• pubblicato il 16-05-2013

Renault Zoe: l’invito francese all’acquisto pulito

di Valerio Boni

L’invito francese all’acquisto pulito

IN BREVE
     
Comfort
Le sospensioni rinforzate risultano efficaci e la rumorosità è pressoché nulla.
     
Costi
Lo sforzo è evidente, ma i costi restano alti in assenza di una politica di incentivi.
     
Piacere di guida
La coppia non manca e l’assetto riesce a sorprendere. Ottimo è l’effetto frenante in fase di rilascio.
     
Ambiente
Nessuna emissione in movimento: l’elettrico è inquinamento zero.

La prima fase è conclusa.

Dopo il commerciale Kangoo, la berlina media Fluence e il quadriciclo (Twizy, in due versioni da 45 e 80 km/h), l’arrivo della Zoe completa l’offerta Renault nella mobilità elettrica.

Una scelta coraggiosa, controcorrente rispetto ad altri costruttori, che credono più nell’ibrido.

Renault Zoe: nata per essere elettrica

Pronta per la commercializzazione, la Renault Zoe nasce espressamente per essere elettrica, non è un semplice adattamento di un veicolo già esistente.

In comune con altre vetture della gamma c’è solo la piattaforma, la B, condivisa con la quarta generazione della Clio.

Ma parte delle sospensioni deriva dal segmento superiore Mégane, per favorire il comfort e un assetto adeguato al peso, superiore ai 1.400 kg.

Questione di comfort (e di ricarica)

Tutta da scoprire nei dettagli, è una cinque posti che introduce una serie di tecnologie innovative, come il riscaldamento con pompa di calore.

Una soluzione già disponibile per gli impianti casalinghi, che ha il pregio di ridurre i consumi.

E di conseguenza favorire l’autonomia.

A questo proposito, la Renault Zoe è accreditata di percorrenze fino a 210 km secondo gli standard europei.

Più verosimilmente, visto che nella guida reale è impossibile ricreare le medesime condizioni, l’autonomia è compresa tra i 100 e i 150 km, a seconda della sensibilità del piede di chi guida e delle condizioni del traffico.

Per quanto riguarda la ricarica, i tempi vanno dalle 9 ore della rete casalinga ai 30 minuti (per l’80% di carica) delle colonnine a 43 kW.

Renault Zoe: alla guida

Se non ci si concentra sul suono inesistente del motore, visto che in movimento l’unico rumore è generato dal rotolamento dei quattro pneumatici, la percezione è del tutto simile a quella che si prova al volante di una compatta convenzionale.

Ma con un equilibrio ancora più soddisfacente, per effetto del peso delle batterie che abbassa il baricentro e delle sospensioni efficaci.

Senza dimenticare il carattere del motore elettrico, che può avanzare con una minima pressione sull’acceleratore, ma anche uscire con decisone dai tornanti, grazie alla notevole coppia.

Per la vendita della Zoe, Renault ha scelto la formula mista, con un prezzo da 21.650 euro per la versione base e un canone di 79 euro mensili per il noleggio delle batterie.

Prezzo che in Francia è abbattuto di 7.000 euro dagli incentivi, mentre da noi gli sconti sono terminati troppo presto.

SCHEDA TECNICA
  • Motore
    sincrono
  • Potenza
    65 kW/88 CV, 3.000 giri
  • Coppia
    220 Nm da 250 giri
  • Cambio
    riduttore
  • Trazione
    anteriore
  • Velocità max
    135 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    13,5 secondi
  • Consumo misto
    146 Wh/km
  • Autonomia max
    210 km
  • Dimensioni
    4,08/1,73/1,56 m
  • Bagagliaio
    338/1.225 dm3
  • Bollo
    esente per 5 anni
IDENTIKIT
Renault Zoe: l’invito francese all’acquisto pulito

L'opinione dei lettori