• pubblicato il 18-10-2016

Nuova Citroën C3, le nostre prime impressioni

di Francesco Neri

Siamo andati fino a Barcellona per provare la nuovissima Citroën C3

IN BREVE
     
Comfort
La nuova C3 è morbida di ammortizzatori e ben insonorizzata, migliorato anche lo spazio posteriore.
     
Costi
Il prezzo di 14.250 euro per la versione FEEL da 82 CV è allettante; buoni i consumi.
     
Piacere di guida
L’assetto è più votato al comfort, ma lo sterzo è accurato e la guida parecchio precisa. Sufficiente la spinta del PureTech da 82 CV.
     
Ambiente
Buoni i 109 g/km di CO2 per il PureTech da 82 CV

Pop, colorata, fresca: la nuova Citroën C3 tronca con il passato e prende in prestito il meglio della sorella C4 Cactus, ma allo stesso tempo trovando una propria identità. Il muso è alto, possente, caratterizzato dai i fari sottili contrastati dai fendinebbia ovali, mentre i gruppi ottici posteriori sfoggiano dei cerchi concentrici a LED. Una linea riuscita, fuori dal coro, ma anche unisex e accattivante. Le personalizzazioni sono moltissime e la Citroën C3 la si può letteralmente creare su misura a seconda del proprio gusto. Discorso che vale anche per gli interni, ora decisamente più curati nei materiali, con rivestimenti cambiano in funzione dell'ambiente scelto.

Lo scopo della Casa del Double Chevron è quella di attirare un pubblico più giovane, e la ConnectCAM ne è un esempio lampante. Si tratta di una videocamera full HD con 16 GB di memoria integrata in grado di registrare video e di scattare foto dei momenti migliori passati alla guida della C3, da condividere poi sui social tramite il proprio smartphone.
Migliorata anche l’abitabilità: in meno di 4 metri la nuova Citroën C3 accoglie comodamente 5 passeggeri, lo spazio per quelli posteriori è cresciuto di quasi 2 cm e mezzo e il bagagliaio vanta 300 litri di carico.

AL POSTO GUIDA DELLA C3

La Citroën C3 dipinge i tratti stilistici della Cactus anche negli interni, dove troviamo una plancia ricca di dettagli interessanti, come la maniglia a cinturino e le bocchette dell’aria che richiamano i “tondi” dei fari dell’auto.
La qualità percepita è di buon livello già nell’allestimento base, anche se qualche plastica rimane ancora migliorabile, ma nel complesso vista e tatto vengono appagati.
Alla guida, invece, la francesina regala soddisfazioni. La posizione di guida è corretta, anche per merito di un volante ampiamente regolabile; detto ciò, la C3 non ha un comportamento sportivo ma tutti i comandi hanno una consistenza studiata e un peso “giusto”, così risulta piacevole da guidare a qualsiasi velocità. Una nota di merito va allo sterzo: sensibile, lineare e in grado di infondervi fiducia nella guida allegra dove, dopotutto, la Citroën non sfigura.
Questo grazie ad un assetto morbido sulle buche ma che non lascia coricare troppo l’auto tra le curve ed un motore che, seppur più ruvido rispetto ad un quattro cilindri, risulta abbastanza tondo nell’erogazione e capace di una discreta ripresa. Stiamo parlando del tre cilindri 1.2 PureTech benzina da 82 CV e 118 Nm di coppia, motore che secondo la Casa farà il grosso delle vendite nel Bel Paese. Noi l’abbiamo provato con il cambio manuale a 5 rapporti: leggero negli innesti anche se un po’ gommoso, ma che asseconda bene il carattere del tre cilindri. La Casa dichiara uno 0-100 km/h in 13 secondi e un consumo di 4,7 l/100 km nel ciclo combinato.
Siamo riusciti a fare un giro anche sulla versione PureTech più potente, ovvero la 1.2 turbo da 110 CV, più scattante e briosa, soprattutto ai medi regimi. Quest’ultima in combinazione però al cambio automatico EAT6 a sei rapporti (optional) , rapido quanto basta e dolce nei passaggi.

MOTORIZZAZIONI

La nuova Citroën C3 dispone di tre motori benzina PureTech (68, 82 e 110 CV) e due diesel BlueHDi con 75 e 100 Cv di potenza.
Tra l’altro è in arrivo per l’Italia a gennaio anche una versione a GPL da 82 CV.

VERSIONI E ALLESTIMENTI

Veniamo all’ampia scelta che offre la nuova Citroën C3: tre colori per il tetto, nove per la carrozzeria e tre per gli interni, oltre alla possibilità di dotare la propria auto dei famosi Airbump (di serie sulle versioni Feel e Shine), le strisce laterali diventate ormai una firma distintiva con la nascita della Cactus.
La tecnologia non manca di certo e di serie sulla Citroën C3 LIVE (la versione base) troviamo il sistema di infotainment, il sitema di mantenimento della corsia, l’hill start, il riconoscimento segnaletica stradale e il cruise control.
Con 1.250 euro in più si passa all’allestimento FEEL, che aggiunge i LED diurni, passaruota neri, le prese Aux e USB, il volante con decori Satin, la plancia nero brillante e la radio Mp4 con comandi al volante.
Con lo stesso gradino di prezzo si arriva alla versione SHINE, la top di gamma, che aggiunge 6 altoparlanti, i fari automatici, il clima con filtro anti polline, i retrovisori riscaldabili elettricamente, la plafoneria a LED, il tetto ONYX BLACK, il Touchpad da 7 pollici con Mirror Screen e diversi dettagli stilistici.
Da segnalare che, per il mercato italiano, sulla versione FEEL c’è il Pack Design integrato, mentre sulla Shine invece troviamo la retrocamera posteriore e la ConnectedCAM.

PREZZI

I prezzi della nuova Citroën C3 partono da 12.250 euro per versione PureTech da 68 CV LIVE; da 14.250 euro per la PureTech da 82 CV con allestimento FEEL - quella che rappresenterà il cuore delle vendite di Citroën C3. La PureTech 82 CV a GPL e la PureTech 110 CV benzina invece, partono entrambe da 15.570 euro, entrambe sempre in versione FEEL.

SCHEDA TECNICA
IDENTIKIT
Nuova Citroën C3, le nostre prime impressioni

L'opinione dei lettori