Una bavarese a tutti gli effetti

Fuori città

Messaggio agli appassionati di BMW: non vi allarmate.

Nonostante le ultime righe del capitolo città, la serie 1 non ha smarrito la sue predilezione per le curve.

Basta spostare il setup su Sport per crederci.

Le sospensioni e lo sterzo diventano immediatamente più consistenti, il cambio scala almeno una marcia, mentre le risposte del motore guadagnano reattività: trasformista.

Chi ha sempre guidato BMW si sentirà a casa.

Piatta sulle quattro ruote, la vettura si tuffa in curva con pochissimo angolo di volante e, quando si va a dare gas, la trazione posteriore permette di chiudere la traiettoria con rara efficacia.

Non manca, per i più smaliziati, lo step Sport+: l’ESP interviene più tardi (premendo l’apposito tasto si può escludere del tutto), lasciando al guidatore il piacere di gestire qualche sovrasterzo di potenza.

Quanto al motore, con 136 cavalli non è certo un portento, ma fa il suo dovere da 1.000 a 6.000 giri (nonostante la potenza massima venga erogata già a quota 4.400), aiutato dagli 8 rapporti dello Steptronic, puntuale nella selezione automatica dei rapporti e rapido in quella manuale sequenziale.

Difetti? Lo sterzo, filtrato dai chip, è un po’ artificiale.

0
26/10/2012 17:34
26/10/2012 17:34
bmw, serie 1, auto sportiva
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: BMW BMW , serie 1 serie 1 , sportive sportive