Bene il rapporto prezzo/dotazioni

Prezzo e costi

Qui la Orlando gioca in casa. Come da tradizione coreana (ribadiamo che il marchio Chevrolet comprende i prodotti top made in Usa, ma anche quelli più popolari ex Daewoo), il prezzo si conferma una delle carte vincenti della vettura. Che offre, soprattutto nella nostra versione LTZ, la più ricca, una dotazione di bordo concreta. Che comprende dal climatizzatore al navigatore, dall’impianto hi-fi con mp3 al computer di bordo. E gli accessori proposti a parte sono voluttuari come il sistema di intrattenimento con schermi nei poggiatesta. Onesta la garanzia, di tre anni (comunque superiore a quella di molte altre Case più blasonate) e nel complesso accettabili i consumi: alla fine del nostro test abbiamo rilevato una media di 11,6 km/litro. Non si tratta di un auto da record, ma va tenuto conto che in queste prove le vetture vengono un po’ strapazzate e quindi non siamo certo vicino ai valori ideali. E che l’Orlando ha un notevole sviluppo in altezza, cosa che non aiuta la penetrazione aerodinamica. Un’ultima parola sulla questione forse più scottante: le coreane tendono a svalutarsi molto. La Orlando è però all’inizio della sua esistenza. Magari ci sorprenderà mantenendo un elevato valore nel tempo.

0
29/07/2011 23:37
30/07/2011 11:00
chevrolet, orlando, monovolume
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore