BMW Serie 3 Touring - Profilo laterale
  • pubblicato il 27-02-2013

Bmw 320d Touring: più servizi per chi viaggia in prima classe

di Franco Bondioli

Più servizi per chi viaggia in prima classe

IN BREVE
La casa di monaco alza l’asticella tra le station wagon.Con la nuova serie 3 che abbina prestazioni da vera Bmw a consumi più contenuti.Ma anche con un abitacolo spazioso e una guida appagante.

La nuova 320d Touring si allunga di quasi 10 cm rispetto al modello precedente e lo spazio in più si traduce in maggior comodità per i passeggeri posteriori e in una più elevata capacità di carico.

Prendendo posto sul sedile di guida ci si trova di fronte ad un cruscotto dal design sobrio, nella miglior tradizione della Casa tedesca.

Grazie alle varie regolazioni di sedi le e volante, trovare la posizione di guida corretta è facile e veloce.

Tutti i comandi sono intuitivi e a portata di mano.

Il cambio automatico a otto rapporti si gestisce tramite un joystick posto sul tunnel centrale, vicino alla manopola multimediale con la quale si controllano le funzioni di bordo, tra cui quelle relative al navigatore (1.650 euro).

Il piacere di guida è immediato: merito anche della trasmissione, che stupisce per la rapidità e la fluidità nel passaggio tra i vari rapporti.

Soprattutto in scalata non si sente la mancanza di un cambio a doppia frizione.

La 320d scatta sempre senza esitazioni, sia nelle partenze da fermo sia al momento del sorpasso, grazie alle notevoli doti di ripresa.

Il sistema Efficient Dynamics garantisce percorrenze elevate, quasi da utilitaria (il dato che abbiamo rilevato è di oltre 18 km/l).

Non solo: con la funzione Eco Pro attiva, l’elettronica coadiuva il guidatore nel suo stile di guida e mostra sul display quanta strada si potrà percorrere in più se si tiene il piede leggero.

Ma la 320d è anche una vera BMW: strade extraurbane e autostrade esaltano l’handling e le capacità di allungo del motore da 184 CV.

L’assetto è pronto e reattivo per entrare in curva rapidi e percorrerla nella massima sicurezza, con l’elettronica pronta a mitigare l’esuberanza della trazione posteriore.

E non finisce qui: si può costantemente verificare sia la propria velocità sia il limite in vigore sulla strada che si sta percorrendo grazie ai dati proiettati sul parabrezza, in maniera discreta ma sempre visibile.

Sul veloce l’auto è sempre pronta di motore.

Peccato che la rumorosità non sia ben filtrata: si avvertono, infatti, dei fruscii dagli specchi esterni.

Il comfort a bordo viene comunque garantito dalle sospensioni, in grado di assorbire la maggior parte delle sconnessioni.

Lo sterzo è leggero e preciso e la vettura si controlla con molta facilità, sia sui tratti misti sia a velocità superiori.

In autostrada si possono apprezzare una grande stabilità e la sicurezza anche nelle frenate d’emergenza, grazie all’impianto potente ma resistente al calore.

Nel complesso, la 320d Touring risulta facile da gestire e piacevole da guidare, in ogni condizione.

Non è però alla portata di tutti, perché i 41.600 euro di listino, accessori a parte, non sono certo pochi.

SCHEDA TECNICA
  • Velocità max
    230 km/h
  • Acc 0-100 km/h
    7,7 sec
  • Cons urb/extra/mix
    16,9/25,6/21,7 km/l
  • Autonomia
    1.237 km
  • Emissione CO2
    122 g/km
  • Bollo
    393,45 euro
  • Costi chilometrici ACI
    n.d (10.000 km)
  • n.d. (20.000 km)
  • n.d. (30.000 km)
IDENTIKIT
Bmw 320d Touring: più servizi per chi viaggia in prima classe

L'opinione dei lettori