Ha un assetto affilato

Fuori città

L’A3 ama le curve.

Non appena inizia a danzare tra una svolta e l’altra, l’auto sembra chiederti a gran voce di passare alla modalità di guida dynamic.

Così tutto diventa più sportivo: lo sterzo non varia nella rapportatura, ma è più consistente, mentre l’acceleratore e il cambio rispondono con grinta.

Oltre a velocizzare gli innesti, la trasmissione usa il motore più in alto per strizzare ogni Nm di coppia disponibile.

Se il passaggio (rilevato) da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi non fa gridare al miracolo, quello che più piace è la simbiosi cambio e motore.

In partenza c’è un leggero ritardo, ma una volta in marcia tutto è perfetto, come l’esecuzione del concerto di Capodanno a Vienna.

Il motore spinge sempre con vigore e le marce entrano e escono senza evidenti cali di coppia.

Lo sterzo, preciso e abbastanza diretto, permette di giocare ad arte con il retrotreno che, se viene stuzzicato in fase d’inserimento di curva, fa scivolare quel tanto che basta le ruote posteriori per mettere il muso dell’auto nella direzione giusta.

0
21/12/2012 16:07
21/12/2012 16:07
audi, a3, auto sportiva
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: A3 A3 , Audi Audi , sportive sportive