Intro

Intro

Per noi italiani il lancio della Ypsilon è sempre un evento atteso.

In particolar modo per chi è affettivamente legato alla storia di questo modello e inevitabilmente (le conseguenze dell’età!) è portato a ricordare il geniale slogan degli anni Ottanta che descriveva la capostipite Y10 come “l’auto che piace alla gente che piace”.

Molte cose sono cambiate con il tempo, naturalmente. Ma la Lancia ha sempre voluto mantenere la propria piccola fedele al concetto originario di auto chic.

Oggi parlare di gente che piace forse non è politically correct; si preferisce usare il termine “miniammiraglia”. A noi pare più efficace la definizione di “sorella minore della Delta”: la parentela stilistica fra le due auto è forte e le soluzioni per mantenere unico lo charme delle Lancia sono numerose e ingegnose.

Per rimanere all’ultima nata, basta pensare ai sei differenti tipi di verniciatura (dal micalizzato al tristrato, al bicolore ecc), con una proposta cromatica che si articola su sedici alternative. Per non dire delle 600 possibilità di personalizzazione presentate dalla Casa.

Ma più di tutto questo, l’elemento che caratterizza la nuova serie della Ypsilon è molto concreto: le cinque porte, che compaiono per la prima volta sulla piccola con il grande scudo Lancia sul frontale.

0
11/09/2011 14:58
12/09/2011 11:00
lancia, ypsilon, citycar
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: city car city car , Lancia Lancia , Ypsilon Ypsilon