Lancia Lybra S.W. 2.4 JTD LX-rabox8

prove
Lancia Lybra S.W. 2.4 JTD LX
/srv/www/virtuals/www_panoramauto_it/var/ezflow_site/storage/ugc/4e8080e8216c8/LanciaLybraSW.JPG
Non ci sono oggetti correlati.

L'ho scelta perché volevo un mezzo confortevole, elegante e piacevole da guidare e sotto questi aspetti non mi ha deluso. Le finiture sono eccezionali: la plancia è realizzata in plastica morbida e presenta inserti in legno e i sedili hanno il rivestimento in Alcantara compreso nel prezzo. Nonostante le sospensioni morbide la vettura è sempre incollata alla strada e ha una frenata pronta e potente; il propulsore è vivace, ma bisogna aspettare i 2.000 giri prima che si svegli completamente.

Non sono mancate le avarie: dopo pochi chilometri ho dovuto cambiare il radiatore mentre lo scorso anno il climatizzatore ha deciso di non fare uscire più l'aria calda. Per fortuna ho un meccanico di fiducia che si occupa della mia vettura senza chiedere troppi soldi in cambio. Il motore 2.4 JTD da 134 CV è invece sempre stato affidabile ma consuma tantissimo (14,5 chilometri con un litro dichiarati, io riesco a superare quota dieci solo adottando uno stile di guida accorto) ed è ancora Euro 2.

L'ho comprata nuova ad un prezzo che superava abbondantemente i 50 milioni delle vecchie lire. Una cifra un po' alta ma tutto sommato adeguata vista la qualità delle finiture e la dotazione di serie: airbag frontali e laterali, cerchi in lega, climatizzatore, fendinebbia e sedili (un po' troppo scomodi per la schiena dopo i lunghi viaggi) in Alcantara.

Ho sempre acquistato auto italiane ma ora l'unica station wagon disponibile è l'Alfa Romeo 159, troppo poco pratica per i miei gusti. Adesso come adesso se dovessi cambiare macchina (cosa che farò a breve visto che la Lybra è quasi arrivata a 150.000 km) passerei ad una Volkswagen Passat Variant, magari di seconda mano.

No
No
1440346