Intro

Intro

Le citycar sembrano tutte uguali: hanno dimensioni compatte, carrozzeria monovolume a cinque porte e un abitacolo spazioso per quattro adulti, ma senza trascurare la capacità di carico. Sembrano, perché ci sono le eccezioni come la Smart e l’antiSmart: cioè la Toyota iQ, che in soli 299 centimetri (circa mezzo metro meno della media del segmento e 29 cm più della Smart Fortwo) può ospitare quattro passeggeri (in realtà tre adulti più un bambino). Sono proprio questi centimetri a fare la differenza, 290 mm in cui i giapponesi, con tecniche da bonsai, hanno calato nella iQ il divanetto posteriore. Un bel vantaggio rispetto alla rivale perché dà la possibilità di poter usare l’auto quasi come una Fiat Panda: non male per chi si destreggia tra amici, famiglia e, magari, con qualche borsone per la palestra o i bambini. E capire come hanno fatto a trovare lo spazio per i 4 posti non è difficile: vista da fuori la iQ è squadrata, ma non banale; la linea si concede qualche vezzo stilistico, specialmente nel frontale e nel disegno dei montanti posteriori, che hanno un andamento sinuoso e originale. Tutto rose e fiori? No perché il prezzo è tutt’altro che mini... Si parte da 12.051 euro, ma la Tobasco del nostro test supera i 15.000 euro. Una bella spesa per fare la spesa.

0
26/08/2011 11:38
iq, toyota, citycar
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: city car city car , iq iq , Toyota Toyota