C’è quel che serve

Sicurezza

Scorrendo il listino, sembra proprio che non ci sia nulla di cui lamentarsi.

Tanti airbag, controlli elettronici di stabilità e trazione, Hill Holder, fari allo xeno.

Del pacchetto sicurezza con CMBS e cruise abbiamo già detto ed è proprio questa l’unica integrazione disponibile.

Non resta, quindi, che verificare la sicurezza attiva.

Ci vuole davvero poco per capire che la Civic, come il model year 2006, è tuttora semplice da condurre, pure per coloro che non hanno grande esperienza di guida.

Al limite, infatti, si produce in un placido sottosterzo, contrastabile alleggerendo il gas.

A quel punto, nessuna reazione stramba della coda, comunque controllata - nelle situazioni più scabrose - da un ESP vigile, che agisce in sordina.

Segnale, insomma, di un telaio sano.

Nella norma i risultati fatti segnare nelle prove di frenata, con una risposta al pedale più pronta e consistente rispetto al passato.

Rimane il vecchio tallone d’Achille della Civic: quel portellone posteriore, tagliato a metà, che disturba la visuale nella parte posteriore.

D’accordo, ora c’è un tergilunotto, utilissimo nelle giornate di pioggia.

Tuttavia, complici i montanti generosi, in retro si è spesso costretti ad affidarsi ai sensori (di serie).

0
23/08/2012 14:36
23/08/2012 14:36
honda, civic, compatte
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: Civic Civic , compatte compatte , Honda Honda