• pubblicato il 26-10-2016

Nuova Mercedes Classe E Station Wagon, prime impressioni di guida

di Francesco Neri

La nuova Classe E Station Wagon si guadagna lo scettro di station più sicura e tecnologica, ma sarà bella da guidare?

IN BREVE
     
Comfort
Elevatissimo: l’insonorizzazione è eccellente e le sospensioni smussano ogni asperità, senza parlare degli aiuti alla guida da fantascienza.
     
Costi
Il prezzo è alto, ma giustificato da contenuti di primissimo livello e da tanta tecnologia. Bassissimi i consumi.
     
Piacere di guida
La E SW mostra anche discrete dote dinamiche. Lo sterzo preciso, la spinta del motore progressiva e la buona agilità del telaio la rendono piacevole anche tra le curve.
     
Ambiente
L’efficienza del nuovo 2.0 litri diesel porta le emissioni di CO2 a soli 109 g/km.

La nuova Mercedes Classe E Station Wagon è, lasciatemelo dire, un’astronave. Non per la forma, intendiamoci, ma per la sua avanzatissima tecnologia. I sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida sono così avanzati che in Nevada la Classe E vi porta in giro senza che voi tocchiate niente: guida in totale autonomia. Notevole, ma sono contento che in Italia la guida autonoma non sia ancora regolamentata, perché la nuova Mercedes Classe E è un’auto bella da guidare e comunque gli aiuti elettronici sono così avanzati da diminuire drasticamente stress e rischi inutili. Ma lasciamo da parte la tecnologia per un momento.

Esteticamente la nuova Mercedes Classe E è ringiovanita, soprattutto nella parte posteriore, dove sfoggia una coda più sportiva, quasi da shooting brake. Una scelta stilistica che manda in pensione l’idea di E Station “carro funebre” e che le conferisce un’aria più dinamica e moderna. Questo però costa alla E Station qualche litro di bagagliaio,130 litri per la precisione, ma con una capacità di carico complessiva che va dai 640 ai 1.820 litri, c’è poco da lamentarsi; inoltre il vano è frazionabile in tre parti tramite il rapporto 40:20:40 tramite due pulsanti ai lati ed è dotato di portellone elettrico, tutto di serie.

Sotto il cofano della Nuova Mercedes Classe E Station Wagon troviamo il nuovo diesel quattro cilindri da 2.0 litri disponibile nelle varianti da 150 e 190 CV, oltre al più potente 3.0 V6 diesel da 258 CV. Noi abbiamo guidato la 220 d da 194 CV, vediamo com'è andata.

GUIDA DA SOLA, MA È QUASI UN PECCATO

La seduta ampiamente regolabile della Mercedes Classe E Station Wagon vi permette di trovare la posizione “perfetta” facilmente. La sensazione di non essere seduti su una Classe E è difficile da mandar via. Innanzitutto l’abitacolo ha l’aria compatta, raccolta, come se fosse una Classe C; il volante è piccolo e sportivo e i due enormi schermi (di serie a partire dalla versione AMG Line) fanno molto Classe S. Se pensate che la E si trova in mezzo alle C e alla S (come segmento, ovviamente), allora tutto ha perfettamente senso.
Il tunnel centrale privo di leva del cambio (si trova sul volante) e le bocchette tonde d'areazione rimandano al nuovo corso stilistico Mercedes, ma sulla E è tutto più curato e oserei opulento. Gli interni sono ampiamente personalizzabili, ovviamente, ma la luce ambient blu con il tema gessato dei pannelli plancia-porta del nostro esemplari rendono l'ambiente fin troppo "giovanile".

Il nuovo 2.0 diesel da 194 CV e 400 Nm di coppia è un quattro cilindri come si deve. È più leggero, silenzioso ed efficiente del vecchio 2,2 litri, anche perché si tratta del primo diesel completamente in alluminio (tranne i pistoni che sono in acciaio). Questo si traduce in una risposta all’acceleratore molto pronta, una coppia costante e un allungo notevole per un diesel di soli 2.0 litri di cilindrata. Tramite il Dynamic Drive Select, poi, si possono scegliere diverse modalità per sterzo, ammortizzatori, motore e parametri dell’auto. Dalla vellutata modalità “Comfort” alla incisiva “Sport+”. Le sospensioni in ogni caso non sono mai granitiche e riescono a granatire una guida ferma mantenendo allo stesso tempo salva la vostra schiena. La E Station così scivola sull'asfalto, trasportandovi con naturale disinvoltura da A a B.

Ma quello che spiazza è la spropositata quantità di gingilli tecnologici di cui dispone la Classe E Station Wagon. Cercherò di essere breve: la E monta il sistema Multibeam LED che accende a spegne alcuni dei 27 LED dei fari anteriori a seconda delle necessità (nel caso si incroci un’auto o quando c’è una variazione di luce), il sistema Pre Safe Impulse Slide che prepara l’auto ad un incidente laterale, l’Evasive Steering Assist che frena in automatico e fino a 100 km/h evita l’incidente, oltre i 100 km/h (è attivo fino ai 200 km/h) riduce notevolmente l’impatto. Come se non bastasse, i tecnici Mercedes hanno pensato anche all’incolumità delle orecchie dei passeggeri: il Pre Safe Sound System salvaguardia le orecchie dal frastuono di un incidente tramite un fruscìo che pare protegga l’udito, preparandolo all’eventuale crash.

La Classe E Station Wagon è dotata anche del sistema Speed Limit Pilot (che legge i cartelli dei limiti di velocità e adatta il cruise control) e del Car to X, sistema che permette alle varie auto di comunicare tra di loro, creando una rete di informazioni (incidenti, traffico) per una migliore viabilità e sicurezza.
Come dicevo prima: un’astronave, sì, ma bella da guidare. Basta fare un paio di curve per apprezzare la precisione dello sterzo e l’agilità della E, che si muove leggera e composta. Il nuovo diesel è potente quanto basta e garantisce alla Classe E Station Wagon buone prestazioni (0-100 in 7,7 secondi e 235 km/h), e soprattutto consuma davvero poco: 4,2 l/100 km nel ciclo combinato, con un’autonomia di circa 1000 km.
Il cambio 9G-Tronic a nove marce è di serie su tutte le versioni ed è rapido e morbido nei passaggi, addirittura secco in modalità Sport+. Ci sono i paddle al volante naturalmente, ma non esiste una vera e propria modalità manuale, quindi se non cambiate voi per una manciata di secondi il 9G-Tronic tornerà automaticamente in D.
In autostrada, poi, basta inserire la guida automatica (non autonoma, perché in Italia è illegale, ma sarebbe in grado) e la Mercedes Classe E Station Wagon viaggia accelerando, frenando e curvando da sola, a patto che ogni tanto le sfiorate il pulsate touch sul volante per ricordarle che ci siete. Un sistema di sicurezza, sì, ma anche di comfort, in grado di alleviare notevolmente lo stress legato al traffico, ai viaggi e agli imprevisti.

PREZZI E VERSIONI

Di serie la nuova Mercedes Classe E Station Wagon monta l’assetto Dynamic Drive Select, il cambio 9G-Tronic Plus con cruise control e limitatore, il clima automatico con filtro anti polline, il sistema Collision Prevention Assist Plus, il Live Traffic information e i servizi Mercedes connect.
Non mancano i sedili frazionabili elettricamente (con portellone elettrico) il sistema Pre-Safe e le luci ambient soffuse con 64 colori selezionabili.

La versione Sport parte da 53.400 euro e aggiunge i fari a LED, i cerchi da 17”, i sedili in artico/tessuto, il portellone Easy Pack, il navigatore con Audio 20 e il sistema Remote Online.
Con 2.000 euro in più rispetto alla Sport troviamo la Buisness Sport, che aggiunge parking pilot, mirror pack e il Garmin Map Pilot; mentre con altri 2.700 euro arriviamo alla Exclusive, la versione più elegante, che monta sedili in pelle/tessuto riscaldati, cerchi da 17”, fari LED, e Garmin Map con parking pilot.
Con 3.500 euro in più rispetto alla versione Exclusive arriviamo alla AMG Line, che monta di serie l’Head Up Display, i cerchi da 19”, la strumentazione digitale con doppio schermo, il Comand Online, il parking pilot, il touchpad per il sistema di infotainment e i sedili Artico riscaldati.

Infine, con 7.000 euro in più rispetto alla AMG Line, arriviamo alla top di gamma Premium Plus, che monta i sedili in Pelle Memory Riscaldati, i cerchi da 19”, i fari Multibeam LED, il tetto panorama, il COMAND online, il parking pack con camera a 360 gradi e la strumentazione digitale con doppio schermo.

I prezzi partono da 50.200 euro per la E 200 d Automatic da 150 CV e da 56.600 euro per la E 220 d Automatic da 194 CV, che parte però dall’allestimento Sport.

SCHEDA TECNICA
IDENTIKIT

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Nuova Mercedes Classe E Station Wagon, prime impressioni di guida

L'opinione dei lettori