Un tasto la trasforma

Fuori città

Sospensioni regolabili, sterzo attivo e cambio automatico: sono ancora loro i protagonisti indiscussi.

Un pacchetto meccatronico, come lo definirebbero gli ingegneri, in grado di conciliare caratteristiche agli antipodi.

Tanto è confortevole in città, tanto la serie 3 si dimostra... BMW in modalità Sport.

L’assetto, indulgente sui binari del tram, si irrigidisce sensibilmente, offrendo il supporto ideale alla rapidità dello sterzo nel “buttare” il muso della vettura in curva.

Il tutto mentre il cambio tiene il motore nel range ottimale ai fini di una risposta sportiva, ovvero al di sopra dei 3.000 giri.

Il bello è che le varie modalità di guida sono personalizzabili: in caso di strada particolarmente accidentata, terreno su cui una taratura troppo rigida sarebbe controproducente, è possibile selezionare la modalità soft per gli ammortizzatori, conservando il dinamismo di tutto il resto.

Non solo: i più smaliziati possono anche “giocare” con l’ESP. In Sport+ l’elettronica viene parzialmente disattivata, lasciando un discreto margine di intervento (tradotto: gustosissimo sovrasterzo) al guidatore, con la garanzia - fisica permettendo - che i chip mettano una pezza prima dell’irreparabile.

Oppure, se ci si sente padroni della situazione, l’ESP è completamente escludibile. Unico neo della nuova serie 3, dunque, risulta essere la scarsa comunicatività dello sterzo.

Fra rapporto di demoltiplicazione variabile e servoassistenza elettrica, il feeling con le ruote anteriori non è dei migliori.

0
06/04/2012 13:56
06/04/2012 15:00
bmw, serie 3, berlina
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: berlina berlina , BMW BMW , serie 3 serie 3