Mazda3 2013
  • pubblicato il 09-10-2013

Mazda 3: la giapponese è sempre connessa

di Stefano Cossetti

La giapponese è sempre connessa

IN BREVE
     
Comfort
Siamo su buoni livelli, sia in città sia nei viaggi veloci a lungo raggio.
     
Costi
Interessanti i prezzi di listino: si parte dai 17.400 euro della 1.5 Essence a benzina e si arriva a 25.700 per la 2.2 turbodiesel Exceed da 150 CV.
     
Piacere di guida
Un’automobile generalista, ma anche piacevole da guidare all’occorrenza.
     
Ambiente
I suoi 118 g/km di CO2 emessa sono un buon valore per la categoria.

Non è un’automobile da colpo di fulmine, ma non si può nemmeno dire che la nuova Mazda Mazda3 abbia un aspetto banale.

Design

Senza voler dare un giudizio sulla bellezza, che è sempre un fattore soggettivo, va detto che il nuovo design della Casa giapponese ha colpito e ora la carrozzeria si presenta con uno stile equilibrato, persino un po’ aggressivo, con quella grande calandra a pentagono che domina il frontale.

Ed è anche piacevole, grazie alle forme dolci e sinuose della fiancata.

Motori

Oltre al design, la nuova Mazda3 cambia anche la gamma motori, che in Italia prevede un 2 litri a benzina da 165 CV con tecnologia i-Eloop (ovvero il recupero dell’energia in fase di frenata) un 2.2 turbodiesel e un 1.500 i-Eloop a benzina da 100 CV, quello che abbiamo scelto per il nostro primo contatto.

Questo quattro cilindri non è un motore particolarmente prestazionale, ma dichiara consumi molto contenuti sia in città che su strade a scorrimento veloce, anche grazie al dispositivo stop e start che è montato su tutta la gamma.

Guida

Una volta su strada, la Mazda3 si fa apprezzare per le doti dinamiche, che sono rimaste inalterate nonostante l’aumento del passo di 6 cm.

La nostra prima prova ha confermato che questa è una berlina piacevole da guidare sia in città che sui percorsi misti.

Un particolare che sarà certamente gradito da chi ama le vetture dal carattere vivace è la nuova geometria dell’avantreno, che ha permesso di migliorare l’inserimento in curva e quindi aumentare la precisione di guida.

L’incremento del passo, invece, ha avuto benefici effetti sull’abitabilità, permettendo di guadagnare centimetri utili per le gambe, soprattutto quelle di chi siede posteriormente, e di conseguenza accrescere il comfort.

Equipaggiamento

Rispetto alla serie precedente abbiamo notato anche un miglioramento del livello qualitativo delle finiture e del posto guida.

In più, seguendo una tendenza attualissima, la nuova Mazda3 può montare un sistema di infotainment che integra Bluetooth e collegamento a internet e prevede numerose applicazioni studiate appositamente da Mazda.

Fra le novità c’è pure l’Head Up Display, un piccolo schermo trasparente che fuoriesce dietro il cruscotto e fornisce utili informazioni senza distrarre dalla guida.

L’abbiamo già visto su altre auto, ma qui è particolarmente ricco di indicazioni.

La nuova Mazda3 sarà presentata per la prima volta al pubblico al Salone di Francoforte e sarà in vendita dall’autunno, a prezzi che andranno da 17.400 a 25.700 euro.

SCHEDA TECNICA
  • N. cilindri/cilindrata
    4/1.496 cc
  • Potenza
    74 kW/100 CV a 6.000 g
  • Coppia
    150 Nm a 4.000 giri
  • Cambio
    manuale a 6 marce
  • Trazione
    anteriore
  • Velocità max
    185 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    10,7 secondi
  • Consumo misto
    20,0 km/l
  • Emissioni CO2
    118 g/km
  • Dimensioni
    4,58/1,79/1,45 m
  • Bagagliaio
    419/1.250 dm3
  • Bollo
    190,92 euro
IDENTIKIT
Mazda 3: la giapponese è sempre connessa

L'opinione dei lettori