Primo contatto

Jaguar XF: l’inglese che punta in basso

di Paolo Gavazzi -
Comfort
Comoda, ben assistita dalle sospensioni, lascia solo un pizzico di rumore di fondo del motore.
Costi
Al momento si conosce solo il prezzo base. Onesti i consumi.
Piacere di guida
Sportiva, ma non cattiva. Insomma il carattere Jaguar c’è anche con un motore “piccolo“.
Ambiente
Sistema start e stop e cambio a 8 rapporti danno qualche risultato, come i 149 g di CO2.

Rinnovarsi. E pensare agli affari.

Questo l’obiettivo del restyling di metà carriera effettuato sulla Jaguar XF. Che si presenta rinnovata esteticamente, negli interni e con una grande sorpresa, un 4 cilindri turbodiesel 2.200 da 190 CV.

Esteticamente le novità stilistiche sono leggere. Il paraurti anteriore è stato ridisegnato, così come il cofano, ma a farsi notare sono soprattutto i fari, caratterizzati dalla tecnologia a led.

Una volta accesi disegnano una curva particolare, che gli uomini Jaguar hanno battezzato «J blade», la lama a forma di J.

E all’interno, tecnologie più raffinate: ora il monitor touch è da 7”, l’hard disk da 30 Giga e l’impianto hi-fi conta su 17 altoparlanti!

Ma la vera scommessa sta nel motore. Ai ben noti V6, infatti il marchio inglese affianca ora un 4 cilindri efficiente e poco assetato, associato ad un nuovo cambio automatico ZF a 8 rapporti e a un raffinato sistema start e stop.

Un motore pensato per sfondare in una fascia più bassa del mercato, che alla guida si dimostra ottimo. In marcia, grazie ai 190 CV e ai generosi 450 nm di coppia, la XF 2.2d si muove agilmente in ogni condizione stradale.

Il cambio è stato tarato per contenere i consumi, per cui non è il caso di attendersi reazioni brucianti quando si pigia sul gas. Ma il carattere principale della XF 2.2d sta nell’elasticità, nella capacità di offrire una guida brillante e piacevolissima. Peccato per quella rumorosità di fondo del turbodiesel che poteva essere più contenuta.

Quanto ai consumi, la Casa promette miracoli: 18,5 km con un litro di gasolio (e giurano di aver superato i 20 km/l da Birmingham a Monaco). Nel complesso la vettura si guida bene, è sicura, e dà una bella sensazione di robustezza. I freni sono potenti e lo sterzo preciso.

Va poi evidenziato il prezzo di lancio: 46.450 euro. Interessante, considerando i contenuti tecnologici e di comfort che la vettura promette. La nuova serie della XF, 2.2d compresa, sarà in vendita a settembre

Scheda Tecnica
N. cilindri/cilindrata 4 / 2.179 cc
Potenza 140 kW/190 CV
Coppia 187 Nm/3.500 giri
Cambio automatico a 8 rapporti
Trazione posteriore
Velocità max 225 km/h
Acc. 0-100 km/h 8,5 secondi
Consumo misto 18,5 km/l
Emissioni CO2 149 g/km
Dimensioni 4,96/1,87/1,46 m
Bagagliaio 540/960 dm3
Bollo 412,80 euro
Foto

Jaguar XF

La berlina entry level della Casa inglese.