Primo contatto

Mini Cooper S E Countryman ALL4, ibrida sportiva

La Countryman plug-in nella sua versione ibrida consuma poco e va forte, e allo stesso prezzo della SD

di Francesco Neri -
COMFORT
Comoda sulle buche e ben insonorizzata. Peccato per qualche rumore di rotolamento in autostrada.
PIACERE DI GUIDA
Nel segmento, è lei la regina: sterzo diretto, gran motore e assetto pensato per divertirsi.
PREZZO E COSTI
Costa cara, ma consuma poco e offre indubbi vantaggi. La lista degli accessori fa salire parecchio il prezzo.
AMBIENTE
Non potrebbe essere più green: 2,1 litri/100 km e 49 g/km di CO2

Sportiva, prima di tutto. La Mini Cooper S E Countryman ALL4 è la nuova versione ibrida della SUV-crossover inglese, ma con 224 CV e il suo inconfondibile feeling di guida, è prima di tutto un’auto pensata per chi ama guidare. La S E Countryman ALL4 infatti rappresenta il punto d’incontro tra versatilità, bassi consumi e piacere di guida. Il sistema ibrido plug-in, infatti, permette a chi compie tratti brevi di spostarsi solo l’energia elettrica, con un’autonomia fino a 42 km. E se la batteria si scarica c’è sempre il motore termico, oppure si possono utilizzare entrambi per ottenere il miglior rendimento possibile.

Il suo propulsore ibrido è semplice ed efficace: sotto il cofano anteriore troviamo un 1.5 tre cilindri turbo benzina da 136 CV, mentre sull’asse posteriore c’è un pacco batterie che fornisce ulteriori 80 CV, per un totale di 224 CV. La trazione di fatto è integrale, con la ripartizione completamente gestita da un computer (non c’è alcun differenziale centrale). La Mini Cooper S E Countryman ALL4 è disponibile solo con il cambio automatico, una condizione necessaria per permettere al motore ibrido di lavorare al meglio, e dispone di tre modalità di guida: Auto E-Drive, Max E-Drive e Save Battery.
La prima gestisce in automatico il funzionamento dei due propulsori, garantendo una velocità massima di 80 km/h solo con la spinta dell’elettrico, mentre la seconda sfrutta tutta la potenza della batteria senza far intervenire il motore termico, anche con il gas a tavoletta. In questa modalità si possono raggiungere i 125 km/h solo con la spinta delle batterie, mentre l’autonomia arriva fino a 43 km. Infine, la modalità “Save Battery” è pensata per risparmiare la carica il più possibile e utilizza il motore termico e le frenate per ricaricare la batteria (cosa che avviene anche in modalità Auto). Se invece la batteria “va a terra”, potete ricaricarla con la normale presa della corrente in 3,15 ore oppure, se collegata ad un Wallbox da 3,6 kW, in sole 2 ore e mezza.

STILE E INTERNI

La Mini Cooper S E Countryman ALL4 a colpo d’occhio sembra una normale S, ma la targhetta “E” gialla suggerisce che si tratta di una vettura “un po’” elettrica. Questa nuova Countryman è più cicciotta e muscolosa della precedente e dà l’impressione di essere più Maxi che MINI. Con 4,3 metri di lunghezza e 1,82 di larghezza, offre anche un buono spazio a bordo. Rispetto alle versioni diesel e benzina, però, la ibrida paga un dazio di 45 litri di capacità di carico (per lasciare spazio alle batterie), garantendo comunque una buona capacità di 405 litri.

Dentro, invece, la Cooper S E Countryman ALL4 è la solita curatissima Mini. Materiali e finiture sono inconfondibilmente BMW, con tanti dettagli interessanti (come il cerchio a LED che cambia colore dinamicamente attorno al sistema di infotainment) e i comandi e la strumentazione nel solito stile MINI “tondeggiante”. La S E, oltre ad avere una levetta extra per le diverse modalità di guida, mostra un’indicatore dell’efficienza e del funzionamento del propulsore al posto del contagiri: molto utile per migliorare il proprio stile di guida.

IMPRESSIONI DI GUIDA

I primi metri sono rassicuranti: la Mini Cooper S E Countryman ALL4 mantiene un ottimo feeling di guida. Il volante dalla corona spessa nasconde uno sterzo preciso e accurato, la risposta dell’acceleratore è pronta e le sospensioni “mangiano” bene le buche.
In modalità “Auto” la Mini Cooper S E Countryman ALL4 si muove silenziosa, anche quando si attiva il tre cilindri termico. La coppia del motore elettrico è istantanea, vigorosa, e quando i motori uniscono le forze i 224 CV sembrano esserci tutti.

Certo, i 140 kg in più dovuti alle batterie penalizzano un po’ la dinamica, ma nonostante l’abbiamo strapazzata nei tratti ricchi di curve che portano al Lago di Como, la Cooper S E Countryman ALL4 non ha battuto ciglio. È ancora agile, precisa e divertente come ce la ricordavamo. Forse questo non è un motivo di scelta primario per una vettura ibrida, ma il fatto che si guidi così bene è comunque un bel plus. La Casa dichiara poi un consumo medio di 2,1 km/l – anche se questo discorso vale si considerano i primi 43 km percorsi in sola modalità elettrica – ma se guidata come si deve, si possono percorrere tranquillamente i 18-20 km/l. Anche di più se si guida in città.

CONCLUSIONI E PREZZI

La Mini Cooper S E Countryman ALL4 ha un prezzo di listino di 38.050 euro, esattamente lo stesso prezzo della Mini Cooper SD Countryman ALL4 diesel da 190 CV. Naturalmente è un prezzo da premium, ma i contenuti non mancano e il fatto che il prezzo sia lo stesso della sua gemella a gasolio la rende un’alternativa molto interessante. Questo vale soprattutto per chi abita in città e percorre circa 40 km per il tratto casa-ufficio, dove il vantaggio della versione plug-in è evidente.

SCHEDA TECNICA

DIMENSIONI

Lunghezza430 cm
Larghezza182 cm
Altezza152 cm
Peso1735 Kg
Bagagliaio405 Litri

MOTORE

Cilindrata1499
Potenza224 CV
Coppia220 Nm
Trasmissione6 marce automatico
TrazioneIntegrale

PRESTAZIONI

0-100 km/h6,8 secondi
Velocità massima198 km/h
Consumi2,1 l/100 km
Emissioni49 g/CO2
38.050 euro
Ti potrebbe interessare anche

Mini Countryman 2017

Crash test Euro NCAP maggio 2017: 5 stelle per Skoda Kodiaq, Mini Countryman e Nissan Micra

Mini ALL4 Racing: la Countryman debutta alla Dakar

Mini Cooper SD Countryman contro tutte