium.

Accessori

Ford Fiesta 2017: tutte le novità tecnologiche

La piccola dell'Ovale Blu cresce anche sotto il profilo high-tech. Tutti i nuovi accessori

Motori e sensazioni di guida al volante della nuova Fiesta 2017

La gamma a benzina della nuova Ford Fiesta 2017 include il 3 cilindri EcoBoost 1.0, disponibile in 3 step di potenza, da 100, 125 e 140 cavalli, e il 3 cilindri 1.1, che condivide l’architettura con l’EcoBoost ma è aspirato, disponibile in 2 step, da 70 e 85 cavalli. Il turbodiesel TDCi 1.5 è invece proposto in 2 varianti, quella da 85 CV e quella più potente da 120 cavalli. In attesa della Fiesta ST, che arriverà il prossimo anno, al momento la motorizzazione più potente e sportiva è il 1.0 EcoBoost da 140 CV che abbiamo provato a Valladolid. È un motore concreto, dal bel sound (lontano anni luce dal ruvido suono dei 3 cilindri visti fino ad ora) che dimostra tutta la sua cavalleria ma con un’erogazione estremamente lineare. Quasi troppo. Non lascia spazio a guizzi imprevisti, neanche ai bassi regimi, e arriva sornione fino a 7mila giri senza che te ne accorgi. Solido, più che composto e adattissimo a chi ha bisogno di sapere che ha potenza a disposizione ma senza doverla usare necessariamente. Per una guida equilibrata insomma.

Anche il 1.5 diesel da 120 CV – altra opzione disponibile durante il test drive – sa regalare soddisfazioni soprattutto ai regimi bassi. Sembra perfino più scattante del top di gamma a benzina e vanta consumi veramente efficienti: dichiara 3.5 l/100 km e i valori reali non si allontanano di molto da questo dato, se si guida adagio ovviamente.

Dal punto di vista del telaio la nuova Fiesta 2017 ha subito profonde modifiche con le sospensioni ottimizzate e l’Electronic Torque Vectoring Control che aumentano la reattività e il comfort allo stesso tempo. E il risultato al volante si sente, visto che assicura una buona rigidità e un handling divertente ma allo stesso tempo sa filtrare bene la superficie stradale reagendo morbidamente a buche e dossi.  Il chassis è stato rinforzato e grazie all’acciaio al boro, alle saldature al laser e ai rinforzi per il controtelaio, vanta una rigidità torsionale superiore del 15%. La carreggiata anteriore è stata allargata di 3 cm e quella posteriore di 1 cm rendendo possibile anche l’utilizzo di cerchi da 18 pollici.  Modificata anche la barra antirollio alleggerita e più efficace nel controllare le oscillazioni. Molto buono anche il feeling con lo sterzo, consistente, abbastanza reattivo e comunicativo. In definitiva è la stessa buon vecchia Fiesta di prima ma migliorata.

I prezzi della nuova Ford Fiesta 2017

E per finire i prezzi. Il listino della nuova Ford Fiesta 2017 parte da 14.250 per la entry level Plus con il benzina 1.1 da 70 CV ma in promozione lancio con tutti i bonus e le detrazioni del caso la si può portare a casa con 10.950 euro.

Ginevra 2017: la Fiesta ST200 e le altre novità Ford