Primo contatto

Volkswagen Arteon: la coupé spaziosa

Abbiamo guidato la coupé a cinque porte Volkswagen Arteon, la risposta di Wolfsburg alla BMW serie 4 Gran Coupé.

Comfort
Tanto spazio per passeggeri e bagagli e un assetto mai troppo morbido.
Costi
Prezzi (di poco) inferiori a quelli di una BMW serie 4 Gran Coupé e motori 2.0 che aiutano a risparmiare sui costi di gestione.
Piacere di guida
I motori sono poco “cattivi” ma il pianale MQB regala un'agilità sorprendente per un'auto che sfiora i 4,90 metri di lunghezza.
Ambiente
Consumi ed emissioni in linea con la concorrenza.

La Volkswagen Arteon non è una Passat con il portellone ma una vera e propria coupé a cinque porte. L’erede della sfortunata CC (che non era hatchback) è una sportiva tanto sexy quanto versatile che è già presente in listino ma che sarà ufficialmente commercializzata a partire da luglio.

Disponibile a trazione anteriore o integrale, è sviluppata sul già noto pianale MQB adottato anche dalla Skoda Superb e può vantare una gamma motori che comprende quattro unità 2.0 sovralimentate: TSI a benzina da 280 CV e tre diesel TDI da 150, 190 e 240 CV.

In questo primo contatto abbiamo avuto la possibilità di guidare la Volkswagen Arteon a gasolio più potente: la 2.0 BiTDI. Scopriamo insieme i suoi pregi e difetti.

Volkswagen Arteon frontale

Sportiva pratica

Difficile trovare in commercio una sportiva più pratica della Volkswagen Arteon: i passeggeri posteriori hanno un mare di spazio a disposizione (il passo di 2,84 metri, lo stesso della Skoda Superb, aiuta) e il bagagliaio è perfetto per le esigenze di una famiglia (563 litri che diventano 1.557 quando si abbattono i sedili posteriori).

Gli interni sono simili a quelli della Volkswagen Passat ma da una coupé che costa oltre 50.000 euro ci saremmo aspettati finiture un po’ più curate nelle zone più nascoste (qualche plastica rigida di troppo sul tunnel).

Volkswagen Arteon bagagliaio

Sportiva divertente

La Volkswagen Arteon protagonista del nostro primo contatto non è – come si potrebbe pensare – una coupé focalizzata sulla comodità ma sa anche essere divertente nelle curve: merito di un assetto riuscito e di ammortizzatori che anche in modalità Comfort non sono mai troppo soffici.

Il pianale MQB unito al differenziale autobloccante elettronico XDS, alla regolazione adattiva dell’assetto Adaptive Chassis Control, alla trazione integrale, ai freni potenti e ad uno sterzo preciso e sensibile contribuiscono a trasformare un’ingombrante sportiva lunga quasi 4,90 metri in un’agile coupé.

Non altrettanto “cattivo” il pacchetto motore/cambio: il 2.0 biturbodiesel BiTDI da 240 CV e 500 Nm di coppia del nostro primo contatto ha un sound poco grintoso e mostra qualche indecisione sotto i 2.000 giri (ma si riscatta con un eccellente allungo) e la trasmissione automatica DSG a doppia frizione a sette rapporti (come sempre molto fluida nei passaggi marcia) sembra prediligere le andature rilassate.

Le prestazioni? 245 km/h di velocità massima e 6,5 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. La rivale diretta BMW serie 4 Gran Coupé – che non costa molto di più (ma non è così versatile) – risponde con un sei cilindri a gasolio più sportivo nell’anima e con 18 CV in più.

Volkswagen Arteon sedili anteriori

Dotazione da integrare

La Arteon 2.0 BiTDI oggetto del nostro primo contatto ha un prezzo alto per una Volkswagen (55.300 euro) ma contenuto se paragonato alla vettura che i vertici di Wolfsburg considerano la rivale diretta (la BMW 430d Gran Coupé xDrive). Corta, come sempre quando si parla di auto tedesche o europee in generale, la garanzia di 2 anni a chilometraggio illimitato (il minimo di legge).

La dotazione di serie va integrata: se è vero che troviamo accessori come l’Adaptive Chassis Control, i cerchi in lega da 19”, il climatizzatore automatico trizona, il differenziale autobloccante XDS, i fari full LED, il navigatore con touchscreen da 8”, il paraurti e il kit estetico R-Line, i sedili in pelle e Alcantara R-Line, i sedili anteriori riscaldabili, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, la strumentazione interamente digitale, i vetri posteriori oscurati e il volante R-Line è altrettanto vero che stupisce dover pagare a parte accessori utili.

Qualche esempio? La fondamentale telecamera posteriore (la Volkswagen Arteon è lunga quasi 4,90 metri e il lunotto molto inclinato penalizza la visibilità) e il sistema di accesso senza chiavi, optional a 1.900 euro in un pacchetto che comprende anche il navigatore Discover Pro e l’Head-up Display.

Volkswagen Arteon interni

Sicurezza in primo piano

La dotazione di sicurezza della Volkswagen Arteon è decisamente completa: airbag frontali, laterali, a tendina e per le ginocchia del guidatore, cruise control adattivo con funzione Stop&Go, ESP con assistente di controsterzata e stabilizzazione del rimorchio, Fatigue Detection (sistema di rilevazione della stanchezza), Front Assist con City Emergency Brake, indicatore controllo pressione pneumatici, Lane Assist 2.0 (dispositivo mantenimento corsia), riconoscimento pedoni e cofano motore attivo. Avremmo voluto anche gli airbag laterali posteriori ma vanno pagati a parte (415 euro).

VOLKSWAGEN ARTEON
Credits: VOLKSWAGEN ARTEON

Sarà un successo?

La Volkswagen Arteon ha un compito non facile: quello di migliorare i risultati di vendita – non eccezionali – dell’antenata CC sfidando mostri sacri del mondo “premium”.

La coupé a cinque porte di Wolfsburg dovrà conquistare soprattutto il mondo delle aziende e delle flotte come ha già fatto la “cugina” Passat (anche se la tenuta del valore sul mercato dell’usato non si preannuncia altrettanto buona, stiamo parlando pur sempre di una sportiva di nicchia) e per farlo punta su motori 2.0 dalla cilindrata contenuta (che consentono di risparmiare sull’assicurazione RC Auto) in grado di offrire consumi in linea con la concorrenza. La Casa tedesca dichiara percorrenze di 16,9 km/l per la BiTDI, noi non siamo mai scesi sotto quota 10 e con uno stile di guida tranquillo si può provare a stare sopra quota 15.

Scheda tecnica
Motorebiturbodiesel
N. cilindri/cilindrata4/1.968 cc
Potenza176 kW (240 CV) a 4.000 giri
Coppia500 Nm a 1.750 giri
Trazioneintegrale permanente
Veocità max245 km/h
Acc. 0-100 km/h6,5 s
Consumo urb./extra/medio14,1/19,6/16,9 km/l
Dimensioni4,86/1,87/1,45 metri
Passo2,84 metri
55.300 euro