Viaggiare protetti (se si paga)

Autostrada

Contrariamente a BMW e Mercedes, che da qualche anno sono diventate più generose nella dotazione, Audi continua nella politica del “tutto a pagamento”. Così ci si ritrova a dover sborsare 320 euro per il cruise control: una spesa a cui non si può assolutamente rinunciare, dati il probabile utilizzo autostradale della A6 e l’estrema facilità con cui si rischia di superare i limiti di velocità. Già, perché se è vero che la berlina tedesca non fa registrare rilevamenti fonometrici da primato (69 dB a 130 km/h, contro i 66 della meno prestigiosa Passat, per esempio), le frequenze sonore non risultano per nulla fastidiose all’orecchio umano. Inoltre, l’ottimo lavoro delle sospensioni isola dalle irregolarità del manto con qualche sporadico “colpo” solo sulle traversine più accentuate, complici anche i pneumatici dalla spalla ribassata. L’unico appunto che si può muovere alla tedesca, oltre a quello della dotazione, riguarda il funzionamento di cambio e freni. Il primo dà qualche strattone quando si procede, in coda, fra i 10 e i 30 km/h. I secondi non sono facilissimi da dosare e portano a fermarsi in modo un po’ brusco.

0
20/07/2011 23:38
21/07/2011 11:00
audi, a6, berlina
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: a6 a6 , Audi Audi , berlina berlina