Le reazioni che ti aspetti

Fuori città

Abbiamo percorso circa mille chilometri con la C4 Aircross e il bilancio che abbiamo tratto è nettamente positivo.

Ovviamente, ci siamo accorti anche di quello che non c’è, come ad esempio un cambio automatico che renderebbe meno stressanti i viaggi.

L’erogazione della coppia - che avviene già ad un basso numero di giri, come sempre nei motori a gasolio - si fa sentire al momento del rilascio della frizione.

Quel che aiuta - ancora una volta - è lo sterzo con assistenza, che diventa utile con la sua precisione nel far rientrare qualche “allegra” traiettoria dovuta al sottosterzo, che si innesca in virtù di un assetto studiato per andare bene ovunque, per il baricentro alto e per la distribuzione della coppia che - anche in 4WD - in condizioni normali è quasi tutta sull’asse anteriore.

Ovviamente, non stiamo parlando di una granturismo ma di una SUV per cinque persone con bagagli annessi, che ha il compito di far arrivare a destinazione gli occupanti senza affaticarli.

In questo, la C4 Aircross si è dimostrata un’ottima compagna di viaggio anche per i passeggeri posteriori, grazie allo schienale regolabile.

0
07/12/2012 21:08
07/12/2012 21:08
citroen, c4 aircross, suv
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: C4 Aircross C4 Aircross , Citroen Citroen , SUV SUV