Peugeot 308 2013 - Linee
  • pubblicato il 23-10-2013

Peugeot 308: la francese che ha studiato dai tedeschi

di Alessandro Ferrari

La francese che ha studiato dai tedeschi

IN BREVE
     
Comfort
Abitacolo ampio e silenzioso, ottima taratura delle sospensioni. Insomma, niente da ridire.
     
Costi
Questa versione è un po’ cara, ma è anche quella al top, la più ricca di accessori.
     
Piacere di guida
Buone prestazioni e notevole fluidità di marcia. Ci si può divertire senza eccessi.
     
Ambiente
Questa versione non va certamente alla ricerca di record in tema di emissioni.

Appena nata, la nuova media a due volumi del Leone ha già collezionato un record: è la prima Peugeot che non cambia numero rispetto alla serie che va a sostituire. E d’ora in poi sarà sempre così, nel senso che tutti i modelli ordinari avranno in coda la cifra 8. A parte il nome, quasi tutto il resto è nuovo.

Diciamo quasi perché la gamma motori della nuova Peugeot 308 in realtà è quella della precedente serie, qui le novità vere arriveranno solo nel 2014 e saranno davvero tante, compreso un 1.600 turbodiesel campione assoluto di consumi ed emissioni, con i suoi 82 g/km di anidride carbonica.

Stile

Con questo modello, invece, debuttano uno stile semplice, elegante ed equilibrato, con qualche leggera smagliatura, come il frontale piuttosto anonimo (vedendola arrivare nello specchio retrovisore, difficilmente si capisce subito che è una Peugeot perché non si vede il piccolo leone sul cofano) e una decisa somiglianza con la classe A e con l’Audi A3 in coda.

Una scelta stilistica non casuale, visto che la nuova 308 si ispira proprio alle recenti tedesche. L’interno è decisamente più originale. Lo stile è lineare, persino un po’ spoglio al primo colpo d’occhio, la finitura curata.

E poi, come nella 208, ci sono il volante piccolo e basso e la strumentazione in alto, sopra la corona. E anche qui, la posizione di guida è un po’ insolita e non sempre si riescono a leggere tutte le indicazioni sul cruscotto.

Ottimo lo spazio sia davanti che dietro e nella norma delle auto dei nostri tempi la visibilità, ovvero abbastanza buona in avanti e di tre quarti, un po’ limitata dietro e in manovra. Fra i motori di lancio, abbiamo scelto il top di gamma, il 1.600 THP da 155 CV, un motore che sulla carta si può quasi considerare esuberante per un’auto da famiglia come la 308.

Motore, prestazioni e guida

Su strada, però, si scopre che questa versione della nuova Peugeot è tutto meno che sportiva. Per chi cerca sensazioni forti arriveranno altre varianti il prossimo anno. I 155 CV del motore, l’ormai stranoto 1.600 turbo PSA/BMW, sono ben distribuiti su tutto l’arco di funzionamento e assicurano accelerazioni pronte, ma soprattutto una fluidità di marcia davvero apprezzabile.

E ulteriormente valorizzata dalla buona rapportatura del cambio a sei marce, con il sesto rapporto da utilizzare soprattutto nella marcia veloce e regolare in autostrada. Nella norma il funzionamento dello sterzo, pronto ma senza eccessi, che sarebbero fuori luogo in un’auto da famiglia, con qualche attimo di disorientamento nel misto veloce, perché il volante, piccolo e montato più in basso del solito, richiede un minimo di assuefazione. Il nuovo telaio della Peugeot 308 è perfettamente all’altezza della situazione.

La corretta taratura delle sospensioni, le carreggiate larghe e il peso dell’auto, che mediamente è ridotto di 140 kg rispetto alla serie precedente, assicurano un’apprezzabile agilità sui percorsi misti veloci e un’ottima aderenza all’asfalto, anche quando si guida col piede pesante. Spostandoci sul sedile del passeggero, nella nuova 308 abbiamo apprezzato due cose. Prima di tutto l’ottimo comfort di marcia.

Le sospensioni, infatti, assorbono con disinvoltura anche le imperfezioni di una certa entità dell’asfalto, ma al tempo stesso, limitano molto il rollio in curva. Il motore e tutta la meccanica sono ben insonorizzati e quindi non disturbano nemmeno quando si tirano a fondo le marce. L’altra cosa che apprezzano i passeggeri è la finitura.

La plancia rivestita in materiale morbido e il trattamento a “effetto seta” delle plastiche lisce danno una sensazione al tatto molto piacevole.

SCHEDA TECNICA
  • N. cilindri/cilindrata
    4/1.598 cc
  • Potenza
    115 kW/155 CV a 6.000 giri
  • Coppia
    240 Nm a 1.400 giri
  • Cambio
    manuale a 6 marce
  • Trazione
    anteriore
  • Velocità max
    215 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    8,0 secondi
  • Consumo misto
    17,9 km/l
  • Emissioni CO2
    129 g/km
  • Dimensioni
    4,25/1,86/1,46 m
  • Bagagliaio
    420/470 dm3
  • Bollo
    316,05 euro
IDENTIKIT
Peugeot 308: la francese che ha studiato dai tedeschi

L'opinione dei lettori