Quasi una sportiva

Fuori città

Quasi una sportiva

Quando davanti al muso della Focus appaiono le curve, il guidatore può stare sereno. Se non ha fretta, niente potrà turbare la sua pace: la Focus, ben appoggiata a terra su gomme generose e con una taratura dell’assetto rigida, inserisce con prontezza e percorre l’intero raggio di curva con una elevata tenuta. Se invece il “pilota” desidera un po’ di emozione, forzando il ritmo le cose cambiano poco. La Focus resta un’auto sicura e facile da guidare: cercando il limite di aderenza, le ruote anteriori tendono a scivolare generando sottosterzo, ma basta ridurre l’angolo di rotazione del volante o alleggerire il gas per sentire l’avantreno aggrapparsi all’asfalto con l’auto che volta sicura e piatta. Perché il retrotreno è nervoso quanto basta, per far chiudere la traiettoria senza arrivare alla scodata, che sarebbe comunque inibita dall’ESP pronto e non disinseribile. Il guidatore può, infatti, escludere solo il TCS (controllo di trazione) tramite il computer di bordo. Il motore, fuoricittà, ha una erogazione sportiva come sportivo è il tempo rilevato da 0 a 100 km/h di 8,8 secondi. Quanto ai freni, degli spazi corti abbiamo già detto, ora aggiungiamo che resistono bene al calore.

0
08/07/2011 21:53
ford, focus, berlina
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: berlina berlina , Focus Focus , Ford Ford