Primo contatto

Nuova Renault Zoe 2017: 300 km puliti

Abbiamo provato la nuova piccola elettrica francese, ora è un'alternativa davvero valida al benzina o al diesel. E per chi non si accontenta c'è anche la versione Bose®

di Junio Gulinelli -
Comfort
Gli spazi interni della Zoe sono da piccola di Segmento B, niente di più, niente di meno. Le batterie posizionate sotto al pianale non tolgono spazio all'abitacolo.
Costi
Come tutte le elettriche il prezzo è ancora salato anche se la soluzione Flex delle batterie a noleggio si può prendere in considerazione.
Piacere di guida
Con la modalità Eco off la Zoe è scattante, fluida e molto divertente da guidare con tutta la coppia sempre disponibile in qualsiasi momento.
Ambiente
Al momento la Zoe è un punto di riferimento nel segmento delle elettriche. 300 km reali di autonomia emettendo zero emissioni di CO2.

Autonomia, tempi di ricarica, costi. Sono le tre variabili che fanno di un’auto elettrica un’alternativa realmente valida ai tradizionali motori termici. La Renault Zoe, alter ego a zero emissioni della Clio, punta sull’upgrade presentato al Salone di Parigi di quest’anno per dotarsi di contenuti più convincenti. Con la versione 2017, di fatto, la piccola elettrica francese della Losanga raddoppia (quasi) la sua autonomia, grazie alla nuova batteria ‘Z.E. 40‘. Arrivano anche dei nuovi servizi di connettività per facilitare la ricarica e un nuovo allestimento top di gamma.

50.000 unità vendute dal lancio nel 2012 non sono poche e questa evoluzione per la Zoe (che rappresenta la metà delle vendite di Renault sull’elettrico) era naturale e necessaria in un mercato che sta crescendo rapidamente, almeno in termini di proposte che si stanno moltiplicando sul mercato. E non solo perché entro il 2021 tutti i marchi saranno costretti ad abbassare i livelli di emissioni di CO2 medie a 95g/km, ma anche perché, ormai, la mobilità elettrica si prospetta come la mobilità del futuro. Basta vedere gli investimenti, anche a medio termine, che i grandi marchi stanno facendo su questo settore. Lato infrastrutture, purtroppo, in Italia siamo più che in ritardo. Basti pensare che la sola città di Amsterdam, in Olanda, conta su una rete di oltre 1.900 colonnine per la ricarica, più di tutto il nostro paese dove si contano solo 1.700 punti di ricarica sparsi su tutto il territorio. Non bene. Soprattutto perché quando ci si trova in una fase di transizione e cambiamento come questa che stiamo vivendo nella mobilità, per ritrovarsi come leader di domani bisognerebbe avvantaggiarsi oggi, invece di rimanere indietro. La loro parte i costruttori di auto la stanno facendo, e la nuova Zoe ne è un esempio lampante (insieme alle sue concorrenti).

400 km di autonomia, da leader del segmento

I 41 kW della nuova batteria della Renault Zoe 2017 (a fronte dei 22 kW del vecchio modulo, che rimarrà comunque a listino come proposta entry level) le garantiscono ora un’autonomia di 400 km secondo gli standard di omologazione NEDC (240 km per la 22 kWh). Nella realtà questo si traduce in circa 300 km di percorrenza garantiti nell’uso urbano ed extraurbano. L’upgrade tecnico della nuova Renault Zoe è stato realizzato in maniera intelligente dagli ingegneri francesi che hanno migliorato le prestazioni della batteria intervenendo sulla chimica delle celle agli ioni di litio per ottenere una maggiore densità energetica. Questo ha evitato di aggiungere dei moduli supplementari, contenendo così l’incremento di peso della batteria che è di soli 22 kg in più. Al fine di aumentare la durata, la Z.E 40 è anche meglio refrigerata attraverso una gestione elettronica ottimizzata in modo da mantenere costanti le condizioni termiche, anche in caso di temperature esterne di caldo o freddo estremi (che influiscono notevolmente sul rendimento della batteria). E poi c’è il motore elettrico R90, arrivato nel 2015 e con un’efficienza energetica migliorata del 10% rispetto all’unità Q90.

Tecnologia Renault al 100%

Ora, insomma, la Renault Zoe 2017 rappresenta lo stato dell’arte in quanto a tecnologia elettrica in Casa Renault ed è anche un nuovo punto di riferimento per il mercato, almeno nel suo segmento. La Casa della Losanga ha messo infatti tutto il suo know-how (derivato anche dall’esperienza vincente in Formula E) in questo prodotto la cui produzione è al 100% francese. La nuova Zoe, insieme alla batteria Z.E. 40, sono prodotte infatti nello stesso stabilimento da cui esce la Clio, quello di Flins, ed è stata prodotta e disegnata dai designer e dagli ingegneri del Technocentre Renault (Guyancourt, Yvelines). Il propulsore elettrico R90 è di fabbricazione Renault, prodotto a Cléone, in Normandia, e con la sua realizzazione sono stati registrati ben 95 nuovi brevetti di proprietà del marchio francese. E ancora, gli assali anteriori e posteriori e il carter della batteria nascono nello stabilimento Renault di Le Mans (Sarthe) e sono stati progettati dall’ingegneria Telai e Veicoli Elettrici del Gruppo Renault.

Impressioni di guida

Alla guida, la Renault Zoe sorprende. Sorprende perché è piccola, agile ed ha un handling divertente, perché da buona elettrica ti mette a disposizione da subito e sempre tutta la coppia del motore elettrico (225 Nm). Il lag per lei non esiste, il cambio neanche e quindi è fluida, reattiva e garantisce un’accelerazione bruciante. Purché, naturalmente, si disattivi la modalità Eco, che è quella che garantisce i reali 300 km di percorrenza con una ricarica (valore che praticamente si dimezza mettendola alla corda). Quindi non ci sono scuse: l’autonomia ora è sufficiente anche per uscire dalla routine quotidiana della città e, volendo, si può pure rinunciare ai consumi bassi per divertirsi un po’ tra le curve. Una doppia anima che effettivamente pochi motori termici (o nessuno?) sanno offrire. Rispetto alla pressoché totale silenziosità che tutte le elettriche vantano, la Zoe forse potrebbe fare meglio a livello di insonorizzazione. Il rumore del motore non si sente, questo si, ma in autostrada i fruscii e il rotolamento degli pneumatici si percepiscono chiaramente. Per avere un termine di paragone, a velocità di crociera in autostrada non si ha la stessa sensazione di silenzio totale che si ha, ad esempio, su una bmw o una mercedes.

Un’ora per una ricarica veloce all’80%

Lato ricarica, secondo aspetto fondamentale per un’elettrica, la Renault Zoe Z.E. 40, collegata ad una colonnina rapida da 43 kW (ma in Italia ce ne sono veramente poche), immagazzina l’80% della capacità energetica della batteria in un’ora. Con le tradizionali e più diffuse colonnine da 22 kW si ricarica completamente in 1h 45, mentre dalla wallbox da 6 kW per la casa, offerta momentaneamente in promozione gratuita da Renault (normalmente è in optional al costo di circa mille euro) ci vogliono circa 7h 45. In quest’ultimo caso, in termini economici, per 100 km di autonomia si spendono 3 euro.

Con Z.E. Trip la ricarica è più facile

A proposito di colonnine per la ricarica, in Europa attualmente ce ne sono circa 80.000 accessibili al pubblico. Per trovarle e usarle al meglio Renault propone due servizi gratuiti integrati al navigatore R-Link: Z.E. Trip e Z.E. Pass. Il primo facilita i percorsi su lunghe distanze con la Renault Zoe, permettendo al guidatore di pianificare i suoi viaggi e di localizzare tutti i punti di ricarica nella maggior parte dei Paesi europei (Francia, Germania, Benelux, Danimarca, Austria, Svizzera). In Italia sarà disponibile a partire dal primo semestre del 2017. Z.E. Pass (sviluppato insieme a Bosch) permette invece di localizzare sullo smartphone o sul tablet i punti di ricarica, comparare i vari prezzi e pagare la ricarica sull’applicazione smartphone dedicata o tramite il badge (tecnologia RFID).

Nuovo allestimento BOSE®

Oltre ad essere proposta con due nuove colorazioni per la carrozzeria, Rosso Intenso e Grigio Titanio, la nuova Renault Zoe 2017 arriva sul mercato con il nuovo allestimento Bose, disponibile però nella sola tinta Grigio Ittrio (quella della nostra prova, nella gallery in apertura). A caratterizzarlo c’è la selleria in pelle, i sedili anteriori riscaldabili e il sistema audio premium BOSE®. L’allestimento Intens si arricchisce invece con gli specchietti elettrici ripiegabili, i nuovi cerchi in lega bitono da 16 pollici, la retrocamera posteriore e sfoggia interni ‘full black’ (in optional c’è anche il pack interni blu).

I prezzi della Renault Zoe 2017

Con batteria a noleggio ‘Flex’ (fino a 7.500 km all’anno; 69 euro al mese per la Z.E 40, 59 euro per la 22 kW)

Renault Zoe 22 kWh: 22.500 euro

Renault Zoe Life 41 kWh:25.000 euro

Renault Zoe Intens 41 kWh: 26.800 euro

Renault Zoe Bose 41 kWh Bose: 29.600 euro

Con batteria in acquisto

Renault Zoe 22 kWh: 30.500 euro

Renault Zoe Life 41 kWh:33.000 euro

Renault Zoe Intens 41 kWh:34.800 euro

Renault Zoe Bose 41 kWh Bose: 37.600 euro

Scheda Tecnica
MotoreR90
Potenza68 kW (92CV) e 225 Nm
Velocità Max.135 km/h
Scatto0-50 km/h: 4.1 sec.; 0-100 km/h: 8.6 sec.
BatteriaZ.E. 40 da 41 kWh
Autonomia400 km (NEDC); 300 km rilevati
Lunghezza4.084 mm
Larghezza1.730 mm
Altezza1.562 mmm
Passo2.588 mm