• pubblicato il 15-10-2016

Peugeot 3008 2016, le prime impressioni di guida

di Francesco Irace

Ora è un vero e proprio SUV. Ha un look futuristico, dentro e fuori, è confortevole e si guida bene

IN BREVE
     
Comfort
È spaziosa, confortevole e ben rifinita. Ed è anche ben insonorizzata.
     
Costi
La versione completa non è economica. Ma non ha nulla da invidiare alle auto premium
     
Piacere di guida
Per essere un SUV pensato per famiglia e tempo libero, si guida davvero molto bene.
     
Ambiente
Consumi ed emissioni sono in linea con la concorrenza.

Che vi piacciano o no, i SUV stanno invadendo il mercato dell’auto con una forza che a confronto gli alieni di Indipendence Day erano dilettanti allo sbaraglio: un’auto su 4 in Europa (e in Italia) è un SUV, giusto per darvi un’idea.

Non c’è da stupirsi, dunque, se Peugeot abbia deciso di trasformare una monovolume/crossover in SUV. Sì perché la seconda generazione della 3008 – più di 50.000 unità vendute dal 2009 – è a tutti gli effetti lo “Sport Utility Vehicle” di segmento C del marchio francese.

È già disponibile nelle concessionarie con un look molto aggressivo, con proporzioni azzeccate, con un i-cockpit rivoluzionario e con una gamma motori completa.

I prezzi partono da 23.150 euro per i benzina e da 24.900 euro per i diesel; con 30.000 euro circa ci si porta a casa la 1.6 BlueHDI da 120 CV Allure, completa di tutto ciò che si può desiderare su un’auto del genere. 

La trazione integrale (ibrida) nel 2019

Se vi state chiedendo se è disponibile anche con la trazione integrale, la risposta è “No”. Almeno per ora. Solo nel 2019 arriverà una variante ibrida plug-in caratterizzata da unità elettriche che andranno ad agire sulle ruote posteriori.

Vi dovrete accontentare – si fa per dire – della sola trazione anteriore; che tra l’altro è solitamente la soluzione preferita da chi compra un SUV di segmento C. Detto questo, l’altezza da terra dell’auto è di ben 22 cm e gli angoli d’attacco sono cresciuti in modo considerevole rispetto al passato.

Dunque, ci si può anche avventurare nell’off-road leggero, per il quale è disponibile (in opzione) il sistema Advanced Grip Control che beneficia di equipaggiamenti come: motricità ottimizzata con cinque modalità di aderenza (normale, neve, fango, sabbia ed ESP OFF), cerchi e gomme da 18’’ All Season e Hill Assist Descent Control, sistema che gestisce in modo ottimale le discese in forte pendenza. 

Ottima dinamica di guida. Il BlueHDI da 120 CV è il motore giusto

Chiaramente è l’asfalto il terreno preferito dalla nuova Peugeot 3008, che vanta un comportamento dinamico che non ti aspetti da un SUV. Altro che trasferimenti di carico e peso eccessivo: si guida quasi come una 308.

È piuttosto rapida, ha un assetto non troppo morbido e un volante abbastanza reattivo (soprattutto nella modalità Sport). Il motore più importante della gamma – in termini di mercato – è senza dubbio il 1.6 BlueHDI da 120 CV, che si rivela effettivamente il miglior compromesso tra prestazioni e consumi.

Ha una buona spinta, è fluido ed efficiente. Chi vuole più coppia e più allungo può optare per il BlueHDI 150 e 180 (ma per farci cosa?). Mentre per quanto riguarda i motori a benzina, non è da trascurare il 1.2 PureTech 3 cilindri turbo da 130 CV: ha la giusta potenza, non consuma come un trattore e costa quasi 2.000 euro in meno rispetto al motore diesel.

Per quanto sia fluido e morbido il cambio manuale, abbiamo preferito l’automatico EAT6 a sei rapporti (a convertitore di coppia). È dolce e mai troppo invasivo, pur non essendo rapissimo nelle cambiate.

E contribuisce inoltre a far aumentare ulteriormente il comfort percepito a bordo, che è da vettura premium. Il lavoro svolto in termini di insonorizzazione è davvero notevole, così come si fa apprezzare l’impostazione dell’i-cockpit.

i-cockpit, comfort e spazio

Si tratta di una sorta di cabina di pilotaggio futuristica che avvolge il guidatore senza soffocarlo. Volante piccolo, linee scolpite, sistema di infotainment con schermo da 8’’ centrale (che gestisce, tra le altre cose, il navigatore e il nuovo impianto audio firmato Focal con 10 altoparlanti, oltre a dialogare con gli smartphone tramite Carplay e AndroidAuto), pulsanti ben mascherati e strumentazione personalizzabile (in 5 modalità) con schermo da 12,3’’, sono solo alcuni dei suoi elementi di spicco.

Convincente anche il livello e la qualità di finiture, plastiche (morbide e dure) e rivestimenti: pelle o Alcantara® che sia. Lo spazio a bordo non manca, anche il divano posteriore è comodo e accogliente.

Merito degli 8 centimetri in più di lunghezza (4.45m) e dei sei centimetri in più di larghezza (1,60m) rispetto al modello precedente. L’altezza della vettura è invece diminuita (1.62m), mente sono cresciuti i litri del bagagliaio: ora la capacità di carico è di ben 591 litri (100 in più).

Tecnologia e sicurezza

Bella da vedere, confortevole ma anche tecnologica. La nuova Peugeot 3008 si avvale infine dei più recenti sistemi di sicurezza, come l’Adaptive Cruise Control con funzione Stop (mantenimento automatico della velocità del veicolo programmata dal conducente e adattamento della distanza dal veicolo che precede), il sistema di riconoscimento dei segnali stradali, la frenata di emergenza automatica, il Park Assist e l’Active Lane Departure Warning, che rileva il superamento della linea di demarcazione della carreggiata e corregge la traiettoria tra i 65 e i 180 km/h. 

Insomma, la nuova 3008 convince; qualcuno potrebbe essere spiazzato dal volante piccolo, ma è solo questione di abitudine. Le SUV di segmento C avranno ora una concorrente molto valida da tenere d'occhio...

SCHEDA TECNICA
  • Dimensioni
    4.45m - 1.60m -1.62m
  • Motore
    1.6 BlueHDI 120 EAT6
  • Potenza
    120 CV e 300 Nm
  • Consumi
    4,3l/100km
  • Bagagliaio
    591/1.482 litri
IDENTIKIT
Peugeot 3008 2016, le prime impressioni di guida

L'opinione dei lettori