Intro

Intro

Checché ne pensiate, il grazioso nome della vettura in oggetto nulla ha a che fare con bovini e simili.

Piuttosto, il concetto arriva dritto dritto dal chicco di caffè che, secondo i vulcanici esperti di marketing di Rüsselsheim (dove c’è il quartier generale Opel), dovrebbe riportare alla mente un’idea di simpatia.

In effetti, non si può dire che laOpel Mokkasia noiosa, anzi: muso e coda sono sostenuti da sostanziosi paraurti e la minuscola finestratura, unita agli sbalzi ridotti, contribuisce a rendere lo stile piuttosto accattivante (in soli 4,28 m).

Sottopelle il carattere è imperniato alla sostanza: il pianale - in comune con la Chevrolet Trax - è nuovo e si può avere la trazione integrale ad inserimento automatico.

Imotori, invece, hanno qualche anno sulle spalle, come l’1.7 CDTI da 130 CV della nostra prova, in accoppiata con la trazione anteriore. E, poi, la concorrenza è agguerrita.

Il terreno, insomma, è minato, ma la Mokka si getta nella mischia con argomenti forti.

Primi fra tutti, un prezzo che strizza l’occhio alla crisi e consumi in grado di salvaguardare il bilancio familiare.

0
12/04/2013 20:28
12/04/2013 20:28
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore