Primo contatto

Seat Leon Cupra 290: la GTI spagnola più potente di sempre

Nuovo body-kit estetico, 10 CV in più e un sound più suggestivo per la compatta iberica che si conferma una grande sportiva per l'uso quotidiano

di Junio Gulinelli -

La virtù più grande della Seat Leon Cupra 290 rimane la sua tranquillità di reazione che permette di sfruttare la sua anima GTI in piena sicurezza, offrendosi anche ai meno esperti. Con le nuove, piccole, modifiche si riconferma una grande sportiva più che adatta all’uso quotidiano.

Dal lancio della prima Leon Cupra in Italia (quella con il V6), 15 anni fa, la compatta arrabbiata di Casa Seat ha fatto molta strada.

Oggi la Seat Leon Cupra 290 è la vettura stradale più potente e performante mai prodotta dal marchio iberico.

10 CV in più, un sound più accattivante e performance di guida perfezionate bastano a definirla come un’evoluzione della Cupra 280 (disponibile dal 2014), che già aveva convinto per le sue doti sportive.

Ora, però, con questo aggiornamento, la Leon Cupra ne ha abbastanza per rimanere sul mercato, per lo meno per altri due anni, come prodotto più che competitivo.

Più cavalli e sound migliorato

La novità principale della nuova Seat Leon Cupra 290 è l’incremento di potenza, di 10 CV, del 2.0 TSI, ricavati da un aumento della pressione del turbo ma, onestamente, difficili da quantificare al volante.

Altra chicca che ci mancava è un nuovo sistema di scarico (più leggero di 5 kg) che le regala un sound più accattivante e rauco che viene fuori soprattutto selezionando la modalità di guida più spinta “Cupra”.

Nuovo body-kit

Anche esteticamente la GTI spagnola si concede dei piccoli ritocchi con un nuovo body kit che comprende un alettone posteriore leggermente modificato, minigonne laterali più accentuate e cerchi da 19 pollici bicolore che combinano il nero titanio con altre tre tonalità, tra cui la più sgargiante arancione.

Per il resto la Cupra 290 mantiene intatta la sua caratteristica “bipolarità” da vettura comoda e confortevole per l’uso quotidiano e sportiva di razza, allo stesso tempo, quando la si mette alla corda.

Comfort e tecnologia per l’uso quotidiano

Saliti a bordo, accomodati sui sedili sportivi (optional a 1.000 euro) e percorsi i primi chilometri ci si rende subito conto che rimane una vettura docile quando si viaggia tranquilli. In questo caso, in modalità “Comfort”, le sospensioni filtrano bene le irregolarità dell’asfalto e si viaggia praticamente come su qualsiasi altra Leon.

Il “riscaldamento” tranquillo verso il tratto di strada chiusa al traffico nei dintorni d Barcellona (Spagna) ci permette di interagire con il sistema di connettività Seat Full Link, su questa versione aggiornato con le ultime novità e compatibile con AppleCar Play e Android Auto.

Dispone del sistema Mirror Link per interfacciare facilmente lo smartphone e del SEAT ConnectAPP che permette di gestire in tutta sicurezza le applicazioni del telefono con la lettura vocale dei messaggi ricevuti su Facebook, Twitter, SMS o mail.

L’anima GTI della Cupra 290

Arrivati sulla Start Lane ci prepariamo a verificare come e se è cambiato il carattere sportivo della Leon Cupra.

Selezioniamo la Modalità Cupra, ci danno il via e giù tutto, con il pedale dell’acceleratore a tavoletta scarichiamo i 290 CV sulle ruote anteriori.

La partenza rimane fulminea e la buona trazione (complici gli pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 offerti con il Performance Pack da 3.000 euro) ci consente di arrivare rapidamente e senza problemi ai 100 km/h (la Casa dichiara 5,7 secondi).

Il cambio DSG a doppia frizione, unica alternativa per la trasmissione in Italia, rimane il già noto e degno alleato anche per queste scorribande al limite con i suoi innesti rapidi e la sua grande affidabilità.

Arrivati alla prima staccata l’impianto frenante Brembo con pinze a 4 pistoncini si mostra affidabile e poderoso, l’inserimento in curva risulta preciso grazie allo sterzo progressivo (che potrebbe essere appesantito un po’ di più nella modalità “Cupra”) e all’anteriore che esegue al millimetro i comandi del volante.

Il differenziale autobloccante multidisco a controllo elettronico lavora molto bene e permette di catapultarsi compostamente fuori dalle curve.

In definitiva la virtù più grande della Seat Leon Cupra 290 rimane la sua tranquillità di reazione che permette di sfruttare la sua anima GTI in piena sicurezza, offrendosi anche ai meno esperti. Con queste nuove piccole modifiche si riconferma, quindi, una grande sportiva più che adatta all’uso quotidiano.

Prezzo unico per le tre carrozzerie

La Seat Leon Cupra 290 è già disponibile a listino e in concessionaria con prezzo unico da 35.000 euro chiavi in mano valido per tutte e tre la carrozzerie SC (tre porte), berlina e ST (Station Wagon).

Scheda Tecnica
Motore4 CIlindri / 16 Valvole - 1984 cc
Potenza massima290 CV / 5.900-6.400
Coppia massima350 Nm / 1.7000-5.800 giri
Controllo emissioniEU6
Velocità max. e scatto250 km/h - 5,7 secondi
Consumi dichiarati (ciclo combinato)6,6/100 km
Consumi rilevati (ciclo combinato)8l/100 km
CambioDSG a sei rapporti start/stop
Sospensioni anterioriIndipendente di tipo MC Pherson, ammortizzatori idraulici con DDC
Sospensioni posterioriMultilink, molle elicoidali, ammortizzatori idraulici
PanoramautoTV / News

Seat Leon Cupra 290

La Cupra più potente di sempre...

Francoforte 2015

Seat Leon Cupra: a Francoforte con 290 CV

La compatta arrabbiata spagnola si presenta a Francoforte con 10 CV in più

Francoforte 2015: le foto

Seat, la Leon Cupra protagonista a Francoforte con la Cupra 290 e la Cross Sport

Una versione più potente e tecnologica rispetto al modello precedente e una concept car in stile crossover

Ti potrebbe interessare anche

Toyota Prius: primo contatto con la quarta generazione

Lamborghini Huracán Spyder, emozioni scoperte

Nuova Mercedes Classe C Coupé, prime impressioni

Suzuki, la gamma al completo col cambio automatico

Kia Sportage 2016: la maturità della quarta generazione