Ford Fiesta ST - Laterale in motion
  • pubblicato il 23-05-2013

Ford Fiesta ST: grintosa come non se ne fanno più

di Adriano Tosi

Grintosa come non se ne fanno più

IN BREVE
     
Comfort
Rumorosa e rigida, rischia di stancare i passeggeri dopo pochi chilometri.
     
Costi
Oltre 20.000 euro in assoluto non sono pochi. Ma la dotazione è ricca e la tecnologia elevata.
     
Piacere di guida
Difficile fare meglio. Non tanto in termini di prestazioni, quanto di precisione e divertimento di guida.
     
Ambiente
Con quasi 200 CV, i 138 g/km di questa Fiesta non sono assolutamente da disprezzare.

Se il 2013, come pare ormai certo, sarà un altro annus horribilis per il mercato dell’auto, la colpa non è certo dell’offerta.

Le Case ce la stanno mettendo tutta per rivitalizzare un’Europa in piena crisi, proponendo anche modelli per piccoli volumi, ma in grado di riaccendere la passione.

Nel segmento B, per esempio, dopo il recente debutto della Renault Clio RS, è la volta della Ford Fiesta ST (che sarà seguita a breve dalla Peugeot 208 GTi).

Motore e prestazioni

Come la francese, la Ford ricorre a un 1.600 turbo: 182 CV e 240 Nm di coppia, che promettono meraviglie in rapporto ai 1.163 kg di peso.

Promessa mantenuta: infatti, nonostante un gap di 18 CV con la Clio RS, la Fiesta spinge come una forsennata già a 1.400 giri e smette di incollare al sedile a 5.500.

Un allungo di altri 1.000 giri non sarebbe stato male, ma per loro natura i turbo non amano girare troppo in alto.

Guida

Girare in pochi istanti è invece la passione dell’avantreno della Fiesta. Incredibile la resistenza che la ST oppone al sottosterzo.

Anche forzando oltre modo la velocità in ingresso di curva, le gomme anteriori “mordono” l’asfalto, assecondando i desideri del guidatore.

E lo sterzo si accontenta di pochi input per far cambiare direzione alla vettura ed è uno dei migliori in assoluto quanto a fedeltà nel riportare informazioni al guidatore sul grado di stress delle gomme, nonostante la servoassistenza elettrica sia spesso carente da questo punto di vista.

L’agilità della Ford Fiesta ST, tuttavia, non è solo frutto dello sterzo diretto, ma anche della reattività del retrotreno: rilasciando il gas in curva, le ruote posteriori cedono progressivamente grip, rivelandosi un aiuto prezioso per la chiusura della traiettoria.

A questo proposito, i tre setup dell’ESP permettono a tutti, dal principiante al rallista, di divertirsi: si va dalla modalità attiva a quella Sport - che alza la soglia di intervento - fino alla opzione Off. Rimane sempre attivo, invece, l’eTVC (enhanced Torque Vectoring Control), la funzione aggiuntiva dell’ESP che, tramite leggeri interventi sui freni, impedisce il pattinamento della ruota motrice interna alla curva.

Un dispositivo che funziona molto meglio rispetto alle prime applicazioni di qualche anno fa.

Il comfort? Tra assetto rigido e Sound Symposer, che convoglia il rumore di aspirazione verso l’abitacolo, i lunghi viaggi sono sconsigliati.

SCHEDA TECNICA
  • N. cilindri/cilindrata
    4/1.596 cc
  • Potenza
    134 kW/182 CV a 5.700 g
  • Coppia
    240 Nm a 1.600-2.500 g
  • Cambio
    manuale a 6 marce
  • Trazione
    anteriore
  • Velocità max
    220 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    6,9 secondi
  • Consumo misto
    16,9 km/l
  • Emissioni CO2
    138 g/km
  • Dimensioni
    3,98/1,79/1,46 m
  • Bagagliaio
    276/960 dm3
  • Bollo
    389,58 euro
IDENTIKIT
Ford Fiesta ST: grintosa come non se ne fanno più

L'opinione dei lettori