Hyundai i10 2013
  • pubblicato il 07-01-2014

Hyundai i10: di coreano ormai è rimasto molto poco

di Andrea Rapelli

Di coreano ormai è rimasto molto poco

IN BREVE
     
Comfort
Molto silenziosa a qualunque andatura, soffre un po’ la taratura rigida delle sospensioni.
     
Costi
I 5 anni di garanzia e il salto qualitativo si pagano: la i10 costa piuttosto cara. Dotazione completa.
     
Piacere di guida
Il tre cilindri spinge bene in basso e l’assetto è piatto, quasi sportivo.
     
Ambiente
Consumi ed emissioni sono a livelli molto bassi. Volendo, c’è anche la versione alimentata a GPL.

Due stabilimenti, un centro di ricerca e sviluppo, 500 milioni di euro investiti nel solo 2013. Il tutto non nella brulicante Cina o nella rampante India ma nella cara vecchia Europa, dove il mercato non sembrerebbe poi così florido. In realtà, la Hyundai i10 dimostra che non è affatto così. Per andare a rubare preziose quote ad acerrime rivali quali Panda e VW up!, tanto per dirne due, è cresciuta di 8 cm in lunghezza, per un totale di 3,65 m, ed è maturata.

Look e dimensioni

Basta osservarla, anche distrattamente, per capirlo: il Fluidic Sculpture Hyundai ha fatto il suo corso e ora la i10 non sembra nemmeno una lontana parente del modello che va a sostituire.

Anche una volta aperta la porta, la sensazione di cura costruttiva e qualità si percepisce nitidamente. Dovunque si posi l’occhio o la mano si incontrano plastiche un po’ rigide ma assemblate con cura certosina.

Senza dimenticare lo spazio. Il corpo vettura della Hyundai i10 si è abbassato leggermente (1 cm) ma, sia davanti sia dietro, anche i pivot di pallacanestro trovano posto senza ingobbirsi.

Qualche perplessità rimane solo nel vano bagagli: più ampio e accogliente rispetto al passato, appare però infossato e, abbattuti i sedili, bisogna scavalcare un discreto scalino per far scivolare i colli voluminosi. Ma la i10 offre molto altro, a cominciare dal nuovo 3 cilindri 1.0 da 66 CV: brioso già ai bassi giri, gira vivacemente anche ai medi, per poi sedersi giustamente nei pressi della zona rossa.

Comfort e Guida

Ottimo risultato nell’isolamento dai rumori esterni, al livello di auto di categoria superiore: aria, pneumatici e rombo del motore sono infatti sempre ben filtrati e non arrivano quasi mai a disturbare davvero le orecchie degli occupanti. Colpisce, questa i10, anche nel comportamento stradale. A tratti graffiante, conta su un assetto rigido e piatto, che la fa aggrappare con tenacia alle curve difficili.

Gli appassionati potrebbero desiderare uno sterzo più preciso e accurato (come quello, per esempio, della Volkswagen up!) ma apprezzeranno certamente il rollio ridotto e gli appoggi svelti, grazie a un retrotreno sempre fedele e facile da tenere sotto controllo.

Il rovescio della medaglia per la nuova Hyundai i10 arriva, purtroppo, quando si mettono le ruote sulle strade delle città: su tombini e pavé si scopre infatti che la i10 ha un’andatura saltellante, un po’ troppo per un’auto che passerà, verosimilmente, la maggior parte del suo tempo nelle vie urbane. Nonostante questo, le frecce all’arco della piccola Hyundai non sono finite qui.

Anzi, il meglio deve ancora arrivare e prende le sembianze della garanzia offerta, che è di 5 anni a chilometraggio illimitato. Valida anche sulla i10 1.0 GPL, che uscirà dalla fabbrica di Izmit (Turchia) già provvista d’impianto. La crescita improvvisa ha però un rovescio della medaglia: il prezzo, che inevitabilmente si è alzato.

Tralasciando la ricchissima Style, per la Hyundai i10 1.0 Comfort (già con clima e radio) vanno spesi 11.350 euro. Per tutto dicembre ci sarà in promozione la Log-in Edition, con Bluetooth, luci diurne a led e comandi al volante alla stessa cifra.

SCHEDA TECNICA
  • N. cilindri/cilindrata
    3/998 cc
  • Potenza
    48 kW/66 CV a 5.500 giri
  • Coppia
    94 Nm a 3.500 giri
  • Cambio
    manuale a 5 marce
  • Trazione
    anteriore
  • Velocità max
    159 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    14,9 secondi
  • Consumo misto
    21,3 km/l
  • Emissioni CO2
    108 g/km
  • Dimensioni
    3,67/1,66/1,50 m
  • Bagagliaio
    252/1.046 dm3
  • Bollo
    123,84 euro
IDENTIKIT
Hyundai i10: di coreano ormai è rimasto molto poco

L'opinione dei lettori