Spazio di prima classe

Vita a bordo

Notizia numero uno (e luogo comune che cade): sulla nuova serie 3 anche quattro adulti da un metro e 85 cm di statura stanno comodi.

Notizia numero due: i quattro di cui sopra dispongono anche dello spazio per riporre i bagagli, almeno per un weekend.

Ci si dimentichi, invece, del quinto passeggero: il solito tunnel della trasmissione toglie praticamente del tutto lo spazio per i piedi, mentre la conformazione del divano lascia ben pochi centimetri sopra la testa.

Più generosa dietro non significa meno BMW nell’impostazione di guida: sulla serie 3 si ritrovano la tradizionale seduta bassa, i comandi raccolti attorno al guidatore e il volante perfettamente verticale, con ampie regolazioni in altezza e profondità.

Risultato: braccia, schiena e ginocchia godono di una postura ergonomicamente ideale, sia dal punto di vista del controllo del veicolo sia da quello del comfort sulle lunghe tratte.

Meno intuitivi, come accade su tutte le vetture con un certo grado di sofisticazione (anche utilitarie e citycar, ormai), i comandi secondari.

La ricchezza di funzioni del sistema di infotainment richiede un periodo di studio, prima di essere utilizzato con disinvoltura e senza distrazioni dalla guida.

Capitolo qualità: dopo qualche caduta di tono riscontrata sulla precedente generazione, in BMW hanno rialzato l’asticella.

I materiali migliorano anche nelle zone meno in vista, mentre l’assemblaggio è eseguito con rigore teutonico.

0
06/04/2012 13:59
06/04/2012 15:00
bmw, serie 3, berlina
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: berlina berlina , BMW BMW , serie 3 serie 3