Uno sterzo da sportiva

Fuori città

Un paio di curve bastano per restare sorpresi. Il volante della Corsa non deve girare forsennatamente da una parte all’altra per copiare le pieghe della strada: servono pochi gradi per sentire subito l’effetto svolta, con il muso che punta dritto verso il centro della curva. Un comando diretto e progressivo che rende davvero un piacere la guida. E il motore non ha il fiato corto, anzi. Questa utilitaria sarà anche una versione “eco”, ma tra i 2.000 e i 4.200 la risposta è pronta, quasi grintosa. I sorpassi diventano una routine e non richiedono passaggi di marcia al limite del fuorigiri. La coppia motrice si fa sentire su tutto l’arco di utilizzo del quattro cilindri e aiuta a ridurre la richiesta di gasolio. Il guidatore può infatti seguire fedelmente la spia che suggerisce quando cambiare marcia sfruttando al grammo il gasolio iniettato dal sistema common rail nel piccolo propulsore. Con tanta elasticità di erogazione, i tecnici Opel hanno optato per un cambio a 5 marce, compatto e leggero, che aiuta anch’esso a non sprecare carburante. Rispetto alle altre Corsa con questo motore, la ecoFlex ha una marcia in meno, ma così beve meno.

0
22/09/2011 11:12
opel, corsa, ecoflex
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: corsa corsa , ecoflex ecoflex , Opel Opel