Audi A1 Sportback Rossa - Frontale
  • pubblicato il 01-10-2012

Audi A1 Sportback: piccola grande sportback

di Alberto Cavo

Piccola grande sportback

IN BREVE
Contenuta nelle dimensioni, offre interni curati e un motore generoso ma parsimonioso.Se l’abitabilità posteriore resta limitata (come sulla 3 porte), è migliorata l’accessibilità e la qualità generale è da vera PREMIUM.

L’offerta stuzzica la domanda.

In Audi lo sanno bene, così la gamma dell’A1 ha iniziato ad allargarsi con la versione a 5 porte.

Che a Ingolstadt chiamano Sportback.

Non c’è dubbio che sia un’auto della Casa tedesca: lo testimonia il caratteristico terzo vetro laterale che caratterizza anche la A3 versione famiglia.

L’A1, contrariamente a quanto accade con altri costruttori, non è cresciuta: resta lunga esattamente come la gemella a tre porte, ma è più alta e più larga di sei millimetri.

Risultato: il passo è invariato, ma i passeggeri posteriori, grazie al tetto esteso di 10 cm, hanno più spazio sopra la testa.

Il vero guadagno, però, è l’adozione delle porte posteriori che facilitano l’accesso al divanetto, non obbligando così il passeggero ad alzarsi per ribaltare il sedile.

Il divano posteriore nasce per ospitare due persone, ma è ampliabile a cinque senza sovrapprezzo.

Il resto dell’abitacolo non ha subito modifiche.

La console centrale, leggermente orientata verso il guidatore, è ricca di comandi e le finiture sono (come sempre per il marchio tedesco) curate.

I sedili anteriori sagomati, il volante sportivo in pelle e gli inserti in look alluminio (di serie) incrementano la già abbondante carica sportiva. Il motore che equipaggia la A1 Sportback del test è il 1.6 TDI da 105 CV: non è molto vivace ma, complice la massa contenuta (1160 kg) e i 250 Nm di coppia massima, disponibili quasi subito, la potenza è sufficiente per spingere in modo deciso.

Per questa versione turbodiesel è previsto un cambio manuale con sole 5 marce.

Manca la sesta, ma alla fine questa si rivela una scelta vincente, perché i consumi sono molto contenuti (più di 17 km con un litro nel nostro test).

A tagliare ulteriormente le emissioni c’è l’immancabile sistema Stop&Start.

Il cambio automatico a doppia frizione S tronic purtroppo non è disponibile, ma la trasmissione manuale non vi stancherà troppo: ha innesti precisi e il pedale della frizione è molto morbido.

L’assetto è l’asso nella manica di questa Sportback, perché si adatta perfettamente alla guida brillante: le componenti elastiche sono calibrate per ottenere un handling sportivo senza incorrere in reazioni troppo nervose.

In città, però, la vettura è troppo rigida sulle sconnessioni più evidenti, come il pavé e le rotaie del tram. Lo sterzo preciso, l’assetto sportivo (di serie) e la frenata potente confermano ancora una volta le capacità dinamiche della A1.

Un’auto che non passa inosservata.

SCHEDA TECNICA
  • Velocità max
    190 km/h
  • Acc 0-100 km/h
    10,7 sec
  • Consumo medio
    26,3
  • Autonomia
    1.183 km
  • Emissione CO2
    99 g/km
  • Bollo
    196,66 euro
  • Costi chilometrici ACI
    nd
IDENTIKIT
Audi A1 Sportback: piccola grande sportback

L'opinione dei lettori