• pubblicato il 12-09-2014

Nuova Ford Focus, molto più che un restyling

di Francesco Irace

La nuova compatta dell'Ovale Blu si rinnova: diventa più tecnologica, più stilosa e più efficiente

IN BREVE
     
Comfort
Più silenziosa che in passato e dotata di una tecnologia ai vertici della categoria
     
Costi
Il prezzo di partenza è più basso rispetto a quello della versione attuale
     
Piacere di guida
Rivista la taratura delle sospensioni, aumentata rigidità torsionale anteriore e sterzo più preciso e reattivo
     
Ambiente
Il 1.0 ecoboost permette alla Focus di diventare la prima ‘family car’ europea a benzina, non ibrida, a scendere al di sotto della soglia dei 100 grammi di emissioni

Non è un restyling, ma un cambiamento ben più importante. Per il 2015 la Ford Focus si rinnova completamente.

Cambia look, ringiovanendosi, migliora nel comfort e nelle finiture, e sfoggia una tecnologia senza precedenti.

Arriverà nelle concessionarie verso la fine di ottobre in tre allestimenti – Plus, Titanium e Titanium X – con prezzi a partire da 18.750 euro (250 euro in meno rispetto alla versione attuale) per le benzina e da 21.000 per le diesel.

Ford Focus si rifà il trucco

La calandra è quella che contraddistingue tutti i nuovi modelli della gamma Ford: forma trapezoidale, vista già su Fiesta e Mondeo. I gruppi ottici sono più sottili e slanciati, sia davanti che dietro, e anche la forma del cofano è stata rivista.

L'aspetto diventa più dinamico e aggressivo, ma allo stesso tempo elegante. Così come elegante è anche l'interno dell'abitacolo, dove scompaiono molti pulsanti per lasciar spazio a una plancia più pulita e ben rifinita.

Cambia anche la strumentazione, ora più completa e dettagliata: alla guida servono però un po' di minuti prima di abituarsi a tutte le spie presenti sul quadro.

In marcia si apprezza subito lo straordinario lavoro svolto da Ford per quel che riguarda l'insonorizzazione dell'abitacolo. Il comfort è cresciuto in maniera davvero considerevole rispetto al modello attuale.

Sistema Sync 2

Ma il vero punto di forza della nuova Ford Focus è il sistema di infotainment Sync 2, che permette di utilizzare il comando vocale per la navigazione, l’intrattenimento e le funzioni di bordo.

In pratica, basterà pronunciare brevi frasi come “ho fame”, per innescare un'immediata ricerca dei ristoranti più vicini, oppure “climatizzatore a 20 gradi”, per gestire il climatizzatore, o ancora “Colosseo”, per indicare al navigatore una nuova destinazione.

Si tratta di un sistema altamente efficiente e soprattutto molto valido dal punto di vista della sicurezza alla guida. Tante operazioni, che fino a qualche tempo fa richiedevano l'uso delle mani e anche una buona dose di “distrazione visiva”, oggi, con il Sync 2, possono essere svolte in totale sicurezza: senza distogliere lo sguardo dalla strada e senza togliere le mani dal volante.

Il Sync 2 permetterà inoltre di gestire le principali funzioni dello smartphone connesso vial Bluetooth.

Dinamica di guida

Non solo tecnologia e design. La nuova Ford Focus migliora anche nell'esperienza di guida. Tra le strade spagnole abbiamo apprezzato l'assetto migliorato grazie a una nuova taratura delle sospensioni, a una maggiore rigidità torsionale e a uno sterzo più preciso e reattivo (grazie al nuovo servosterzo elettrico).

Nonostante la Focus non sia un'auto realizzata per uso sportivo, si comporta davvero egregiamente anche se strapazzata. D'altronde con tutti i sistemi di sicurezza presenti sulla vettura, vedi il nuovo sistema Enhanced Transitional Stability (ETS) – che debutta per la prima volta in Europa –, perdere aderenza è praticamente impossibile: il nuovo sistema predittivo antislittamento analizza le condizioni di guida e interviene in anticipo rispetto a una potenziale perdita di controllo da parte del guidatore.

Ma il piacere non finisce quando si lasciano le curve per affrontare i tratti autostradali: basta impostare il Cruise Control Adattivo e tenere lo sterzo, al resto ci penserà Focus: l'auto frenerà da sola se rileverà una diminuzione della distanza dal veicolo che precede, grazie al sistema di frenata automatica con assistenza pre-collisione Pre-Collision Assist, e tornerà alla velocità impostata non appena tale distanza sarà ritenuta “sicura”.

Motori più efficienti ed Euro6

E passiamo ai motori, con la gamma completamente rinnovata. Tutti i propulsori diventano Euro 6, sono tutti dotati di Start/Stop, e vantano consumi più bassi rispetto a quelli che vanno a sostituire.

La proposta benzina comprende il 1.0 ecoboost da 100 e 125 CV, e il nuovissimo 1.5 ecoboost da 150 CV. Quest'ultimo si è rivelato un motore molto elastico, pronto a tutti i regimi e con un'ottima spinta.

Per quanto riguarda invece la proposta diesel, la nuova Ford Focus sarà disponibile in abbinamento al 1.5 TDCI da 95 e 120 CV e al 2.0 da 150 CV.

Anche il due litri – che abbiamo provato sulla Wagon (che costa 1.000 euro in più rispetto alla berlina) – è molto ben fatto, seppur completamente diverso rispetto al 1.5 ecoboost: soffre un po' ai bassissimi regimi, costringendo a usare un po' di più il cambio, ma è molto potente ed è dotato di un buon allungo. Promosso.

Tecnologia e sicurezza

Come anticipato tanto è stato fatto dal punto di vista della tecnologia e della sicurezza. Dal sistema di parcheggio automatico, che funziona sia in spazi paralleli che perpendicolari, a quello di frenata automatica in città (ora fino a 50 km/h).

Ma non solo. Oltre ai già citati Sync 2, Cruise Control Adattivo e Pre-collision Assist, sulla nuova Ford Focus arriva anche la tecnologia MyKey, la chiave programmabile Ford che permette ai genitori di configurare alcune caratteristiche dell’auto – dalla velocità massima ai sistemi di sicurezza – quando la prestano ai figli.  

SCHEDA TECNICA
  • Lunghezza totale
    4358mm (berlina), 4556mm (wagon)
  • Larghezza totale con/senza retrovisori
    2010mm/1823mm
  • Altezza massima a veicolo scarico
    1484mm (berlina), 1505mm (wagon)
  • Capacità di carico
    fino a 1148 litri per la berlina, fino a 1516 litri per la wagon
IDENTIKIT
Nuova Ford Focus, molto più che un restyling

L'opinione dei lettori