• pubblicato il 25-02-2015

Mazda CX-5 2015: all'inseguimento delle Premium

di Junio Gulinelli

Accentuato il Kodo design, migliorati il comfort e la qualità, introdotte tecnologie di sicurezza da categoria superiore

IN BREVE
     
Comfort
È uno dei punti dove più si è lavorato per migliorare la CX-5. Sotto questo profilo la qualità percepita spicca rispetto alla versione precedente
     
Costi
La CX-5 aspira alla posizione premium ma i prezzi, paragonati a questa categoria, sono vantaggiosi. Più cara, ovviamente, rispetto alle SUV compatte più popolari.
     
Piacere di guida
Il comfort di guida per la CX-5 sembra proprio essere imprescindibile ma sa anche essere spigliata nella guida più dinamica.
     
Ambiente
La versione diesel più efficiente vanta emissioni di CO2 molto basse (119g/km)

Che Mazda volesse diventare sinonimo di qualità si era capito. L'obiettivo della Casa di Hiroshima, ormai, è dichiarato apertamente: arrivare ad essere il primo marchio nipponico premium (senza contare i sotto-brand nipponici Lexus e Infiniti).

Questa parola, quindi, “Premium”, marcherà il cammino di tutte le nuove vetture del brand che verranno e di tutte quelle che si aggiorneranno.

È questa la parola d'ordine, perciò, anche della Best Seller della Casa giapponese in Europa e in Italia, la crossover compatta CX-5 che si rinnova con la versione 2015. Siamo venuti a provarla a Barcellona prima che arriverà nelle concessionarie, ad aprile prossimo, con prezzi a partire da 26.400 euro.

Nessun cambio radicale: questa è la filosofia del restyling Mazda che sceglie soprattutto di accentuare i punti di forza della CX-5 e colmare le lacune venute fuori con la prima generazione del 2012 (della quale sono state vendute 330.000 unità al mondo, 50.000 in Europa e 6.000 in Italia).

La nuova Mazda CX-5 2015 prova a fare la differenza rispetto alla versione attuale basando il suo rinnovamento su 4 punti principali: accentuando il design KODO (fu la capostipite di questo nuovo linguaggio stilistico ormai adottato da tutta la gamma), aumentando la qualità degli interni, migliorando il comfort di guida e dotandosi di tecnologie da classe superiore.

Più KODO che mai

Guardando la CX-5 e la Mazda6 (anche lei aggiornata al MY 2015) una vicino all'altra, con il loro rosso Mazda sfavillante e le loro linee sinuose, sexy e attraenti non si può che rimanere affascinati dal loro look. D'altronde l'impatto visivo è proprio il primo campo su cui vogliono conquistare clientela.

Il KODO design, in questo caso, detta legge e la nuova Mazda CX-5 ha deciso di rinnovarsi esteticamente accentuando proprio questa sua filosofia stilistica.

La parte che cambia di più, come quasi sempre avviene quando si parla di restyling, è quella frontale che adotta una nuova calandra a 5 listelli orizzontali e i nuovi fari, dotati di tecnologia Full LED che tratteggiano nuove linee luminose.

Gli specchietti retrovisori sono stati rimpiccioliti in modo da ridurre le vibrazioni ed anche l'antenna a pinna di squalo sul tetto è stata ribassata.

Completano il quadro i nuovi cerchi in lega che ora si possono scegliere anche nella più imponente dimensione da 19 pollici.

Interni: salto di qualità

Inseguire il segmento premium vuol dire fare un grande sforzo in termini di miglioramento della percezione della qualità e questa la si trasmette soprattutto all'interno dell'abitacolo.

Su questo fronte, più che esternamente, la Mazda CX-5 2015 ha fatto uno sforzo che va elogiato.

Le rifiniture sono più curate, i materiali scelti e il riposizionamento ergonomico di alcuni elementi, come ad esempio lo schermo touch (ora da sette pollici) meglio integrato nella plancia e l'eliminazione della leva del freno a mano dal tunnel centrale (ora elettrico, si inserisce con un tasto), danno una sensazione di maggiore ordine e più cura.

A questo punto contribuisce anche il nuovo sistema MZD Connect che può essere connesso allo smartphone condividendo così alcune applicazioni e che è gestibile tramite il pratico comando rotante posto nel tunnel centrale.

Unico appunto al sistema di infotainment: non troppo intuitivo; e al sistema di navigazione: potrebbe essere più preciso.

Guida più confortevole

Se c'è un punto su cui Mazda ha da sempre provato a dire la sua, poi, è quello della guida piacevole e su questo la MX-5 docet... la CX-5, però, non è certo una sportiva come la sorellina spider e in quanto crossover compatta deve garantire, prima di tutto, una guida piacevole e confortevole.

Per questo gli ingegneri giapponesi hanno lavorato principalmente su due fronti; quello delle sospensioni e quello dell'insonorizzazione.

Per quanto riguarda il primo la Mazda CX-5 2015 è stata equipaggiata con nuovi ammortizzatori anteriori e posteriori, con questi ultimi dotati di stelo maggiorato; il risultato è una fluidità più elevata che si nota affrontando le asperità del terreno e una maggiore stabilità in curva.

Sul fronte rumorosità, invece, l'aggiornamento è stato fatto introducendo più guarnizioni e materiali fono assorbenti. Risultato: -1,2 decibel di rumore nell'abitacolo, il che, tradotto, vuol dire il 13% in meno di rumore.

Purtroppo il forte vento durante la prova non ci ha aiutato a testare questa migliore insonorizzazione ma nei pochi tratti senza folate, effettivamente, i fruscii erano ridotti.

Motori: resta invariata la gamma

Il motore che abbiamo testato, il benzina 2WD da 165 CV (e 210 Nm di coppia), è potente quanto basta. Peccato che il 2.5 a benzina da 192 CV, non sarà disponibile per la crossover sul mercato italiano (su altri mercati si) ma, d'altronde, la sua cilindrata grande non va d'accordo con le logiche di mercato.

Il duemila, comunque, ha un'erogazione elastica, un po' pigro ai bassi regimi ma con un buon allungo. Abbinato al cambio automatico (+ 2.000 euro), offre anche la possibilità di selezionare la modalità Sport (disponibile su tutte le versioni a benzina con cambio automatico). Questa funzione offre una risposta più diretta dell'acceleratore e velocizza il cambio.

Tecnologia Premium

C'è un aspetto su cui la CX-5 2015 si avvicina, molto, alle premium della categoria ed è quello dei sistemi di sicurezza, tra i più avanzati del momento.

Parliamo, in concreto, del Lane Departure Warning System e del Lane Keep Assist System - che rilevano il cambio di corsia involontario e correggono la traiettoria automaticamente con un delicato intervento sullo sterzo -, il cruise control adattivo - che oltre a controllare la velocità permette anche di regolare la distanza con l'auto che precede - e gli Adaptive LED Headlights (attraverso cui è possibile sfruttare sempre la luce degli abbaglianti che si regola automaticamente per non infastidire le altre vetture).

Si tratta di tutti sistemi che siamo abituati a trovare sulle vetture di categoria (e prezzo) superiore e che, quando li provi, ti fanno toccare con mano ciò che vuol dire avvicinarci alla guida (semi)autonoma.

Verdetto: un aggiornamento che punta in alto

Da questo restyling la nuova Mazda CX-5 non può che uscirne promossa. Ha rafforzato le sue caratteristiche vincenti ed ha migliorato le lacune, o punti deboli, che erano emersi dalla prima versione.

I prezzi della nuova Mazda CX-5

Mazda CX-5 2015 Benzina 2.0 2WD 165 CV 6MT Evolve: 27.300 euro

Mazda CX-5 2015 Benzina 2.0 4WD 160 CV 6MT Evolve: 30.650 euro

Mazda CX-5 2015 Benzina 2.0 4WD 160 CV 6MT Exceed: 32.600 euro

Mazda CX-5 2015 Diesel 2.2 2WD 150 CV 6MT Essence: 26.400 euro

Mazda CX-5 2015 Diesel 2.2 2WD 150 CV 6MT Evolve: 29.300 euro

Mazda CX-5 2015 Diesel 2.2 2WD 150 CV 6MT Exceed: 32.600 euro

Mazda CX-5 2015 Diesel 2.2 AWD 150 CV 6MT Evolve: 32.650 euro

Mazda CX-5 2015 Diesel 2.2 AWD 150 CV 6MT Exceed: 34.600 euro

Mazda CX-5 2015 Diesel 2.2 AWD 175 CV 6MT Exceed: 35.200 euro

SCHEDA TECNICA
  • Motore
    4 cilindri 2.0L
  • Cilindrata
    1.998 cc
  • Potenza
    165 CV (6.000 giri), 210 Nm (4.000 giri)
  • Scatto 0-100 km/h
    9,2 sec.
  • Velocità massima
    200 km/h
  • Consumi/Emissioni
    6l/100 km; 139g/km
  • Altezza
    1.670 mm
  • Larghezza
    1.840 mm
  • Lunghezza
    4.555 mm
  • Passo
    2.700 mm
  • Sospensioni
    Anteriori McPherson; Posteriori Multilink
IDENTIKIT
Mazda CX-5 2015: all'inseguimento delle Premium

L'opinione dei lettori