Opel Zafira Tourer - Il frontale
  • pubblicato il 22-06-2012

Opel Zafira Tourer: monovolume atto terzo il lato bello dello spazio

di Simone La Rocca

Monovolume atto terzo il lato bello dello spazio

IN BREVE
La terza generazione della Zafira ha sfondato la soglia dei 4,5 m.Ma, oltre alle maxi misure, è diventata agile, confortevole, più sicura e perfino più parsimoniosa.L’ideale per i viaggi.

È sempre più Tourer la nuova Zafira: la monovolume tedesca è stata riprogettata e sviluppata sull’esperienza delle due serie precedenti per essere ancora più accogliente e funzionale.

E per offrire una guida con reazioni più automobilistiche che da “furgoncino”.

La MPV teutonica piace da subito per la linea moderna e filante, grazie al muso spiovente e aggressivo, caratterizzato dalla forma a boomerang dei gruppi ottici.

Le dimensioni sono importanti: è infatti lunga 466 centimetri e larga 193 (ben 210 con gli specchi retrovisori aperti), misure che per la verità la rendono un po’ impacciata in città.

In compenso, l’ottimo telaio, le sospensioni ben tarate e i cerchi in lega di grande diametro (il modello in prova adotta pneumatici da 19 pollici, optional) ne fanno la compagna ideale nei viaggi autostradali.

Ottimo anche il comportamento sui percorsi misti dove, nonostante la mole, la Zafira Tourer sfoggia una buona agilità e precisione di guida.

Merito dell’assetto attivo, che consente di scegliere tra due modalità per privilegiare, a seconda dei desideri del momento, l’andatura sportiva (assetto più rigido) o il comfort di marcia (maggior assorbimento).

All’avviamento, l’impianto si posiziona su “auto”, adattandosi da solo al ritmo di guida.

Inoltre, tanta tecnologia è dedicata alla sicurezza: di serie ci sono gli airbag frontali, laterali e a tendina, il controllo di stabilità con antiarretramento in salita e il freno di stazionamento elettrico, mentre a pagamento è

possibile aggiungere i fari adattivi di ultima generazione, che garantiscono sempre la miglior illuminazione possibile, adeguando il fascio di luce alle condizioni del traffico.

Interessante pure il sistema Open Eye Advanced, un occhio elettronico in grado di leggere i segnali stradali e “comunicarli” al conducente; questo dispositivo aiuta anche a rispettare le distanze di sicurezza e ad evitare i salti accidentali di corsia.

Completa l’ottimo “pacchetto” il motore 2.0 CDTI da 165 CV: la vivacità non manca, pur mantenendo consumi abbastanza contenuti (abbiamo rilevato una media di quasi 15 km al litro), merito anche del sistema stop&start, utile soprattutto nei percorsi urbani.

Portata al limite, questa vettura non riserva brutte sorprese: quando le ruote iniziano a scivolare, la Zafira Tourer sottosterza con progressione e la coda segue senza perdere la traiettoria.

Non solo: l’ESP interviene quasi subito per recuperare la giusta traiettoria. Infine, i freni reggono bene ogni sforzo: non cedono sotto il calore neppure a pieno carico.

SCHEDA TECNICA
  • Velocità max
    208 km/h
  • Acc 0-100 km/h
    9,8 sec
  • Consumo medio
    19,2 km/l
  • Autonomia
    1.113 km
  • Emissione CO2
    137 g/km
  • Bollo
    339,27 euro
  • Costi chilometrici
    ACI nd
IDENTIKIT
Opel Zafira Tourer: monovolume atto terzo il lato bello dello spazio

L'opinione dei lettori