Nata per divertire

Fuori città

Va un po’ saputa prendere, questa Subaru. Non è tanto per i 300 CV o per la consapevolezza che, sul vecchio Nürburgring, Tommi Mäkinen ha girato più veloce di 4 secondi rispetto al vecchio modello. Si tratta delle risposte che l’auto dà ad ogni azione del pilota: alle basse velocità sembra stranita, impacciata. Sulle prime lo sterzo si dimostra distaccato e “assente”, il cambio preciso, ma estremamente duro, i freni poco pronti. Tuttavia, selezionando la modalità Sport, la turbina comincia a soffiare a pieni polmoni: il pedale del gas diventa sensibilissimo e, alla minima pressione, capace di scatenare l’inferno. Ecco ciò di cui la “Subby” ha bisogno: carattere, decisione, manovre precise e fulminee. Sarà come sentirsi in prova speciale: se accelerate prima della corda, il muso punterà con decisione verso l’esterno. Ergo, abbiate un po’ di pazienza e sfruttate la reattività della coda in ingresso, affidandovi alla generosissima tenuta di strada e a un assetto che lascia un po’ di spazio al rollio, ma rimane sempre reattivo e preciso nel seguire gli input impartiti da chi guida. Il giro con Babini? Girate due pagine...

0
29/08/2011 22:24
01/09/2011 09:00
subaru, impreza wrx sti, auto sportiva
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore