Troppo dura sui tombini

Città

La Veloster ti osserva dal parcheggio dell’ufficio acquattata sui grossi pneumatici da 18”, con quelle sue forme schiacciate e inusuali. Come i primi metri nel traffico: se l’1.6 a iniezione diretta non può contare sull’aiuto del turbo ai bassi regimi, la frizione leggera e il cambio manuale morbido rendono le cose facili nel traffico. Peccato però che ogni tombino, rotaia o tratto in pavé sia una sofferenza: l’assetto è rigido e troppo “bloccato”, accompagnato da una sonorità poco piacevole nell’assorbimento. Il parcheggio? Scegliete i sensori: 3.200 euro (Premium Pack).

0
16/12/2011 14:57
16/12/2011 14:57
hyundai, veloster, auto sportiva
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore