Si paga (quasi) tutto a parte

Prezzo e costi

Si paga (quasi) tutto a parte

La qualità si paga e in Fiat non sono secondi a nessuno, quando si tratta di piccole auto: la Panda non può che posizionarsi nella fascia alta del proprio segmento.

Il prezzo d’attacco è fissato in 10.200 euro, mentre alcune rivali coreane aggrediscono il mercato con cifre intorno ai 9.000 euro.

Non solo: a Torino sono consapevoli della forza del proprio prodotto sul mercato dell’usato e non c’è dubbio che anche questo pesi sulla cifra iniziale. Fin qui tutto bene, stonano invece le parecchie voci che non fanno parte della dotazione di serie.

Tra queste, clamorosa l’assenza del condizionatore manuale su Pop ed Easy (800 euro), a cui vanno aggiunti, su tutte, i 300 euro del vivavoce Bluetooth, i 175 per il divano posteriore sdoppiabile, i 225 per l’omologazione 5 posti e i 300 per gli airbag anteriori laterali.

La torinese recupera parecchi punti alla voce manutenzione: non solo l’1.3 Mjt (ma anche il TwinAir 0.9) ha la catena di distribuzione invece della cinghia, a tutto vantaggio della durata, ma con il pacchetto “InTempo 3 tagliandi” non ci sono sorprese alla voce manutenzione.

Per chiudere, i consumi: 20 km/l effettivamente riscontrati sono un ottimo valore.

0
09/03/2012 14:02
09/03/2012 14:02
fiat, panda, citycar
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: city car city car , Fiat Fiat , Panda Panda